bandi

Intesa Sanpaolo lancia una call per startup nel Fashion & Design

Intesa Sanpaolo in collaborazione con Fashion Technology Accelerator sta cercando nuove startup del Fashion & Design, per l’edizione 2016 di StartUp Initiative. Candidature entro il 31 luglio

Intesa Sanpaolo in collaborazione con Fashion Technology Accelerator sta cercando nuove startup tecnologiche nel campo del Fashion & Design, per l’edizione 2016 della sua piattaforma di accelerazione StartUp Initiative.

Alcuni esempi di applicazioni target includono:
• soluzioni tecnologiche relative all’area delle tecnologie indossabili (dispositivi Embedded & IoT, nuovi materiali, etc), del mercato retail (Mobile e-commerce, analisi social e dei trend attraverso i Big Data, virtual fitting rooms, etc) e della sostenibilità (fibre organiche, indumenti riciclati, stampa 3D dei modelli, etc)
• soluzioni inerenti l’Industrial Design in genere

Intesa Sanpaolo - startupinitiative

È possibile candidarsi inviando il business plan o executive summary del proprio progetto tramite l’application form online non più tardi di Domenica 31 Luglio 2016. Le candidature saranno valutate e selezionate in base a 5 parametri: team and advisors; mercato di riferimento; prodotto e stadio di sviluppo; barriere all’entrata e traction; economics. La partecipazione al programma è gratuita.

Dal 2009, StartUp Initiative ha accumulato un forte track record: 3.500+ candidature valutate, 960+ startup formate, 75 milioni di euro ottenuti dagli alumni e 8 industrial exit. Promuove l’incontro tra investitori e progetti high-tech di valore, incoraggiando la creazione di sinergie tra startup.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sempre più contactless e i pagamenti innovativi superano i 30 miliardi di euro

Il boom dei pagamenti contactless ne 2016 (+700% sul 2015) ha segnato una crescita positiva di tutti i “New Digital Payment”: il report dell’Osservatorio Mobile Payment&Commerce della School of Management del Politecnico di Milano

Un milione di dollari per migliorare la vita dei rifugiati: 5 progetti studenteschi in finale

Portare internet nei campi, sfruttare il biogas, fornire un sistema di trasporto ecologico, aiutare nell’apprendimento delle lingue e fornire una piattaforma per l’aiuto reciproco: sono le idee dei cinque team finalisti che si confrontano per un assegno da un milione di dollari

I 10 paladini del cibo sostenibile che si battono per un mondo migliore

Il sostegno agli agricoltori e alle comunità locali, le abitudini alimentari corrette, una produzione biologica e non intensiva: sono questi alcuni degli obiettivi delle personalità di questa lista che, con la loro attività quotidiana, vogliono preservare anche l’ambiente