bandi

ScaleIT lancia il nuovo bando per selezionare le migliori scaleup Italiane: qui per partecipare

Il 12 ottobre torna a Milano ScaleIT, lo showcase di scaleup italiane per investitori internazionali. La call chiuderà il 30 maggio 2016

Dopo la prima edizione del 18 e 19 settembre 2015, torna a Milano ScaleIT, il primo showcase di scaleup italiane per investitori internazionali. Il 12 ottobre 2016 le società in ambito digital e software che avranno superato le selezioni si presenteranno davanti ad una platea di investitori internazionali.

Le scaleup italiane che intendono partecipare potranno fare richiesta direttamente dal sito, nella nuova sezione dedicata al form di iscrizione che sarà online dal 5 del mese di aprile. La call chiuderà il 30 maggio 2016.

I requisiti per poter partecipare alle selezioni sono: almeno un milione di euro fatturato negli ultimi 12 mesi o almeno un milione di utenti mensili (nel caso del B2C online) e almeno il 20% del fatturato totale generato all’estero.

ScaleIT

ScaleIT, nato dall’idea di Lorenzo Franchini (angel investor di lungo corso, fondatore ed ex Managing Director di IAG, advisor di LVenture Group), non è però solo una “vetrina” internazionale per il migliore tech italiano in fase di crescita, ma anche un momento di condivisione di vedute ed esperienze tra una platea selezionata di investitori internazionali e nazionali, imprenditori in ambito tecnologico e alcune tra le corporate più significative.

L’evento sarà anche quest’anno su invito.

Assicurazioni Generali ha rinnovato il supporto al progetto confermandosi Main Sponsor per l’edizione 2016, in linea con la strategia del Gruppo che considera l’innovazione interna ed esterna una priorità per rispondere alle nuove sfide del mercato.

La Prima Edizione

ScaleIT è stato il primo evento in Italia dedicato agli investitori internazionali interessati ad aziende innovative in fase di forte crescita in ambito digitale e software. Il 18 settembre 2015, 11 scaleup hanno incontrato a Milano i rappresentanti di alcuni dei più importanti fondi d’investimento in venture capital internazionali. Obiettivo dell’evento è dare visibilità e possibilità concrete di reperire investimenti significativi ad aziende italiane di successo che vogliono accelerare la crescita sui mercati internazionali.

La prima edizione ha visto la partecipazione di 120 persone, di cui 11 rappresentanti dei fondi di Venture Capital internazionali e i principali fondi italiani.

Per citarne alcuni: Index Ventures, Fidelity Growth, Holtzbrinck Ventures, Iris Capital, Omnes Capital, Acton Capital, Nauta Capital, Kreos Capital.

Qual è la miglior serie tv sulle startup? Risponde Upday, l’app per le digital news. | VIDEO

Da “L’isola del tesoro” di Stevenson, alle gradi opportunità che offre Lisbona. L’app per digital news di Axel Springer punta forte sul mobile journalism e sulla qualità del proprio prodotto editoriale

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti