bandi

Al via la terza edizione del FunkyPrize, qui come candidarsi

Il concorso dedicato a Marco Zamperini premia coloro che, con la loro attività, usano e osano il digitale e mette in palio 15.000 euro. Iscrizioni entro il 15 settembre

C’è tempo fino al 15 settembre per presentare un progetto per l’edizione 2016 del FunkyPrize, la terza. Il concorso nasce per ricordare la figura di Marco Zamperini, noto in rete anche come Funky Professor, che è stato una guida fondamentale alla rete in contesti diversi: trasmettendo l’entusiasmo per la rete ai giovani, diventando un vero “testimonial” del web nel nostro Paese e convincendo gli imprenditori che Internet era una possibilità che andava sviluppata.

FunkyPrize 2016

Il concorso a lui dedicato individua, segnala e premia coloro che, con la loro attività, usano e osano il digitale ispirandosi ai valori di positività, umanità e semplicità che hanno indirizzato le attività e gli insegnamenti di Marco Zamperini e in sintonia con le semplici linee guida del manifesto del concorso:

• Il digitale deve migliorare la vita delle persone
• Il digitale è connessione, scambio e cooperazione
• Scambio e cooperazione generano innovazione
• Innovazione è uso creativo di ciò che esiste già
• Il digitale è qui e ora.

Il concorso è organizzato dal Comitato Premio Marco Zamperini, ente no-profit, con l’aiuto di gruppo di una settantina di amici di Marco, appartenenti al mondo produttivo, accademico e culturale nazionale, tra i più importanti influencer della rete in Italia. Al vincitore va un premio di 15.000 euro, messo a disposizione anche grazie alla collaborazione di organizzazioni e aziende come Cisco, Conad del Tirreno, H-Farm, NTT Data, Fondazione P&R, Vodafone. Da quest’anno è previsto inoltre un premio aggiuntivo di 3.000 euro su iniziativa di Rete del Dono, riservato alle organizzazioni non-profit che hanno condotto una raccolta fondi di successo attraverso la piattaforma di crowdfunding.

Per maggiori informazioni sul regolamento cliccare qui.

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito