Tech-Marketplace & StartupItalia! Open Summit Tour 2016 a Bari

StartupItalia! Open Summit 2016 tour, in collaborazione con Intesa Sanpaolo il 17 giugno fa tappa a Bari! L’evento sarà ospitato nella filiale del Banco di Napoli in Piazza Luigi Di Savoia 16: presenteremo le migliori startup emergenti del territorio, attivando un il dialogo fra chi ha una impresa innovativa e la banca italiana, presentando in questa occasione Tech-Marketplace, la piattaforma di open innovation di Intesa Sanpaolo che aiuta le startup a trovare nuovi clienti fra i clienti della banca.

 

L’incontro sarà introdotto e moderato da Giampaolo Colletti, Giornalista e Storyteller e si aprirà con il benvenuto di Francesco Guido, Direttore Generale del Banco di Napoli e l’intervento di Ezio Chiari, Specialista di Innovazione, Innovation Center Intesa Sanpaolo, che presenterà il la piattaforma Tech-Marketplace.

 

Arcangelo Rociola, giornalista di StartupItalia! presenterà poi una fotografia dell’ecosistema startup a Bari e in Puglia e un gruppo di startup early stage avranno poi l’opportunità di presentare alla platea la loro idea innovativa con un pitch nell’appuntamento definito “Il bello delle debuttanti”.

Seguiranno alcune interviste a “Campioni del territorio” e storie di successo legate al territorio pugliese: aziende o startup mature che hanno fatto dell’innovazione la chiave del loro successo. Alcuni dei casi che verranno presentati: Nextome, con il founder Domenico Colucci, ScegliereSalute di Giuseppe Lorusso, Edilportale con Ferdinando Napoli, Enjore attarverso la voce del founder Nicola Taranto ed infine Raffaele Barile che racconterà la testimonianza di open innovation dell’azienda Procma Srl.

 

Infine il panel dal titolo “What’s next?” vedrà coinvolti alcuni tra i player più attivi dell’ecosistema startup per guardare al futuro e confrontarsi su quanto si è già fatto e si sta facendo per favorire la nascita e lo sviluppo di realtà innovative sul territorio, anche grazie alla collaborazione coni business tradizionali. Tra gli interventi anche Mariarita Costanza di Macnil, Diego Antonacci di Impact Hub Bari e Enzo Tucci, CEO di Augmentum, partner di Digital Magics.

 

Al termine del panel un momento di Q&A aprirà il confronto tra aziende e startup partecipanti, con gli esperti di Intesa Sanpaolo Tech-Marketplace per entrare nel dettaglio delle opportunità che il programma offre loro e raccogliere interessanti spunti sulle esigenze delle nuove imprese innovative. Il confronto proseguirà nell’area break e networking al termine dell’evento.

 

L’evento è a numero chiuso: per iscriversi e scoprire il programma di dettaglio, clicca qui.

Ti aspettiamo a Bari, venerdì 17 giugno alle ore 11.00!

 

Missione VITA, Paolo Nespoli torna nello spazio

L’astronauta italiano sarà per la terza volta in orbita attorno alla Terra, per la seconda volta ospite della Stazione Spaziale Internazionale. Il suo compito a bordo della ISS sarà svolgere esperimenti di fisiologia e biochimica per studiare il comportamento della vita nello spazio

Google, Facebook e marketing digitale: così il turismo in Portogallo fa numeri e dà lavoro

Visibilità nelle ricerche online e offerte personalizzate. Ecco come il Paese lusitano ha fatto delle proprie bellezze un business, con un fatturato 2016 di 11 miliardi (e 40 mila posti di lavoro in oltre 4 mila aziende)

Un robot subacqueo ha ispezionato i reattori di Fukushima

Per analizzare l’entità dei danni del terremoto del 2011 nella centrale nucleare di Fukushima, gli scienziati stanno usando un piccolo robot a forma di pesce che ha restituito le prime immagini del reattore

Questa startup di Wylab trova borse di studio per atleti | Usa College Sport

Selezionare borse di studio per atleti nelle università statunitensi, questa la mission del progetto di Deljan Bregasi: «Abbiamo relazioni con 2000 diverse università e possiamo comunicare con migliaia di allenatori di 14 sport diversi»

Come rapire Martina, 5 anni, usando i dati su Facebook. Il video da 200mila visualizzazioni in 24 ore

Matteo Flora ha dimostrato com’è possibile che un profilo Facebook creato dai genitori a una bambina possa rivelare dati preziosi utilizzabili come un’arma da un rapitore. Il video è diventato virale in poche ore