#SIOS18 | EryDel è la startup dell'anno - Startupitalia immagine-preview

Dic 17, 2018

#SIOS18 | EryDel è la startup dell’anno

David Casalini, Ceo di StartupItalia: "Siamo a un punto di svolta per l'innovazione italiana". Presente anche il vicepremier Di Maio che annuncia un fondo da 1 miliardo

 

Si è conclusa pochi minuti fa la terza edizione dello StartupItalia! Open Summit 2018. Una edizione da record, con circa 11mila partecipanti registrati, tra Ceo di aziende italiane ed estere, mentor, atenei, incubatori, investitori e venture capitalist. La giuria, composta da più di 120 rappresentanti del tessuto produttivo del Paese e non solo, ha decretato vincitrice EryDel. “Siamo veramente entusiasti di aver partecipato a questa manifestazione concreta e di aver ricevuto questo premio. La nostra idea di utilizzare i globuli rossi per veicolare l’utilizzo di farmaci e di nuove terapie è veramente innovativa e sappiamo di rappresentare nel panorama italiano una rarità in termini di valorizzazione di questa innovazione nel settore degli eritrociti quindi ringraziamo moltissimo l’organizzazione”, ha commentato Giovanni Mambrini, coo della startup premiata.

EryDel, la startup vincitrice di SIOS18

Innovazione per il trattamento delle malattie neurodegenerative rare: EryDel, spin-off dell’università di Urbino, ha sviluppato un dispositivo di somministrazione di farmaci. La tecnologia proprietaria si basa sull’incapsulamento di farmaci in globuli rossi prelevati dal sangue del paziente, medicinali che vengono poi re-iniettati nel soggetto. L’ultimo finanziamento, in aprile, è stato di 25,6 milioni di euro su investimento di Sofinnova Partners.

Il prodotto di punta della startup è EryDex, farmaco che può essere impiegato per il trattamento dell’Atassia Telangectasia. Si tratta di un raro disturbo recessivo autosomico per il quale non esiste ancora una terapia consolidata. La tecnologia EryDel ha, comunque, ulteriori margini di sviluppo.

Di Maio: “Fondo per startup da 1 miliardo”

Sul palco dello StartupItalia! Open Summit 2018 anche il vice presidente del Consiglio, ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio. “Nella legge di bilancio abbiamo previsto di allocare la somma di 40 mila euro per ogni azienda che assumerà un manager per l’innovazione” ha promesso, aggiungendo che “a gennaio partirà un fondo italiano di investimenti per startup da un miliardo”.

David Casalini, Ceo di StartupItalia: “Oggi punto di svolta per le startup italiane”

“Questo è il primo governo, dai tempi dell’esecutivo in cui sedeva anche Corrado Passera, che ha in agenda il tema delle startup”, ha commentato il co-founder e Ceo di StartupItalia, David Casalini, che ha poi ricordato i numeri dell’ecosistema italiano: “Cinquantamila occupati e 500 milioni di investimenti, quattro volte superiori a quelli dello scorso anno. E c’è “oltre 1 miliardo disponibile” – ha precisato il cofondatore del magazine dell’innovazione e delle startup italiane – “Questo governo ha una bella lista di promesse che ci aspettiamo mantenga, prima su tutte aumentare gli sgravi fiscali per chi investe e creare un fondo più importante”.

“L’Italia – ha concluso Casalini – è conosciuta in tutto il mondo per essere un Paese di eccellenze nella moda, nel design, nella manifattura e nel food: eppure spesso siamo in fondo alle classifiche per tutto ciò che riguarda le startup, dagli incentivi agli investimenti, fino all’attenzione da parte della grandi aziende per le idee emergenti. Con StartupItalia! Open Summit 2018 possiamo invertire questa tendenza, aiutare gli imprenditori italiani a realizzare la propria idea di business. Dobbiamo fare di più per raccontare a livello internazionale le storie delle nostre startup e attrarre investimenti dall’Italia e dall’estero”.

Le altre 9 startup finaliste

La giuria ha votato scegliendo tra le 10 finaliste decretate dalla redazione di StartupItalia.

Credimi

Credimi vuole fornire un sostegno concreto alle imprese, dando loro un canale di accesso alla liquidità alternativo a quello tradizionale offerto dalle banche, creando un veicolo di investimento a breve termine con un alto tasso di rendimento e un rischio creditizio contenuto. In settembre la startup ha chiuso un aumento di capitale da 10 milioni di euro su investimento di United Ventures SGR e Vertis SGR. Credimi anticipa capitali alle imprese, rifacendosi al principio del supply chain finance: quello che avviene è un anticipo delle fatture, senza passare attraverso il credito bancario, ma ricorrendo ad altre forme di fornitura di liquidità, legate alla disponibilità diretta di Credimi e dei fondi con i quali ha stretto accordi. La startup è presente sul mercato italiano con l’autorizzazione della Banca d’Italia in veste di intermediario finanziario.

 

Freeda Women Power

Se proprio lo si vuole definire “femminista”, Freeda è per un femminismo più aperto e inclusivo perché promuove la parità e non la guerra tra i sessi. Freeda è un magazine fruibile solo su Facebook e Instagram ed è rivolto soprattutto a donne di età compresa tra i 18 e i 34 anni. Gif, immagini, video e instant articol sono i contenitori di consigli sui “must have” e su come vivere serenamente la propria fisicità, di testimonianze di donne che possono ispirare i Millennial, ma anche di brand content di aziende con un target di mercato che corrisponde al pubblico di Freeda. L’ultimo finanziamento alla startup è un Round di Serie A di 10 milioni di dollari su investimento di Alven, U-Start e business angel.

Moneyfarm

Moneyfarm è una società di consulenza finanziaria indipendente che fa da intermediario tra mercato e potenziali investitori. Un mix di intelligenza artificiale e fattore umano, costituito dai consulenti dell’azienda, permettono di veicolare una determinata cifra verso particolari investimenti, andando così ad aumentare il portafoglio e la posizione economica dell’investitore. L’ultimo round da 46 milioni di euro è stato guidato da Allianz. Tutte le operazioni su Moneyfarm vengono fatte online. L’utente crea il proprio profilo, compilando un questionario online che individua gli obiettivi dell’investimento e il profilo di rischio, in basa ai quali sarà composto un portafoglio diversificato e su misura.

MotorK

La startup MotorK ha sviluppato e consolidato una vasta gamma di prodotti e servizi per il settore automobilistico, posizionandosi sul mercato come partner di oltre il 90% delle case automobilistiche attive in Europa. I principali strumenti offerti sono DriveK, piattaforma web su cui scegliere e configurare l’auto nuova partendo da carrozzeria, equipaggiamenti e optional; DealerK è invece la piattaforma software as-a-service per i concessionari, che fornisce a migliaia di operatori in Europa strumenti e tecnologie per accelerarne i processi di digitalizzazione e intercettare meglio la domanda di veicoli; GarageK è un’altra piattaforma SaaS per la gestione dei servizi post-vendita che vuole rinnovare il mondo delle officine e della ricambistica. MotorK ha ricevuto 30 milioni di euro dalla Banca Europea per gli investimenti.

Oval Money

Oval Money è una piattaforma e un’app che funziona come un salvadanaio digitale, dove poter accumulare risparmi in modo automatico in base alle proprie abitudini e preferenze. Collegando a Oval Money conto e carte, sarà possibile tracciare tutte le transazioni e avere un quadro completo delle proprie abitudini di spesa, da cui poter impostare le regole di risparmio, chiamate Step, che comportano il trasferimento di determinate cifre nel salvadanaio digitale. I risparmi possono essere riportati sul proprio conto o essere usati per servizi di investimento, ultima novità della piattaforma.

Prima Assicurazioni

Prima Assicurazioni è l’agenzia assicurativa online nata con l’obiettivo di semplificare il mondo dell’assicurazione auto e l’interazione tra cliente e agenzia. La startup è stata la prima in Italia ad aver chiuso un round da 100 milioni di euro. Prima Assicurazioni è specializzata nella distribuzione di polizze Rc auto, moto e furgoni di Great Lakes Insurance ed è regolarmente registrata presso il Registro Unico degli Intermediari di IVASS. Per ottenere un preventivo basta inserire il numero di targa e alcune garanzie base e altre integrabili dall’utente; si potrà poi procedere al pagamento senza dover presentare alcun documento e, una volta ricevuto il contratto via mail, basterà inviarlo firmato a Prima. In caso di sinistri l’assistenza è disponibile 24 ore su 24. Prima Assicurazioni ha 85 dipendenti, un fatturato di 80 milioni (nel 2015 era di 3 milioni) ed è a seconda compagnia diretta per nuove polizze.

Prontopro

Prontopro è il portale dei professionisti che aiuta milioni di clienti a trovare i professionisti di cui hanno bisogno. Attraverso una procedura guidata il cliente fornisce i dettagli di massima del lavoro richiesto e riceve, in poche ore, i preventivi. La scelta del professionista avverrà non solo in base ai costi, ma anche grazie alle recensioni lasciate dagli altri clienti, oltre alle foto dei lavori già svolti e alle informazioni contenute nel suo profilo. Prontopro è leader sul mercato italiano con oltre 1 milione di utenti e si è espanso anche in Germania, Austria e Svizzera. La co-founder della startup, Silvia Wang, è stata la vincitrice della decima edizione del Premio Gamma Donna 2018 dedicato alle imprenditrici che innovano.

Supermercato24

Supermercato24 è la piattaforma che mette in contatto chi vuole acquistare prodotti online dai supermercati e i “personal shopper”, persone che fanno la spesa per conto del cliente e la consegnano a domicilio. Il consumatore finale ha a disposizione un assortimento molto ampio, un servizio veloce di consegna in giornata (anche in un’ora, pagando un supplemento) e la scelta della fascia oraria di consegna. L’azienda ha chiuso in giugno un round da 13 milioni di euro guidato da FII Tech Growth. Il suo servizio è particolarmente attivo nelle piccole città e in quelle di provincia. Negli ultimi due anni Supermercato24 ha siglato più di 15 partnership con i principali attori della grande distribuzione italiana, offrendo il più ampio assortimento di prodotti sul mercato con gli stessi prezzi dei punti vendita.

Viralize

Viralize è una piattaforma tecnologica di video advertising rivolta a tutti gli attori del digital video: editori, inserzionisti e creatori di contenuti. Pensata per offrire soluzioni avanzate e crossmediali, permette agli inserzionisti di pianificare campagne video cross-screen su un network diversificato di editori premium. Per gli editori, Viralize rappresenta una soluzione semplice e affidabile per monetizzare i propri spazi web. Nata all’interno di Nana Bianca, nel 2015 ha lanciato una nuova tecnologia per l’autoplay dei video su mobile e nel 2017 ha portato sul mercato il Viralize Audience Network, la soluzione di targeting basata sulla grande mole di dati che la società riesce ad analizzare e pensata per migliorare la precisione e l’efficacia del video advertising. Tra le ultime novità, la modalità VAAS (Viralize as a Service) che permette agli editori di usufruire in autonomia delle funzionalità della piattaforma per erogare e tracciare le proprie campagne dirette e renderle ancora più efficaci. Nei primi mesi il servizio è stato utilizzato da editori come Condé Nast.  Ha chiuso il 2017 con 6,8 milioni di euro di fatturato e quest’anno chiuderà con un fatturato superiore ai 10 milioni.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter