Semed: la rete euromediterranea per spingere gli investimenti - Startupitalia immagine-preview

Feb 8, 2019

Semed: la rete euromediterranea per spingere gli investimenti

Mappare le startup nella regione del Mediterraneo, mettere in contatto investitori e innovatori, questo l’obiettivo di Semed, la rete euromediterranea fondata da Gianpiero Lotito di FacilityLive in collaborazione con Startup Europe

Mappare le startup nella regione del Mediterraneo, mettere in contatto investitori e innovatori, ma soprattutto creare un ecosistema vivo che interagisca per aggiungere valore alle economie locali, e di riflesso all’Europa.

È quanto si propone di fare Startup Europe Mediterranean: Semed, un’iniziativa promossa dall’azienda pavese FacilityLive e nello specifico dal suo CEO Giampiero Lotito, in collaborazione con Startup Europe e la Commissione europea. Il lancio ufficiale di Semed è previsto nel mese di marzo a Matera, Capitale Ue della cultura 2019.

 

“Partiamo con il coinvolgimento dei partner istituzionali nel network, che includerà aziende, investitori, centri di ricerca, università”, spiega Gianpiero Lotito, CEO di FacilityLive. La base operativa del progetto sarà a Pavia, mentre a Potenza saranno gestite alcune attività e Matera sarà teatro nei prossimi mesi di numerose iniziative legate a Semed. “L’idea è di creare ponti, fra Bruxelles e il Mediterraneo, Pavia e Matera, la Basilicata e il Nord Africa – continua Lotito – ad esempio, gli investitori potranno trovare delle startup su cui investire e gli innovatori creare collaborazioni”.

 

Mappare gli ecosistemi innovativi nel bacino del Mediterraneo

L’intento principale è quello di mappare gli ecosistemi innovativi nella regione del Mediterraneo, riservando particolare attenzione alle startup digitali. La piattaforma cloud alla quale FacilityLive sta lavorando per Semed (il lancio è previsto nel mese di marzo 2019) è vista come un’opportunità per scoprire talenti, perché rappresenterà lo spazio virtuale made in UE per la connessione tra le persone e gli ecosistemi dell’innovazione. Startupper, investitori, aziende, università, istituti di ricerca e rappresentanti delle istituzioni, avranno a disposizione un mezzo virtuale (e non solo) per incontrarsi.

 

FacilityLive

Semed, dunque, servirà a creare un ponte tra gli ecosistemi dell’Europa e quelli del resto del Mediterraneo, un punto di incontro che vede Facilitylive in prima linea.

Nata a Pavia nel 2010 grazie a un progetto in incubazione dal 1987, FacilityLive sviluppa una tecnologia di prossima generazione per l’organizzazione, la gestione e la ricerca di informazioni. Si rivolge ad aziende e istituzioni, ribaltando il modello Google: al centro non c’è più la rilevanza statistica delle informazioni fornite dal motore di ricerca dopo una richiesta dell’utente, bensì la loro pertinenza. FacilityLive ha clienti italiani ed esteri, privati e istituzionali, e 45 brevetti in tutto il mondo.

Amministratore Delegato è Gianpiero Lotito, di anni 59. Con 100 dipendenti all’attivo, l’azienda pavese occupa gli spazi in cui c’era la Magneti Marelli, proprio di fronte all’ex Necchi, all’interno del Polo tecnologico nato da un’iniziativa privata che raccoglie start-up, con altri 200 dipendenti.

 

Gianpiero Lotito è anche Presidente di European Tech Alliance, associazione che raccoglie le imprese tecnologiche nata sotto gli auspici della Commissione Ue nel 2015, dove figurano giganti come BlaBlaCar, Booking.com, MyTaxi, Rovio, Spotify e altre 22 realtà provenienti da 15 Paesi.

L’headquarters di Semed sarà a Pavia, presso la sede di FacilityLive, ma, grazie alla sua posizione geografica e alla sua forte identità culturale mediterranea, Matera è stata scelta come prima sede per gli eventi.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter