Le quattro startup al femminile che hanno vinto il percorso di accelerazione di MIA - Startupitalia immagine-preview

Feb 22, 2019

Le quattro startup al femminile che hanno vinto il percorso di accelerazione di MIA

I progetti selezionati accedono al programma di accelerazione lanciato da Digital Magics, BNP Paribas International Financial Services, BNP Paribas Cardif, Findomestic, Arval Italia e BNL Gruppo BNP Paribas con il patrocinio del Comune di Milano

Per creare un’impresa ci vogliono passione, capacità, coraggio, un’ottima capacità di fare squadra e creare un team. Se sei donna queste qualità vanno moltiplicate. Lo dimostrano i numeri che indicano che solo il 13% delle neo-imprese italiane ha ai suoi vertici una donna (ne abbiamo parlato qui). Per una donna è più difficile ottenere fiducia da parte degli investitori e quindi finanziamenti anche se poi ricerche dimostrano che una startup con ai vertici donne rende di più (c’è una differenza di rendimento del capitale del 47% tra le compagnie con una partecipazione importante di donne nei loro comitati esecutivi rispetto a quelle con nessuna, e una differenza del 55% nei risultati operativi secondo lo studio Woman Matter di Mc Kinsey).

Proprio per incoraggiare il talento femminile è nata MIA – Miss In Action, l’iniziativa di Digital Magics sviluppata in partnership con BNP Paribas International Financial Services, BNP Paribas Cardif, Findomestic, Arval Italia e BNL Gruppo BNP Paribas.

In questi mesi le startup al femminile sono state invitate a candidare i propri progetti per la call. In poco tempo sono state raccolte oltre 160 applicazioni di progetti che poi sono stati attentamente studiati per arrivare a una short list di 10 startup. Ieri alla Fabbrica del Vapore di Milano le finaliste si sono presentate davanti a una giuria formata da Digital Magics, le Società del Gruppo BNP Paribas e 7 donne top manager, imprenditrici, business angel, rappresentanti delle istituzioni: Anna Amati, Vice Presidente META Group e socia IAG; Frieda Brioschi, imprenditrice e Professoressa IED; Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale e ai Servizi Civici, Comune di Milano; Alessandra Gritti, Amministratore Delegato Tamburi Investment Partners; Sandra Mori, Presidente Valore D e Data Privacy Officer Coca-Cola Europe; Valentina Parenti, Co-Founder e General Manager Gamma Donna e Fausta Pavesio, Business Angel e Investor Board Member Smartup Capital.

Tra le 10 finaliste 4 hanno vinto il percorso di accelerazione: BESTEST, InTribe, Transactionale e Work Wide Women. Le vincitrici inizieranno fra pochi giorni il programma di accelerazione: avranno accesso a 3 mesi di formazione dedicata e sviluppo di prodotti e servizi, 2 mesi per la realizzazione di un prototipo pronto per il lancio sul mercato e all’evento finale per presentare i risultati agli investitori.

L’evento è stato anche l’occasione per affrontare temi legati al gender gap e in una tavola rotonda con Monica D’Ascenzo giornalista Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati e Responsabile Aley Oop, Daniela Cerrato Head of Marketing di Mondadori Group e Danda Santini Direttrice Responsabile Io Donna – RCS MediaGroup moderata da Barbara Gasperini giornalista, Conduttrice televisiva e Direttrice NewsRoom Magazine, c’è stata anche la possibilità di raccontare il progetto Unstoppable Women di StartupItalia, nato per raccontare e sostenere la leadership a l femminile nel campo dell’innovazione e della tecnologia.

 

Le 4 vincitrici di MIA – Miss In Action

 

BESTEST (sviluppato dalla startup M2TEST) è il nuovo metodo diagnostico per l’analisi della struttura ossea umana a scopi medico-scientifici. Il test BEST (Bone Elastic Structure Test) è in grado di migliorare l’accuratezza della diagnosi di osteoporosi e di rischio di frattura delle ossa nei pazienti, grazie alla simulazione dell’applicazione di forze su una “biopsia virtuale dell’architettura ossea”, ottenuta da immagini radiografiche.

InTribe realizza progetti di customer insight data intelligence per produrre analisi evolute su esigenze, stili di vita, abitudini ed evoluzioni dei consumatori. Attraverso attività di gamification (giochi e contest) con tecnologie di Intelligenza Artificiale e machine learning, InTribe rende la partecipazione alle indagini di mercato interattiva e coinvolgente.

Transactionale (sviluppata dalla startup Flyer Tech) è la piattaforma che offre ai siti e-Commerce un nuovo strumento per: raggiungere nuovi clienti e fidelizzare quelli esistenti, premiandoli e monetizzando grazie alle tecnologie dei Big Data e di machine learning. Il sistema si basa sulla creazione di campagne di co-marketing tra e-Shop affini e non concorrenti, come collegare all’e-mail di conferma d’acquisto un’offerta promozionale di un altro partner.

Work Wide Women è il progetto di innovazione sociale focalizzato sull’inclusione femminile nel settore ICT. La prima piattaforma di social learning dedicata alla formazione femminile su skill digitali, nuove tecnologie e professionalità del futuro, lavorando insieme alle donne e alle aziende per creare reciproche opportunità di occupazione e accrescimento.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter