immagine-preview

Apr 16, 2019

Le 7 regole di successo degli under 30

Trascorrere del tempo con gli amici, abbracciare l’imprevisto, godersi il viaggio e non chiedere permesso sono solo alcune delle sette regole per il successo degli under 30. Giovani che in questi anni sono diventati leader delle più note startup del mondo

Quali sono le caratteristiche perché un giovane under 30 possa avere successo?

Ce lo dice Forbes, che in un interessante articolo traccia sette indicazioni fornite da sette giovani ambiziosi provenienti dalla comunità degli innovatori, dei founders e degli agenti del cambiamento.

Le sette regole sono un vero e proprio viaggio di quelli in cui la meta conta quanto il percorso e si basano su principi riconosciuti da tutti di ricchezza interiore ed esteriore nel nostro ruolo sociale.

Obiettivo è quello di creare e conoscere il centro di noi stessi per affrontare al meglio i problemi della quotidianità, dalla vita privata, al lavoro, diventando degli individui in continua crescita e in equilibrio tra radici e rinnovamento.

Per essere innovatori di se stessi, tenendo ben premuto il piede sull’acceleratore del successo.

1. Abbraccia l’imprevisto

Ci sono diversi metodi e regole che portano al successo personale. Secondo Forbes: un podio speciale spetta alla comunità degli imprenditori: capaci di individuare le doti su cui bisogna puntare per fare la differenza.

 

La prima qualità per esser (o diventare) un under 30 di successo, è la flessibilità.

Ci sono state volte in cui ho dovuto spostarmi da un continente all’altro con nessun preavviso, volte in cui ho dovuto prolungare un viaggio di lavoro per settimane intere, e altre ancora in cui ho dovuto mollare ciò che stavo facendo per risolvere un problema che aveva priorità su tutto.

È proprio grazie alla flessibilità verso gli imprevisti e alla capacità di abbracciare cambiamenti inaspettati che sono riuscita a diventare l’imprenditrice di successo di oggi.

Una delle migliori regole per il successo imprenditoriale è quella di abbracciare l’imprevisto e di essere flessibile nei momenti di crisi.

Lisa Besserman, founder, Startup Buenos Aries

 

2. Esci dal tuo settore (think outside the box)

Come giovani ambiziosi, un errore che bisogna assolutamente evitare è quello di rimanere confinati all’interno della scatola del settore di cui ci occupiamo.

Ampliare la nostra conoscenza, superando i confini di ciò che conosciamo, esplorare nuove strade e fare nuove amicizie può aiutarci a chiarire cosa stiamo facendo (e a farlo meglio).

Ho sperimentato sulla mia pelle che vivere fuori dal proprio settore di appartenenza ti consente di sviluppare intuizioni radicalmente nuove e prospettive potenzialmente rivoluzionarie.

Impara quindi a uscire dagli schemi conosciuti e ad adottare un approccio nuovo, frequentando anche persone che non provengono dal tuo ambiente. Questo, può risultare illuminante non solo per il tuo business e per diventare una persona di successo, ma per essere in grado di superare, guardando da angolature nuove e sconosciute le tue insicurezze. Andare oltre gli schemi, e oltre le abitudini: potrebbe addirittura piacerti.

Toro Orero, managing partner, DraperDarkFlow

 

3. Goditi il ​​viaggio

Negli ultimi tempi mi è stato più volte ricordato che l’imprenditorialità è un viaggio e non una destinazione.

Come imprenditori accade spesso di esser rapiti dalla sete di raggiungere la meta finale, dimenticando di apprezzare le vittorie e le sconfitte che incontriamo lungo il percorso.

Secondo la mia esperienza posso dire che non dobbiamo dimenticare di apprezzare tutto ciò che stiamo incontrando lungo la strada. Dalle sconfitte alle piccole vittorie. Dai fallimenti alle notti insonni, perché ogni singolo pezzo di strada fa parte dell’incredibile viaggio.

Essere imprenditori equivale a trovarsi sulle montagne russe: siediti e goditi il viaggio.

Brandon Norman, partner, Everybody Eats Company

 

4. Dedica del tempo al tuo mentore

Per avere successo, devi avere un buon mentore: una persona che spesso non sarà d’accordo con te, che ti provocherà e che avrà il coraggio di dirti quando sbagli.

Grazie alle sue preziose lezioni, le tue abilità di leader diventeranno sempre più raffinate, e le tue idee sempre più acute.

Indipendentemente da quanto tu sia impegnato, dedica del tempo al tuo mentore e altrettanto tempo per guidare gli altri (che ti stanno accanto).

Il mentoring potrebbe essere l’investimento più importante che fai nella vita.

E ricorda un mentore saggio si riconoscere dalla capacità di critica costante verso il tuo operato. Ma dissentire non è tradire.

Tori Utley, fondatore, Tinua

 

5. Non chiedere permesso

“Non reagire al mondo. Lascia che il mondo reagisca a te”.

Mi sono spesso ritrovata in contesti in cui ero l’unica donna, di colore e al di sotto dei 30 anni. E per mia educazione culturale mi sono sempre posta in modo quasi timoroso in queste situazioni. Mi sentivo fuori posto, e per mettermi a mio agio spesso mi sono posta nelle condizioni di chiedere permesso. E non prendere mai iniziativa: mi limitavo ad eseguire.

Non oltrepassare i confini delle abitudini culturali, mi ha spesso portata a farmi degli autogol clamorosi, che hanno impedito di mostrare il mio reale valore: costruivo la mia vita emotiva intorno al comportamento degli altri.

Solo dopo, ho compreso che un vero leader non chiede permesso, certo adoperando anche educazione e tatto.

Un vero leader è una persona proactive che si pone alla guida del suo mondo (e non solo). E che prende l’iniziativa nella vita privata come in quella professionale.

La differenza sta proprio li: tra l’essere proattivo e l’essere reattivo.

Kerhyl Gantt, brand manager, Nike

 

6. Staccare, fa bene all’anima

Troppo spesso, siamo divorati dai doveri e dalle responsabilità quotidiane. E finiamo per non staccare mai durante la giornata.

Mi rivolgo soprattutto a chi ha a che fare con i lavori digitali, in questi casi è necessario spegnere la mente (switch off your mind) per poter rigenerarsi. E’ noto che l’assenza di una pausa durante la giornata lavorativa, può portare all’assenza di produttività.

Che si tratti di ascoltare musica, di stare in silenzio, di fare una passeggiata: premere il tasto Pausa è necessario per poter proseguire in modo proficuo dopo.

Ana Sanchez, analyst, global marketing and business development, Hitachi Data Systems

 

7. Trascorri del tempo con gli amici

Almeno una volta a settimana trascorri del tempo con i tuoi amici. Amici e famiglia dovrebbero essere una priorità e non un ripiego. Soprattutto quando sei un imprenditore che pianifica il proprio tempo con un agenda super dettagliata. Inserisci sempre uno spazio per vedere i tuoi amici.

Stare in compagnia di amici è necessario per avere i piedi ben piantati per terra, per avere un confronto. Confronto che spesso conduce a idee migliori rispetto a quelle di partenza.

Gli amici dovrebbero essere un pezzo cruciale e inestimabile della vita di chiunque.

Mitali Rakhit, founder, Globelist

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter