Sweetguest, per la startup degli affitti un round da 8 milioni - Startupitalia
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 29 aprile 2019 alle 13:22

Sweetguest, per la startup degli affitti un round da 8 milioni

Indaco Ventures guida questa tornata che servirà a consolidare il piano di crescita della startup che è già partner di Airbnb

Sweetguest ha chiuso un terzo round di finanziamenti per un valore di 8 milioni di euro: nel capitale della startup che si occupa di affitti a breve e medio termine entra ora Indaco Ventures Partners SGR col ruolo di lead investor, e si unisce a Invitalia Ventures SGR e a un gruppo di investitori professionali e business angel italiani. Il round prosegue il percorso iniziato nel 2016 (1 milione) e 2018 (1,5 milioni), e segna il progresso nella crescita di Sweetguest che ha consentito di decuplicare il fatturato negli ultimi tre anni.

Il terzo round

Dopo aver avviato l’attività, ora arriva il momento di consolidare e crescere: il programma di Sweetguest prevede di investire in asset aziendali e sostenere la posizione di leadership raggiunta sul territorio nazionale. Sweetguest offre un servizio di gestione a 360 gradi degli immobili per affitti brevi, un terreno fertile in un paese ad alta vocazione turistica come l’Italia: proprio su questo intende lavorare la startup, che oggi ha già quattro sedi (Milano, Firenze, Roma e Venezia) e conta su un team di 40 dipendenti più altri 50 collaboratori.

 

“Siamo orgogliosi di questo aumento di capitale così importante, che testimonia la fiducia che gli investitori hanno nel nostro progetto, nei risultati ottenuti sino a questo momento e nel nostro piano di sviluppo – commenta Rocco Lomazzi, CEO e founder di Sweetguest – Grazie al loro supporto siamo certi di poter proseguire una crescita che ci vedrà impegnati nel potenziare la struttura aziendale e continuare a innovare per offrire il miglior servizio sul mercato, tramite una gestione a tutto tondo degli affitti a breve e medio termine”.

 

“Uno dei più importanti fattori che determinano il successo di una iniziativa sono le persone che la guidano e in Sweetguest abbiamo trovato due imprenditori di talento e determinati” ha sottolineato Antonella Beltrame, co-founder di Indaco Venture Partners. Di parere analogo Sergio Buonanno, AD di Invitalia Ventures SGR: “Sweetguest è la prima startup italiana del settore che ha dimostrato grandi capacità commerciali che le hanno consentito di diventare il primo operatore sul mercato italiano in meno di tre anni. Con questo investimento vogliamo sostenere lo sviluppo del leader nel settore, rafforzando la crescita e fornendo all’azienda i capitali necessari per lo scaleup”.

I numeri di Sweetguest

Sono giù più di 1.000 gli immobili gestiti da Sweetguest su Airbnb, che ha anche attribuito alla startup il titolo di “Professional Co-Host” che identifica i partner professionali della piattaforma che lavorano a supporto degli host e con una track-list riconosciuta di gradimento da parte di host e ospiti. La startup è stata fondata da Edoardo Grattirola e Rocco Lomazzi.

Sweetguest affianca i proprietari nella gestione degli immobili: la startup si occupa di pulizie, servizio lavanderia, shooting fotografico degli spazi, check-in, gestione del rapporto e delle comunicazioni con gli ospiti, di fatto sostituendosi al proprietario e garantendo una gestione professionale delle strutture ricettive. L’obiettivo è quello di massimizzare il potenziale delle case concesse in affitto: dalla sua nascita Sweetguest ha prodotto oltre 12 milioni di euro di valore per gli immobili gestiti, con il passaggio di oltre 90.000 ospiti nelle strutture.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter