immagine-preview
In collaborazione con Logo Content By

Mag 15, 2019

Open banking: Penta, la challenger bank tedesca per PMI, si fonde con Beesy e arriva in Italia

Matteo Concas dopo aver lanciato Beesy annuncia la fusione con Penta, la challenger bank per piccole medie imprese basata a Berlino nata nel dicembre 2017 e con già oltre 6.000 aziende clienti.

Quest’anno tra gli argomenti affrontati al #FTSFEST19 c’è l’Open Banking. Ne abbiamo parlato con Matteo Concas che dopo aver lanciato Beesy come CEO nel settembre dell’anno scorso annuncia la fusione con Penta, la challenger bank per piccole medie imprese basata a Berlino nata nel dicembre 2017 e con già oltre 6.000 aziende clienti. Matteo diventa il nuovo CMO di Penta e si aggiunge all’attuale management composto da Jessica Holzbach – CCO, Lukas Zoerner – CPO, and Luka Ivicevic – Chief of Staff.

L’anno delle PSD2

Il 2019 è senza dubbio l’anno della PSD2 e dell’open banking. Da settembre 2019, le banche dovranno aprire a terze parti le “porte” dei conti e dei dati in loro possesso. In tal modo, i clienti delle banche, sia privati che aziende, potranno utilizzare soluzioni di soggetti non bancari per gestire le proprie finanze.

Ed è proprio in questo scenario che l’anno scorso è nata Beesy, la piattaforma di gestione finanziaria per le piccole-medie imprese fondata da Finleap, fintech company builder di Berlino, e co-investita da Fabrick, piattaforma tecnologica che abilita i servizi Open Banking per fintech e banche tradizionali. Proprio oggi, al #FTSFEST19, Beesy annuncia la fusione con Penta, la challenger bank acquistata lo scorso aprile proprio da Finleap, che permette di aprire un conto corrente aziendale online e in pochi minuti. Fabrick rimarrà come shareholder nella nuova società.

 

Open Banking, AI, blockchain: cosa ne pensano gli italiani? La ricerca di Deloitte

 

A raccontarci di questo importante passaggio c’è Matteo Concas, ex CEO di Beesy, ex GM Italia di N26 e da oggi CMO di Penta.

“Quando abbiamo lanciato Beesy ci siamo dati come obiettivo quello di offrire alle piccole-medie imprese una soluzione completa: conto corrente ma anche servizi finanziari, proprietari o di terze parti, utili per la crescita del business. Consapevoli dell’arrivo della PSD2 e dell’avanzata dell’Open Banking, il nostro obiettivo era di creare una soluzione che, oltre ad avere una user experience impeccabile, potesse contare su 1-2 servizi core ma soprattutto fosse pensata per sfruttare ed integrare servizi fintech utili alle imprese sviluppati da terze parti.”

 

Penta in questo senso sembra essere il partner giusto: nati solo un anno e mezzo fa ha già raggiunto oltre 6.000 PMI in Germania. La value proposition è semplice e fa leva sulle difficoltà del settore bancario che ancora fatica ad offrire servizi finanziari ad hoc per questo segmento: aprire online un conto corrente con cui gestire bonifici e carte.

 

“Mentre Penta ha lavorato per avere un conto corrente e multi-card facili da aprire ed usare, noi di Beesy siamo partiti lanciando una soluzione di fatturazione e gestione spese integrabile con il corporate banking, lavorando costantemente per trovare un partner che ci permettesse di offrire un conto corrente pensato per le PMI, rigorosamente tech e customer centric.”

Una soluzione con al centro il cliente

 

I prossimi passi sembrano andare ancora in questa direzione collaborativa che premia chi sa offrire servizi fintech integrabili e ad alto valore aggiunto per il cliente finale.

 

“Il segmento delle PMI è storicamente stato sottoservito, con Penta vogliamo ascoltare le loro esigenze e andare ad offrire quei servizi finanziari di cui hanno bisogno per crescere e fare impresa. Per le imprese sarà come entrare in un marketplace dove potranno scegliere quali servizi attivare.”

 

Creare un marketplace di questo tipo presuppone conoscere molto bene il mercato e poter sviluppare rapidamente i servizi di cui una piccola impresa ha generalmente bisogno: prestiti, anticipo fatture, pagamenti in valuta estera…

“Per farlo, sfrutteremo le opportunità offerte dall’open banking: fare leva e collaborare con partner fintech e bancari locali ed innovativi. Solo così possiamo offrire prodotti complessi nel pieno rispetto di tutti i constraints legali e minimizzando le tempistiche di go-to market.”

 

Penta ha le idee chiare: creare una soluzione customer centrica collaborando con partner locali per adattarsi alle specificità di ogni paese sia in termini di regolamentazione che di prodotto, già pensato per il cliente locale.

 

“Nei prossimi mesi il focus sarà guidare la crescita in Italia e in Germania ma non vogliamo fermarci qui. Vogliamo essere la prima banca per PMI pan-europea”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter