Casavo, la startup che vende casa in 30 giorni, chiude un'operazione da 27 milioni di euro
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 31 maggio 2019 alle 18:01

Casavo, la startup che vende casa in 30 giorni, chiude un’operazione da 27 milioni di euro

Si tratta di un'operazione di debito che è stata conclusa grazie al supporto di Rödl & Partner. La startup italiana raggiunge i 50 milioni di raccolta in 20 mesi di vita

Sono passati solo tre mesi da quando avevamo parlato di un round di finanziamento di Casavo (7 milioni con Project A Ventures) e oggi vi raccontiamo della chiusura da parte della startup di Giorgio Tinacci, di  un’operazione ancora più importante: una raccolta di capitale di oltre 27 milioni. In questo caso si tratta di capitale di debito e quindi non di equity e che per la società significa la possibilità di poter concludere più del doppio delle operazioni immobiliari che potevano essere pensate fino al momento prima dell’accordo.

Casavo raggiunge così quasi 50 milioni raccolti tra equity e debito in 20 mesi di vita.

L’operazione è stata conclusa grazie al supporto di Rödl & Partner, con un team composto dal Partner Gennaro Sposato e dalla Associate Barbara Mateos Frühbeck, e di Chiomenti, con un team composto dal Partner Marco Paruzzolo, dal Senior Associate Edoardo Canetta Rossi Palermo e dall’Associate Michele Amisano.

Che cosa fa Casavo

Casavo è il primo Instant Buyer in Italia e si occupa di acquistare unità residenziali all’istante. In media, secondo i dati della Banca D’Italia,  utilizzando gli strumenti tradizionali a disposizione nel mercato immobiliare, nelle principali città italiane occorrono sette mesi per vendere un immobile residenziale. Casavo invece è in grado di garantire il 100% della liquidità e la conclusione dell’operazione entro 30 giorni dal primo contatto con il venditore.  Per farlo utilizza il modello dell’Instant Buyer (iBuyer) un sistema di valutazione automatizzato che prende in considerazione oltre 70 variabili e offre in tempo reale ai potenziali venditori il giusto valore delle loro proprietà tramite un’offerta di acquisto immediata.

Leggi anche: CASAVO, la piattaforma per vendere casa in 30 giorni, va in TV. Sabato la rubrica StartupItalia! su La7

“La raccolta di capitale di debito è fondamentale per Casavo: il nostro modello di business infatti è per sua natura molto capital intensive visto che ruota attorno alla compravendita di asset immobiliari. L’accesso al credito di un importante fondo europeo di finanziamento di debito e di una delle principali banche italiane ci offre l’opportunità di poter accelerare il piano di transazioni che abbiamo pianificato per il 2019, che prevede l’acquisizione di più di 200 immobili a Milano, Roma, Firenze e Torino”, ha dichiarato Giorgio Tinacci, fondatore e CEO di Casavo.

 

Inoltre, aggiunge Giuseppe Caputo, Responsabile della Finanza di Casavo, “Questa operazione testimonia ancora una volta la nostra credibilità sul mercato. Aver ottenuto un finanziamento di queste dimensioni è prova del fatto che Casavo viene apprezzata anche dagli operatori più tradizionali, in linea con l’obiettivo strategico di efficientare il costo del capitale nel lungo termine.”

 

I prossimi passi: 200 operazioni immobiliari nel 2019

 

Dalla sua nascita, in poco più di un anno e mezzo, Casavo ha chiuso più di 120 operazioni immobiliari investendo più di 31 milioni di euro ed è cresciuta da 2 a 40 dipendenti. Più di 700 agenzie immobiliari hanno aderito al network Casavo a Milano e Roma e altre ancora si stanno aggiungendo, incluso a Torino e Firenze, dove la società ha aperto da un paio di mesi. Adesso Casavo ha la capacità finanziaria per poter puntare alle 200 operazioni immobiliari in acquisizione nel corso di un solo anno solare; nel solo mese di maggio Casavo ha infatti già concluso oltre 30 transazioni.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter