Simone Maggi, CEO di Lanieri: “Con l’arrivo di Grignolo puntiamo al salto di qualità”
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 1 luglio 2019 alle 16:47

Simone Maggi, CEO di Lanieri: “Con l’arrivo di Grignolo puntiamo al salto di qualità”

Alberto Grignolo approda nell’azienda di abbigliamento su misura 100% Made in Italy dopo 15 anni di esperienza come Chief Operating Officer di Yoox

Come una grande squadra che punta a fare il salto di qualità andando a prendere il miglior giocatore sul mercato, quello con le caratteristiche perfette per completare la formazione e puntare al bersaglio grosso. Lanieri, la piattaforma online di abbigliamento su misura 100% Made in Italy, ha annunciato l’ingresso di un nuovo board member all’interno del CDA. Si tratta di Alberto Grignolo, ex COO di Yoox, azienda specializzata nell’e-commerce al dettaglio di abbigliamento di alta moda, accessori e design, diventata in pochi anni un multi-brand leader nel mondo, con filiali in Europa, Giappone, Cina e Stati Uniti e clienti sparsi in più di 100 Paesi nel mondo.

Grignolo, classe ‘73, dopo una laurea in economics all’Università Bocconi di Milano, ha maturato un’esperienza di oltre 15 anni all’interno del Yoox Group, dove ha ricoperto il ruolo di Chief Operating Officer fino al 2018. Ora l’approdo a Lanieri: “Sentivamo la necessità di portare una persona con competenze nuove, cercavamo qualcuno con un modo diverso di pensare per affrontare la scalabilità internazionale” spiega Simone Maggi, ceo di Lanieri. “Abbiamo ragionato su diverse possibilità, ma Grignolo è sempre stata la nostra prima scelta, viene da una realtà come Yoox, già di per sé una garanzia. Ha una visione strategica che cambierà il nostro modo di fare business”.

Lanieri propone abiti, camicie, polo, chinos, giacche, gilet, blazer, cappotti, smoking e accessori, tutto online e su misura. Disponibile in 70 nazioni al mondo con un’offerta sia formale che sportiva, l’azienda di Simone Maggi da la possibilità di ordinare un capo su misura personalizzabile con oltre 10 milioni di combinazioni possibili, stando comodamente seduti sul divano.

“Noi siamo già sul mercato internazionale, ma l’arrivo di Grignolo ci aiuterà a capire meglio i possibili sviluppi futuri del nostro brand. ‘Thinking outside the box’: ecco cosa ci aspettiamo dal suo arrivo. I grandi movimenti che ha portato a termine nella sua precedente esperienza aprono grandi prospettive per il nostro avvenire” aggiunge Maggi. Grignolo, infatti, è stato uno dei protagonisti della fusione tra Yoox Group e il Gruppo Net-a-porter nel 2015 e delle operazioni da parte del gruppo Richemont.

“Sono orgoglioso di potere offrire il mio contributo alla crescita e allo sviluppo di Lanieri e supportare Simone e Riccardo nel disegno e nell’implementazione della prossima fase di sviluppo di una delle eccellenze digitali del made in italy” ha dichiarato il nuovo arrivato.

Non ci si prefissano obiettivi specifici, per il momento, anche se i numeri fino ad oggi sembrano più che positivi: “L’anno scorso abbiamo chiuso con un fatturato di 4 milioni di euro. Quest’anno siamo cresciuti del 30% nei primi 6 mesi, ma è ancora presto per cantare vittoria. Il nostro è un business aciclico, molto dipenderà dall’estate e dalla nuova collezione autunnale. Di certo, però, con l’arrivo di Grignolo siamo pronti ad affrontare qualunque sfida”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter