Planet Smart City ha raccolto 50 milioni in 18 mesi. Che cosa fa la startup del social housing sostenibile
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 28 giugno 2019 alle 21:42

Planet Smart City ha raccolto 50 milioni in 10 mesi. Che cosa fa la startup del social housing sostenibile

Nuovo round per la società londinese, con cuore italiano, impegnata nell'edilizia innovativa e a prezzi accessibili: "Non solo abitazioni, diamo forma alle comunità"

Smart social housing. Cioè soluzioni abitative con i più alti standard di efficienza ma destinate alla vendita o all’affitto a canoni calmierati. E spesso inserite in progetti più ampi di sviluppo sostenibile e di riqualificazione. Insomma, un’idea diversa di società, di urbanistica, di edilizia. In Italia (anche se la sede è oltremanica) c’è una società che da tempo lavora su simili iniziative, tanto da diventare leader del settore. Si chiama Planet Smart City e ha appena chiuso il suo terzo round di raccolta di capitale da 6,5 milioni di euro. Toccando, nel complesso, quota 50 milioni in meno di un anno (10 milioni raccolti a settembre, 34 chiusi a inizio gennaio a cui si aggiungono quelli dell’ultimo round).

L’edilizia residenziale accessibile

Le nuove risorse serviranno a mettere il turbo ad altri progetti di edilizia residenziale “accessibile”, per la precisione otto, in cantiere nei prossimi 18 mesi. Al round hanno partecipato investitori istituzionali e famiglie imprenditoriali: tra i primi figura il Fondo Equiter i cui soci sono Compagnia di Sanpaolo, Fondazione CRT, Fondazione CRC e Intesa Sanpaolo. Tra le seconde ci sono Claudio Costamagna, Davide Malacalza, Eraldo Bianchessi, Gaudenzio Roveda, Ruben Levi, e il fisico e imprenditore Stefano Buono, fondatore nel 2002 di Advanced Accelerator Applications, società acquisita da Novartis nel 2018 dopo la quotazione al Nasdaq di New York, poi delistata. Buono dal 2018 è anche presidente di Planet Smart City

Il progetto a Milano

Fondata nel 2015 da Giovanni Savio e Susanna Marchionni, Planet ha in realtà sede a Londra anche se il suo dna è italiano. Lavora in Paesi segnati da crisi e deficit abitativi e collabora con costruttori di tutto il mondo per rivitalizzare le comunità esistenti attraverso tecnologie intelligenti. Qualche esempio? Mentre in Italia Planet è tra gli advisor di Redo, il nuovo smart district per il social Housing di Milano, nell’area di Rogoredo-Santa Giulia firmato da Investire sgr con la Fondazione Housing Sociale promossa da Fondazione Cariplo con oltre 600 appartamenti di diverse tipologie offerti in locazione e vendita convenzionata. Ha realizzato un progetto anche a Cesano Boscone ma gli scenari più avanzati sono in Brasile.

Le città intelligenti in Brasile

Uno, in via di completamento, è Smart City Laguna, nel municipio di São Gonçalo do Amarante, nello Stato del Ceará (Nord-est del Paese) che darà una casa a 25mila persone e ospiterà i servizi pubblici essenziali per una comunità (scuola, centro sanitario, centro commerciale). Nell’area metropolitana di Natal, nello Stato del Rio Grande do Norte (sempre nel Nord-est brasiliano) sono invece iniziati a maggio i lavori di Smart City Natal che darà una casa a 15mila persone.

L’interesse spontaneo manifestato da alcuni potenziali investitori ci ha indotto a riaprire il capitale con anticipo rispetto a quanto previsto inizialmente (fine 2019), e il successo della raccolta ci permetterà di accelerare ulteriormente la realizzazione del piano innovativo proposto da Planet Smart City – ha spiegato Savio – hanno, in questo senso, un’importanza strategica le prime applicazioni del nostro modello di edilizia residenziale, in Brasile e in Italia. Stiamo già lavorando in altri Paesi per continuare a rispettare gli obiettivi stabiliti dal piano di sviluppo”.

Planet dà forma alle comunità

Planet ha messo in piedi negli anni un team multidisciplinare ed estremamente motivato e i suoi progetti integrano soluzioni innovative architettoniche, digitali, ambientali e sociali per offrire case di alta qualità a basso costo, creando valore duraturo. “Considerando l’evoluzione delle città, Planet realizza più di semplici abitazioni – si legge in una nota – dà forma a comunità supportate da grandi infrastrutture, tecnologie, servizi e programmi di coinvolgimento sociale“.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter