La Web app che ti riconosce al supermercato. L'idea che ha vinto “Hack Your Shopping Experience” - Startupitalia immagine-preview

Ago 11, 2019

La Web app che ti riconosce al supermercato. L’idea che ha vinto “Hack Your Shopping Experience”

“Hack Your Shopping Experience” è il hackathon lanciato dal Gruppo VéGé e da PoliHub e che punta a trovare le idee migliori per rivoluzionare l'esperienza in negozio

Una Web App che riconosce il cliente quando entra nuovamente nel supermercato e permette al personale di sapere il suo nome e le sue preferenze o suggerisce prodotti in offerta sulla base dei precedenti acquisti. È il progetto ideato dal team di Samuele Milanesi, Luca Fabio Parafioriti, Andrea Pasotti, Federico De Faveri, Mattia Toffanetti, primo classificato all’hackathon lanciato nei mesi scorsi da Gruppo VéGé e PoliHub, l’incubatore del Politecnico di Milano gestito dalla Fondazione Politecnico. Il team ha ricevuto un premio in denaro e la possibilità di accedere gratuitamente a un programma di tre mesi di accelerazione imprenditoriale e tecnologica in PoliHub. Li abbiamo intervistati.

,

L’intervista

Come è nata l’idea?

L’idea è nata grazie al grande supporto di PoliHub, durante l’Hackathon “Hack Your Shopping Experience” di fine maggio. Siamo rimasti affascinati da alcuni spunti che ci sono stati forniti dai relatori della prima mattinata di lavori e abbiamo avuto un occhio di riguardo per gli ultimi trend del mondo della GDO. In particolare ci ha colpito l’idea di provare la bellezza dell’esperienza di acquisto ‘in loco’, soprattutto per i reparti del Fresco e Freschissimo, con il mondo del retail digitale che fino si basa su un’ottica “Click and Receive”. Siamo fermamente convinti del fatto che anche in un futuro sempre più digitalizzato il retail fisico non scomparirà, ma dovrà integrarsi con le nuove tecnologie.

 

Come funziona nello specifico la vostra Web App?

La nostra Web App come architettura segue molto i trend tecnologici delle early-stage startups, ovvero usa framework moderni, dinamici e leggeri che permettono di sviluppare un prodotto flessibile ma soprattutto modulare in relativamente poco tempo. I codici risiederanno in un’infrastruttura cloud scalabile e veloce. Essendo appunto una Web App, non sarà necessario scaricare applicazioni; qualsiasi dispositivo dotato di un browser potrà interagirci senza alcuna restrizione. Lo staff avrà un’area dedicata dove potrà gestire tutto in piena autonomia, i clienti invece useranno QR codes in determinate aree del punto vendita per accedere a specifiche sezioni dell’app.

Cosa cambia per il cliente durante la sua esperienza di acquisto?

L’apporto fondamentale che ci è stato riconosciuto dai manager VéGé e dai responsabili PoliHub è l’arricchimento dell’esperienza di acquisto, che si proietta verso il futuro. Non possiamo prescindere dalla realtà sempre più digitalizzata verso cui l’innovazione si sta muovendo, ma non dobbiamo abbandonare gli aspetti umani, multi sensoriali e interpersonali che rendono significativa un’azione che altrimenti sarebbe pressoché asettica; la nostra Web App mira quindi a creare un’integrazione molto forte tra questi aspetti: all’interno dello store, la tecnologia che offriamo diventa un mezzo per arrivare a servizi e supporti personali (oltre che personalizzati) e tutto agevolmente tramite lo smartphone, che ormai tutti solitamente usiamo.

 

Come affrontate la questione privacy?

Tutti i dati saranno innanzitutto trattati come indicato negli articoli della GDPR. Un particolare vantaggio del nostro progetto è che all’interno della Web App non vengono direttamente scambiati dati sensibili, come per esempio passwords o chiavi crittografiche. Questo perché la Web App si appoggia su servizi di autenticazione di altre piattaforme. I dati che invece andremo a immettere nei nostri database verranno espressamente comunicati nella privacy policy e verrà richiesto il consenso dell’utente prima di qualsiasi cattura di informazioni. I databases che utilizzeremo saranno forniti e gestiti da dei servizi cloud catalogati come DaaS (=Database as a Service). Questi ultimi ci permettono di delegare la responsabilità e la gestione delle banche dati a team dedicati, offrendo un alto standard di sicurezza e di protezione della privacy a tutti gli utenti.

 

Quali sono i tempi per lo sviluppo della Web App prima di lanciarla sul mercato?

Siamo riusciti a creare un prototipo funzionante in un weekend, ma per la creazione della Web App vera e propria ci sono circa due mesi di sviluppo. Questi due mesi comprendono la pianificazione, configurazione e settaggio dell’infrastruttura cloud, lo sviluppo di un backend scalabile e leggero, e in parallelo lo sviluppo di varie interfacce utente.

 

Obiettivi per il futuro?

Per i prossimi mesi l’obiettivo principale sarà quello di sfruttare al massimo l’esperienza di PoliHub e, con il loro appoggio, concretizzare la nostra idea. Durante la fase di sviluppo cercheremo di muoverci parallelamente a Gruppo VéGé in modo da produrre sin da subito un servizio realmente implementabile all’interno dei loro numerosi punti vendita. Sotto questo aspetto siamo molto positivi e siamo fieri di aver partecipato alla giornata di festa dei 60 anni dalla nascita del Gruppo.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter