Le 50 città a misura di imprenditrice: San Francisco al primo posto, Milano al 35mo
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 23 luglio 2019 alle 8:00

Le 50 città a misura di imprenditrice: San Francisco al primo posto, Milano al 35mo

La ricerca promossa da Dell Technologies analizza il grado di accesso delle donne a capitali, talenti, cultura, tecnologie, mercati. Gli Stati Uniti sono la nazione più avanzata in questo senso. L'Italia ha solo una rappresentante in classifica

È vero che eistono dei luoghi a misura di donna, anzi di imprenditrice donna? Secondo lo studio Dell Women Enterpreneur Cities Index promosso da Dell Technologies la risposta è sì. Tra le 50 città che più si impegnano per favorire l’iniziativa imprenditoriale femminile il posto d’onore è riservato a San Francisco. Nella classifica c’è, però, anche la nostra Milano al trentacinquesimo posto, in miglioramento di due posizioni rispetto all’anno scorso, davanti a Dubai e Pechino.

© Dell

Gli Stati Uniti sul podio

Che gli Stati Uniti detenessero lo scettro anche quest’anno era abbastanza scontato. D’altronde nella top ten ci sono ben sei città statunitensi. Meno scontato che lo facessero non con la Grande Mela, saldamente finora sul gradino più alto del podio, ma con San Francisco che evidentemente in quest’anno ha messo in campo politiche sociali più efficaci in questo senso e programmi specifici per incoraggiare e sostenere le donne che vogliono avviare un business.

Accesso a capitali, tecnologia, cultura

La società di ricerche IHS Markit che realizza per conto di Dell Technologies questa classifica tiene in considerazione il grado di accesso delle donne rispetto ai capitali, alla tecnologia, al talento, alla cultura e ai mercati. La San Francisco Bay è riuscita a scalzare New York proprio per la sua capacità di assicurare alle donne uguali opportunità di accedere ai capitali rispetto agli uomini. Inoltre ha migliorato la sua performance per quanto riguarda l’accesso alla cultura e alla tecnologia. Non molto positivi i risultati per quanto riguarda il costo della vita. Al terzo posto della classifica troviamo Londra. È la prima città europea in questo speciale ranking dato che Parigi è ottava. I migliori risultati la capitale inglese li raggiunge nell’accesso ai talenti e ai capitali.

Divario di genere in Italia

Veniamo poi alla nostra Milano. È l’unica città italiana presente nella classifica, segno che ancora molto rimane da fare per colmare un divario di genere molto marcato nel nostro Paese, in particolar modo quando si parla di imprenditoria femminile. «Le idee, la creatività, la tenacia e la competenza delle donne sono un aspetto irrinunciabile per dare una spinta concreta all’economia in termini di crescita e sviluppo», ha commentato Giulia Scalfi, Sr. Director of Business Operations & CFO Western Region & Italia di Dell Technologies. La sfida da affrontare per dare pari opportunità alle donne nel mettere in campo le loro potenzialità è finanziaria, culturale, sociale e politica.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter