Qonto, il nuovo conto corrente aziendale per PMI e startup - Startupitalia immagine-preview
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto
In collaborazione con Logo Content By
In collaborazione con Logo Content By

Lug 25, 2019

Qonto, il nuovo conto corrente aziendale per PMI e startup

Tra le top 50 Global Fintech secondo KPMG, Qonto - la neo-banca 100% dedicata al segmento business - ha raggiunto 50.000 clienti in 2 anni e, da maggio 2019, ha iniziato a rivoluzionare la quotidianità bancaria anche di imprese e liberi professionisti italiani.

Lug 25, 2019

Qonto, il nuovo conto corrente aziendale per PMI e startup

Tra le top 50 Global Fintech secondo KPMG, Qonto - la neo-banca 100% dedicata al segmento business - ha raggiunto 50.000 clienti in 2 anni e, da maggio 2019, ha iniziato a rivoluzionare la quotidianità bancaria anche di imprese e liberi professionisti italiani.

Una soluzione bancaria pensata per le imprese

Qonto è la neo-banca nata per rispondere alle esigenze di PMI e liberi professionisti , che raramente vengono soddisfatte dalle banche tradizionali, molto più focalizzate sull’offerta consumer. La mission di Qonto è infatti quella di creare un servizio bancario amato dal segmento business.

Il prodotto offerto non è un semplice conto corrente aziendale, ma un insieme di funzionalità che permettono di gestire in modo semplice ed immediato tutto ciò che concerne la gestione finanziaria e contabile tipica di PMI, startup e liberi professionisti.

L’ offerta di Qonto  si compone di 3 piani alternativi e si declina in 3 vantaggi principali: semplificazione delle attività ordinarie, maggiore efficienza e massima trasparenza sui prezzi con la possibilità di confronto con altri conti correnti. Le imprese possono aprire in pochi minuti un conto corrente 100% online e gestirne i vari aspetti con una user experience fluida ed efficiente, grazie ad un’interfaccia intuitiva. Ad ogni spesa corrisponde una notifica in tempo reale, tramite cui è possibile allegare un giustificativo, e tutte le transazioni vengono auto-categorizzate. (Qui maggiori informazioni)

Il servizio è pensato per favorire la collaborazione di team, con la possibilità per le imprese di ordinare una o più carte di debito per i dipendenti, definendo diverse tipologie di accesso e permessi di utilizzo del conto corrente aziendale . In questo modo viene semplificata notevolmente anche la gestione delle note spese aziendali, eliminando l’anticipo di liquidità da parte dei dipendenti e dematerializzato la relativa documentazione. A questo si aggiunge l’opzione di creare un profilo dedicato al commercialista, così da integrare e agevolare le attività contabili.

Qonto vanta una valutazione media di 4.7 su 5 su App Store e Play Store e registra il 98% di livello di soddisfazione per l’efficienza del suo customer service, garantendo al cliente un tempo di risposta medio inferiore a 15 minuti.

Come è nato Qonto?

Solo l’esperienza diretta con le banche tradizionali poteva rivelare il bisogno di un servizio bancario costruito ad hoc per le imprese. Alexandre Prot e Steve Anavi, imprenditori seriali (nel 2013 hanno fondato Smok.io, poi acquisita da una Fortune 500), occupandosi della gestione finanziaria della loro azienda, hanno sperimentato in prima persona la complessità dei sistemi di business banking.

“È stata la mia prima esperienza con un conto corrente professionale e l’ho trovata estremamente frustrante e time-consuming, dall’apertura del conto fino alla gestione quotidiana delle spese aziendali, a causa della mancanza di strumenti adatti alle mie esigenze.” – così Alexandre parla dei servizi che le banche tradizionali offrono alle imprese.

Per Alexandre e Steve era quindi necessario trovare un’alternativa migliore, specifica per i bisogni di imprenditori come loro; ma, invece che continuare a cercarla senza successo, hanno deciso di crearla e nel 2016 hanno fondato Qonto.

Fundraising

1 anno di lavoro, 20 ingegneri e 12 milioni di Euro di fondi (un round seed di 1.6 milioni di euro, più un round A di 10 milioni di euro) – ricevuti dai lead investor Valar Ventures (Peter Thiel, co-founder di PayPal), Alven Capital e dalla Banca Europea per gli Investimenti – hanno permesso a Qonto di sviluppare la piattaforma e di lanciare ufficialmente il servizio in Francia a luglio 2017. Da allora è stato chiuso anche un round B di ulteriori 20 milioni di euro, grazie ai quali è stato possibile strutturare ulteriormente il team – che oggi conta oltre 150 talenti – e far crescere il business fino a raggiungere i 50.000 clienti.

L’espansione in Italia

Qonto ha sempre avuto uno spirito internazionale, grazie alla consapevolezza dei fondatori che le difficoltà nella gestione bancaria sono comuni a tutte le imprese europee. Il 2019 dà ufficialmente il via all’espansione del servizio oltre i confini nazionali, con il lancio in Italia, Spagna e Germania.

Mariano Spalletti - Country Manager Italia

“L’Italia conta 4,4 milioni di imprese, la maggior parte con meno di 250 dipendenti, e ormai oltre 10.000 startup. Alla luce di questi dati e della rapida crescita registrata in Francia – dove sono

bastati 2 anni per raggiungere quota 50.000 clienti – vogliamo porci l’obiettivo di replicare gli stessi risultati nel nostro paese.” – spiega Mariano Spalletti, Country Manager Italia.

Qonto è approdato in Italia a metà maggio e, nella prima settimana dal lancio, ha conquistato oltre 300 imprese – un primo traguardo promettente: “Questo dimostra che anche in Italia viene percepito un gap a livello di servizi bancari B2B e che esiste una concreta esigenza di soluzioni moderne su misura per PMI e liberi professionisti, a conferma della potenzialità di una crescita al pari di quella ottenuta in Francia.”

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter