Salute, ecosostenibilità, innovazione. Torna a Napoli l’HackNight at Museum
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 9 ottobre 2019 alle 13:18

Salute, ecosostenibilità, innovazione. Torna a Napoli l’HackNight at Museum

Quindici promotori e 200 ragazzi si sono dati appuntamento per la quarta edizione dell'hackathon targato Maker Faire Rome

Un hackathon, l’HackNight at Museum, in una chiesa sconsacrata non è certo qualcosa che capita tutti i giorni.
Ma se dietro c’è la Regione Campania e “Maker Faire Rome – The European Edition 4.0” con Sviluppo Campania e in collaborazione con l’Università degli studi di Napoli “Federico II” e si tratta della quarta edizione di Hacknight at Museum, tutto è davvero possibile.

L’HackNight in numeri

Come coinvolgere più di 200 ragazzi e ragazze che il 5 e 6 ottobre si sono dati appuntamento a Napoli, nel complesso museale dei Santi Marcellino e Festo. Ventisei team provenienti da tutta Italia, ma anche dalla Russia e Germania per 24 ore hanno dato del loro meglio per rispondere alle challenge proposte sulle tematiche come sostenibilità ambientale, salute, mobilità, didattica e beni culturali.

Leggi anche: Onde Alte vi porta “a scuola da Greta”… per hackerare il sistema

The Big Hack – [email protected] si è confermato anche quest’anno come l’appuntamento tradizionale promosso dall’Assessorato all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania che coincide con l’apertura dell’anno accademico della Apple Developer Academy e che si inserisce nella strategia regionale di promozione e diffusione delle competenze digitali, in particolare presso i giovani per avvicinarli allo studio delle discipline scientifiche.

24 ore per innovare nel nome della cooperazione e dell’openess

Oltre naturalmente ai partner istituzionali, hanno partecipato all’hackathon nel ruolo di promotori grandi realtà come il Centro Ricerche di FCA, ACEA, Almaviva, Consorzio Clara-Cisco, Electrolux, Eni, Healthware, Merck, So.Re.Sa. – Azienda Ospedaliera dei Colli, Tecno-Museo di Capodimonte, Trenitalia-Ferrovie dello Stato hanno messo sul piatto più di 30mila euro tra buoni di acquisto, servizi business oriented e viaggi per importanti eventi tecnologici internazionali.

L’assessore alle Startup della Regione Campania

“Una quarta edizione – afferma Valeria Fascione, assessore alle Startup, Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Campania – che ha confermato l’importanza di questa maratona che attiva la creatività dei giovani e al contempo attrae l’interesse crescente di importanti aziende nazionali e internazionali che arrivano a caccia di soluzioni innovative e di nuovi talenti da assumere. È stato un hackathon da record per numero di challenge e promotori, che ci ha consentito di portare nel cuore di Napoli 15 big player e farli cooperare per 24 ore, come sempre in un approccio open.”

Leggi anche: Augmented humanity: a Roma la mostra sul futuro della nostra specie. Tra protesi cibernetiche, making e arte

Le sfide presentate infatti, verranno anche rese disponibili sulla piattaforma di Open Innovation della Regione Campania, un vero e proprio Marketplace dell’Innovazione, l’unica in Italia a consentire anche agli enti pubblici di esprimere una propria domanda di nuove tecnologie e soluzioni coinvolgendo soggetti quali imprese, startup, università e centri di ricerca: questo non solo costituisce il vero valore aggiunto a un hackathon già di per sé ricchissimo, ma permetterà di ampliare le opportunità di interazione e matching tra innovatori campani e aziende.

I Vincitori The Big Hack – [email protected]

 

DreN per Regione Campania, So.Re.Sa, Azienda Ospedaliera Colli
Applicazione sviluppata che permette l’acquisizione di dati riferiti al virus dell’influenza. È possibile monitorare la sua diffusione in tempo reale, ricevere consigli sulla prevenzione dell’influenza e per il suo trattamento. Il tutto implementato con tecnologie come: Intelligenza Artificiale, Database, Geolocalizzazione.

 

Ocean’s Five per Eni
Water sharing è una piattaforma web che promuove l’utilizza di acque Syndial attraverso l’analisi dei dati e incentiva comportamenti virtuosi attraverso politiche di marketing dedicate ai partner.

 

Dolcemente Amaro per Centro Ricerche di FCA
Il progetto consiste nella progettazione di una piattaforma driver system che permette di migliorare l’interazione tra uomo, auto e ambiente circostante mentre è alla guida con una riduzione dei rischi, grazie all’utilizzo di tecnologie innovative. Tra le varie funzioni pensate abbiamo delineato diversi campi tematici tra cui quelli delle health, wellness e info assistant.

 

Gandalf Team per Acea
Applicazione che snellisce e facilità la gestione delle proprie utenze Acea

 

Trainoholics per Trenitalia-Ferrovie dello Stato Italiane
Trenitalia+ un assistente per i passeggeri Trenitalia che aiuta nell’orientamento ai servizi presenti nelle stazioni, chiedere assistenza personale per bisogni speciali e controllare lo stato dei treni.

 

Night Monkeys per Almaviva
GreenCom si occupa di fornire agli utenti dei premi in cambio di una condotta ecosostenibile, incentrata sull’acquisto di beni di consumo a basso impatto ambientale.

 

How I Met Your Challenge per Consorzio Clara-Cisco
Il progetto si propone di innovare il processo di apprendimento dei discenti in aule scolastiche grazie all’ausilio della tecnologia Cisco. In particolare, viene promosso il metodo di apprendimento montessoriano dando la possibilità agli alunni, attraverso gamification e altri servizi, di imparare collaborando e interagendo con i docenti.

 

Mambo No.5 per Electrolux
Un’app per frigo smart che sia compatibile ed interconnessa con tutti gli altri elettrodomestici smart Electrolux. Attraverso tecnologie esistenti e future l’app permetterà di avere un totale controllo sul contenuto del frigo e sull’acquisto di alimenti, oltre a gestire le altre riserve di cibo come la dispensa. Così sarà possibile ridurre fino ad eliminare lo spreco di cibo e condividere il cibo in eccesso con il proprio network di amici.

 

Gate42 per Healthware
HeasyCheck è una piattaforma che permette di semplificare il processo di ricerca delle attività mediche preventive intorno a te e che fornisce pillole d’informazione per una salute più consapevole

 

Fertilyteam per Merck Italia
Un’app che funzioni come hub della sessualità femminile di modo da aumentare la consapevolezza delle possibilità di concepire con l’aumentare dell’età.

 

La Mia Campania per Tecno e Museo e Real Bosco di Capodimonte
Un’app che rende la visita al Museo di Capodimonte un’esperienza unica e coinvolgente, stimolandone l’interesse già da casa e aiutandolo a comporre la propria visita personalizzata, presentandosi come una guida digitale a 360°.

L’iniziativa, co-finanziata dall’Unione Europea è realizzata nell’ambito del Por Fesr 2014-2020 Obiettivo Tematico 1 – Ricerca e Innovazione. The Big Hack – HackNight at Museum è la tappa esclusiva di avvicinamento alla settima edizione di »Maker Faire Rome – The European Edition«, evento organizzato dalla Camera di Commercio di Roma, che si svolgerà nella Capitale dal 18 al 20 ottobre presso la Fiera di Roma.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter