Nuove risorse per FII Tech Growth, che lancia anche un fondo parallelo con Lazio Venture
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 5 novembre 2019 alle 16:11

Nuove risorse per FII Tech Growth, che lancia anche un fondo parallelo con Lazio Venture

Secondo closing per FII Tech Growth con i nuovi investimenti di Cassa Depositi e Prestiti e Cassa Forense. Al via anche FII Tech Growth Lazio

Il fondo FII Tech Growth, gestito da Fondo Italiano d’Investimento SGR e promosso da Cassa Depositi e Prestiti, ha lanciato il fondo parallelo FII Tech Growth Lazio, con l’investimento di Lazio Venture, il fondo di fondi gestito da Lazio Innova, società in house providing della Regione Lazio.

Secondo closing. Parallelamente, il fondo principale FII Tech Growth grazie ai nuovi investimenti di Cassa Depositi e Prestiti (che ha sottoscritto un nuovo commitment per 25 milioni di euro in aggiunta ai 50 milioni di euro investiti al primo closing) e di Cassa Forense, ha effettuato il suo secondo closing, cumulando complessivamente risorse per un ammontare superiore ai 110 milioni di Euro, da destinare al sostegno del sistema delle PMI tecnologiche italiane.

Fondo da 18 milioni di euro

FII Tech Growth Lazio ha una dotazione di 18 milioni di euro e si occuperà di effettuare investimenti in società ad elevato contenuto tecnologico localizzate, o che intendono localizzarsi, sul territorio laziale. L’obiettivo è quello di supportare processi di crescita e sostenere l’innovazione del tessuto imprenditoriale sul territorio regionale, promuovendo  uno sviluppo economico sostenibile, in grado di valorizzare il capitale umano e di generare occupazione sul territorio.

“Con FII Tech Growth Lazio, Fondo Italiano d’Investimento intende stimolare la crescita tecnologica delle aziende presenti sul territorio della regione Lazio – ha dichiarato Carlo Mammola, Amministratore Delegato di Fondo Italiano d’Investimento SGR –  in linea con la nostra missione ed in piena sintonia con Lazio Innova ci impegniamo a sostenere lo sviluppo del sistema imprenditoriale locale con un particolare focus sulle piccole e medie imprese ad alto contenuto tecnologico e ad elevato potenziale di crescita”.

A supporto all’intera filiera del VC

“Con l’investimento in FII Tech Growth Lazio – ha aggiunto Andrea Ciampalini, Direttore Generale di Lazio Innova – trova piena attuazione la strategia della Regione Lazio volta a sostenere l’intera filiera del venture capital nel nostro territorio, dal seed capital al late stage venture. Fondo Italiano d’Investimento è una delle più importanti realtà italiane di questo settore che sin dall’inizio ha collaborato alla definizione del nostro modello di intervento che associa in modo nuovo risorse pubbliche e private”.

Nuova sede operativa. Tutti gli investimenti del fondo parallelo saranno affiancati da coinvestimenti del fondo principale (FII Tech Growth), in modo da incrementare di ulteriori 12 milioni le risorse destinate agli investimenti di Fondo Italiano d’Investimento SGR nel Lazio. Inoltre, il team, per facilitare l’attività di individuazione delle opportunità di investimento e per meglio seguire lo sviluppo delle aziende in cui investirà, si è dotato di una sede operativa a Roma.

Sostegno alle PMI

Sempre Carlo Mammola ha detto a proposito del secondo closing. “Con il nuovo closing del fondo principale, raggiunto grazie a Cassa Forense e all’incremento delle risorse messe a disposizione da CDP, FII Tech Growth rafforza il suo posizionamento di operatore unico nel panorama italiano dedicato esclusivamente al sostegno dei programmi di sviluppo delle nostre PMI, caratterizzate da un elevato potenziale di natura tecnologica”.

Economia reale

Mentre il Presidente di Cassa Forense, Nunzio Luciano, ha sottolineato. “La novità che ci riguarda per questa tipologia d’investimento con il fondo FII Tech Growth è sostenere le imprese innovative ad alto valore tecnologico non solo nella fase iniziale ma, soprattutto, nella successiva fase di crescita e di consolidamento, laddove le aziende, tendenzialmente, hanno come interlocutori investitori esteri. Attraverso questa operazione – ha detto ancora Luciano – svolta in sinergia con Cassa Depositi e Prestiti, intendiamo dunque rafforzare il ruolo di Cassa Forense che è tra i più importanti investitori italiani a diretto supporto dell’economia reale del nostro Paese nei diversi settori Infrastrutturali, nel sostegno allo sviluppo delle PMI e nella promozione di nuove iniziative imprenditoriali”.

 

 

 

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter