#SIOS19 StartupItalia Village | Lumenidea, la piattaforma del potenziamento personale

Ultimo aggiornamento il 4 dicembre 2019 alle 18:30

#SIOS19 StartupItalia Village | Lumenidea, la piattaforma del potenziamento personale

A StartupItalia Open Summit potrete conoscere il team di Lumenidea e tante altre realtà imprenditoriali. Fissatelo in agenda: lunedì 16 dicembre torna SIOS!

StartupItalia Open Summit 2019 torna protagonista, in collaborazione con Università Bocconi, lunedì 16 dicembre. Una giornata di networking per riunire tutto l’ecosistema dell’innovazione italiano con una plenaria, workshop e uno StartupItalia Village, un luogo dove le startup incontrano gli esperti del settore, investitori e un pubblico interessato, per presentare le proprie idee di business e stringere le giuste connessioni per portare i propri progetti verso il futuro. Persone, progetti, idee, percorsi visti con gli occhi di chi sorride al futuro: questo il senso del nuovo #SIOS19, incentrato sui segnali del futuro.

Ci sarà anche Lumenidea, piattaforma fondata nel 2017 da Costanza Gallina. Abbiamo chiesto al team raccontarci qualcosa in più di questo progetto.

Cosa fa Lumenidea?

Il progetto LumenIdea -Alleniamo Menti nasce nel 2017 dopo l’esperienza professionale della Dr.ssa Costanza Gallina, sul coordinamento di team di lavoro per diversi anni presso un’importante multinazionale milanese ed esperienze riguardanti il mondo della formazione e lo sviluppo del potenziale umano sia in Italia sia all’Estero. Costanza ha progettato questo percorso dopo un’attenta osservazione della sua realtà lavorativa rilevando che sempre più le persone si concentra sui punti di criticità, su ciò che non è funzionale nella vita e ciò non permette di concentrarsi invece sui punti di forza che si hanno.
Le persone che allenano il pensiero positivo:

  • Sono più produttive al lavoro
  • Hanno performance migliori
  • Sono dei migliori leader
  • Hanno maggiore supporto sociale  
  • Sono maggiormente resilienti
  • Gestiscono meglio lo stress

Com’è nata l’idea? Vi siete ispirati a qualcosa di esistente, da un vostro bisogno o altro?

L’approccio teorico / scientifico a supporto del progetto si rifà ai concetti di Maieutica e al Paradigma della Psicologia Positiva Applicata, scienza che utilizza interventi efficaci per aiutare la persona a crescere in maniera sostenibile: partendo da questo presupposto ci si concentra sui punti di forza, competenze e abilità della persona per supportarla nell’esprimere il suo vero potenziale: la strategia vincente è allenare ciascuna delle 10 Skill e il pensiero positivo:

  • Saper risolvere i problemi
  • Saper prendere decisioni
  • Creatività
  • Senso critico
  • Autoconsapevolezza
  • Capacità relazionali
  • Comunicazione efficace
  • Gestione delle emozioni
  • Gestione dello stress
  • Empatia

Qual è il vostro più grande successo? Quello che vi distingue dagli altri?

Le Soft Skill sono le competenze/abilità che portano la persona ad essere capace di far fronte in maniera efficace alle richieste e alle sfide della vita di tutti i giorni sia in ambito lavorativo sia in ambito privato; lo scopo principale dell’acquisizione di queste competenze è dunque il superamento degli ostacoli e la capacità di vivere al meglio delle proprie possibilità e capacità. Lavorare sulle Soft Skill richiede tenacia, costanza e impegno ma ciò ti permetterà di portare in luce ciò che fino ad ora puoi aver lasciato in ombra, tutto ciò al fine di migliorare la tua performance.

L’obiettivo di LumenIdea è fare in modo che le persone imparino a identificare le proprie potenzialità per poi potenziarle e migliorare la propria performance

Qual è lo stato attuale del progetto e quali sono gli obiettivi futuri?

Per vivere in salute è necessario individuare le proprie aspirazioni, i propri talenti, coltivarli per poi esprimerli e metterli al servizio delle altre persone, dei colleghi di lavoro, del team.

LumenIdea ha come obiettivo il fare in modo che le persone possano creare il loro circolo virtuoso per aumentare il proprio benessere.

  • Quando si sta bene psicologicamente
  • Ci sentiamo meglio emotivamente
  • Coltiviamo relazioni efficaci con gli altri
  • Sviluppiamo le nostre abilità
  • Ci sentiamo utili
  • …e così ricominciamo potenziando il circolo virtuoso.

Una persona felice della propria vita sarà felice anche sul posto di lavoro, porterà una forte carica emotiva, energia e vitalità, diffondendola e trasmettendola a tutte le persone che le stanno vicino, al contrario che porta con sè un forte malessere, lo porterà sempre sul posto di lavoro, come nel primo caso, ma instaurando rapporti non efficaci con le altre persone e tendenti al nascere di un circolo vizioso che danneggia la persona stessa  e le relazioni. LumenIdea è un progetto molto ambizioso, di carattere sociale,
sostenere LumenIdea vuol dire promuovere il pensiero positivo, la cultura della felicità, della conoscenza di se stessi e del cambiamento attraverso seminari, formazioni, corsi, workshop, team building ed eventi.

Vuol dire riportare al centro l’uomo, il suo “essere”, dandogli peso e forma, come diceva Olivetti:

“…Alla Olivetti lavorano intellettuali, scrittori, artisti, alcuni con ruoli di vertice. La cultura qui ha molto valore.

Ecco LuemnIdea sostiene che ogni posto di lavoro sia luogo di benessere per le persone, luogo di confronto, perché è attraverso il confronto, lo scambio di idee, l’allenamento del cervello a “saper vedere oltre” che nascono le idee migliori, ci si motiva, ci si auto motiva e si rende poi maggiormente, non è con il controllo e l’appiattimento dei cervelli che può svilupparsi il progresso.

Che cosa ti aspetti dall’esperienza allo StartupItalia Village?

Un cambio di paradigma da parte delle molte persone che ci conosceranno e con cui potremo entrare in relazione, vorremmo che la Psicologia Positiva si diffondesse maggiormente, che la gentilezza e il rispetto tornassero di moda e che ci si sforzasse di concentrarci maggiormente sui nostri punti di forza invece che su ciò che non è funzionale per la persona, capendo che l’uomo non è solo “saper fare” o “sapere” ma in primo luogo “essere”  e “saper essere”.

Coltivare “il saper essere” per poi poter trasmette il “proprio sapere” e trasformarlo in “saper fare”, migliorando così la produttività anche sul posto di lavoro

.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter