#StateACasaNostra, alloggi gratuiti a medici e infermieri

Ultimo aggiornamento il 17 marzo 2020 alle 17:02

#StateACasaNostra, l’iniziativa di solidarietà per offrire alloggi gratuiti a medici e infermieri

Sei società di gestione di appartamenti per affitti a breve termine si alleano per offrire alloggi a medici e a infermieri impegnati nella lotta al Coronavirus nelle principali città italiane da Nord a Sud

Altido, CleanBnB, Halldis, Italianway, Sweetguest e Wonderful Italy, sei delle principali aziende italiane di gestione di appartamenti per affitti a breve termine, hanno stretto un accordo per supportare lo sforzo del personale medico e infermieristico impegnato a contrastare la diffusione del Coronavirus, contribuendo così con la propria attività al difficile momento che l’Italia sta vivendo.

#StateACasaNostra, questo il nome dell’iniziativa che adatta alla propria identità lo slogan lanciato dalle istituzioni per chiedere ai cittadini di non lasciare il proprio domicilio.

“Quando si racconta l’impatto che il Covid19 sta avendo in Italia si mostrano sempre le immagini delle piazze e dei monumenti ormai deserti e senza turisti” dichiara Michele Ridolfo, CEO e Founder di Wonderful Italy “anche senza turisti e quindi senza ospiti per le nostre case, non ci fermiamo. Anzi, siamo al lavoro per quando questa emergenza finirà e le persone avranno il bisogno fisico e psicologico di una vacanza. Nel frattempo, anche le aziende devono contribuire a combattere la diffusione del Coronavirus con il proprio lavoro e questa iniziativa va proprio in questa direzione.”

 

Le sei società hanno infatti deciso di mettere a disposizione di medici e infermieri impegnati in questa battaglia gli appartamenti che gestiscono nelle diverse città italiane da nord a sud. Milano, Padova, Venezia, Bologna, Torino, Genova, Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Siracusa, Catania e Bari, oltre ad altre città principali su tutto il territorio italiano.

I medici, gli infermieri o le aziende sanitarie possono contattare direttamente le società scrivendo all’indirizzo mail [email protected]. Riceveranno così tutte le disponibilità di immobili tra le quali potranno scegliere la soluzione più vicina alle proprie esigenze.

 

“Il settore degli affitti a breve termine viene sempre associato al turismo ma anche i lavoratori sono da sempre una categoria molto ampia per questo tipo di ospitalità. In città come Milano o Roma gli ospiti che viaggiano per ragioni di lavoro sono circa il 50%. Siamo quindi da sempre vicini a chi lavora fuori dalla propria città e sente il bisogno di sentirsi a casa anche in un altro luogo. Immaginiamo lo stress fisico e psicologico a cui sono soggetti medici e infermieri in trasferta per questa emergenza e con questa iniziativa cerchiamo di alleviare questo disagio” afferma Vincenzo Cella, CEO di Halldis.

 

Il costo della locazione degli immobili sarà totalmente assorbito dalle società promotrici, agli ospiti verrà richiesto il solo il contributo per la pulizia e la sanificazione finale.

“Abbiamo ricevuto un’adesione grandissima all’iniziativa da parte dei nostri proprietari che hanno dimostrato grande generosità e solidarietà concedendo le loro proprietà gratuitamente” commenta Marco Celani, AD Italianway.

 

Una prova di maturità per gli imprenditori del turismo che cercano di fare squadra muovendosi in modo solidale.

“Iniziative come questa sono un contributo essenziale per supportare gli  sforzi che tutti nel Paese stanno facendo, e uscire dalla crisi nel più breve tempo possibile.” Così commenta Francesco Zorgno, Presidente di CleanBnB.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter