Coronavirus, 15 miliardi da Intesa Sanpaolo per le PMI

Ultimo aggiornamento il 17 marzo 2020 alle 17:54

Coronavirus, 15 miliardi da Intesa Sanpaolo per le PMI

«Abbiamo il dovere di impegnare ogni risorsa, per dare il massimo sostegno alle imprese italiane», ha detto il CEO Carlo Messina

Sostenere le imprese italiane nel fronteggiare l’emergenza globale del coronavirus, garantire continuità e produttività e porre le basi per il rilancio. Intesa Sanpaolo mette a disposizione delle imprese italiane di piccole e medie dimensioni 15 miliardi di euro attraverso misure straordinarie dedicate. Tutto questo è finalizzato alla stabilità delle aziende perché possano far fronte ai pagamenti, nonostante la progressiva riduzione o addirittura assenza di fatturato, e tutelare così l’occupazione.

Leggi anche: Cura Italia, il governo accelera su digitale e startup. Paola Pisano: “Creiamo ora buone abitudini per il futuro”

Intesa Sanpaolo e la tutela del made in Italy

Intesa Sanpaolo mette a disposizione due misure, alternative o cumulabili, per un importo complessivo di 15 miliardi di euro: un plafond di 5 miliardi di euro, per nuove linee di credito aggiuntive rispetto a quelle preesistenti e la messa a disposizione di 10 miliardi di euro di liquidità per i clienti Intesa Sanpaolo, grazie a linee di credito già deliberate a loro favore. «In questa fase di estrema emergenza, abbiamo il dovere di impegnare ogni risorsa, per dare il massimo sostegno alle imprese italiane e consentire loro, superate le difficoltà contingenti, di ripartire il prima possibile – dice Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo – Mettiamo in campo un ammontare significativo di risorse, pari quasi a un punto di PIL».

Leggi anche: Coronavirus, Agenzia delle Entrate chiude. Stop ai pagamenti

© Fonte: Profilo Facebook Intesa Sanpaolo

Questa nuova iniziativa di Intesa Sanpaolo si aggiunge alla moratoria che sospende per 3 mesi le rate dei finanziamenti in essere. «Il nostro obiettivo – conclude Messina – è salvaguardare il valore del Made in Italy, l’eccellenza delle filiere produttive, la forza del nostro export. Siamo convinti che le capacità e la resilienza degli imprenditori italiani consentiranno al nostro sistema produttivo di recuperare rapidamente terreno e di riposizionarsi in maniera vincente nello scenario che emergerà dalla crisi».

Leggi anche: Coronavirus | Ue: sì ad aiuti di Stato alle imprese fino a 500mila euro

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter