desc

I caregiver di UGO arrivano in Toscana grazie a OfficinaMPS

LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

I caregiver di UGO arrivano in Toscana grazie a OfficinaMPS

Il servizio messo a disposizione gratuita per le prime 1200 persone che faranno richiesta

Il servizio messo a disposizione gratuita per le prime 1200 persone che faranno richiesta

Con il supporto di OfficinaMPS, a partire dal 16 aprile, la startup UGO estenderà i suoi servizi nelle province di Firenze e Siena, rendendo il prodotto gratuito per le prime 1200 persone che faranno richiesta. Un contributo utile sia in questa fase, per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso, ma anche in futuro, per offrire i servizi di assistenza e caregiving a tutti i cittadini. Di UGO già vi abbiamo parlato: la startup fornisce un caregiver su richiesta quando nessun familiare o amico può prendersi cura della persona fragile. Di fronte all’emergenza coronavirus, UGO ha ripensato il proprio servizio, mettendo a disposizione la sua piattaforma e la rete di operatori per i cittadini, in modo da consentire loro di rimanere a casa, minimizzando il rischio di contagio.

Leggi anche: OfficinaMPS: le otto startup finaliste per innovare l’open banking

UGO: in prima linea per i più fragili

Gli UGO si occuperanno di fare la spesa, ritirare le ricette, passare in farmacia, pagare le bollette e sbrigare tutte le commissioni essenziali, rispettando le direttive e le norme di sicurezza e prevenzione. Grazie al supporto di OfficinaMPS, le prime 1.200 richieste del servizio saranno garantite gratuitamente. Il servizio è sicuro e tracciato e tutti gli operatori sono selezionati e formati. Francesca Vidali, AD di UGO ha commentato così il lancio del servizio nelle province di Firenze e Siena. «Da sempre ci occupiamo di fragilità, per renderla un limite valicabile se si ha il supporto giusto. Ci siamo velocemente resi conto della portata dell’emergenza sanitaria e sociale che stava investendo il nostro paese e ci siamo domandati come prendere parte alla “resistenza” contro questo virus così feroce».

«Con questa iniziativa vogliamo dare un contributo concreto per limitare il disagio sociale legato all’epidemia Covid 19 – ha commentato Marco Morelli, AD di Banca Monte dei Paschi di Siena – La collaborazione con UGO, startup individuata con OfficinaMPS, ci permette di porre l’innovazione al servizio dell’emergenza sanitaria, con la promozione di un’idea pratica che risponde ai bisogni concreti dei cittadini più fragili. Un sostegno che supera il tradizionale modo di fare Banca e che si affianca agli interventi economici già attivati a favore dei privati e delle imprese. Come Mps continueremo a mettere in atto tutte le misure possibili per contribuire al rilancio del Paese e al sostegno dei cittadini in questo momento di difficoltà».

Leggi anche: Con la startup Ugo spesa e farmaci a domicilio (per gli over 65)

UGO è una delle startup selezionate da OfficinaMps, il laboratorio permanente dedicato alle start up, creato da Banca Mps in collaborazione con Accenture, per accogliere l’ecosistema dell’innovazione. La startup è stata premiata lo scorso anno per la seconda edizione di OfficinaMp e il suo progetto è quindi entrato all’interno della banca portando nuove idee e competenze in grado di generare una collaborazione virtuosa a beneficio dei clienti.