IC406, i numeri e la crescita dell'incubatore di Auriga
single.php

Ultimo aggiornamento il 4 giugno 2020 alle 8:56

IC406, numeri e crescita dell’incubatore di Auriga

Dopo la prima edizione, la Call4Digital 2020 spazia su nuovi settori del business

È stata un’attività intensa quella realizzata nel suo primo anno da IC406, l’incubatore di Auriga, con 12 workshop e 100 ore di lezioni digitali, che hanno visto la partecipazione complessiva di oltre 350 persone e communities ospitate. Un percorso formativo dove non è mancato il contributo di esperti, imprenditori e famosi startupper che hanno messo a disposizione la propria esperienza e la propria visione per formare, ispirare e creare valore all’interno di un percorso fatto di scambio e contaminazione. Il ruolo che l’incubatore di Bari si propone di avere è quello di essere parte attiva di una importante opera di evangelizzazione sul territorio, volta a favorire l’incontro e la collaborazione tra i diversi attori dell’ecosistema italiano per far crescere e sviluppare l’innovazione nel nostro Paese.

IC406: creatività e competenze

È in quest’ottica che vanno inquadrate ad esempio le Call4Digital di IC406: dei percorsi volti ad attivare i talenti e le nuove idee da un lato, ma anche ad attivare soggetti chiave del mondo imprenditoriale ed accademico dall’altro, in modo da creare quel terreno fertile necessario per alimentare la creatività, lo sviluppo delle competenze e la nascita di nuove opportunità. Con oltre 30 candidature nella sua prima edizione 2019 e un numero analogo nella sua seconda edizione 2020, la Call4Digital apre alle startup selezionate un percorso completo in cui vengono guidate in ogni passo, dalla presentazione dell’idea al lancio sul mercato. A loro viene offerto pieno supporto in termini di tutorship e di mentorship con un innovativo percorso di formazione che ha l’obiettivo di fornire strumenti utili all’implementazione della propria idea di digital business.

La diffusione di competenze per la creazione e lo sviluppo di progetti imprenditoriali innovativi è un passo cruciale, ed è importante farlo in un’ottica di sistema. Non a caso IC406 ha aumentato sempre di più il proprio raggio d’azione, fino a spaziare su un numero ampio di settori, anche molto distanti tra loro. La Call4Digital 2020 ad esempio è rivolta a iniziative imprenditoriali in ambiti come: Fintech & Insurtech, Smart Cities & Smart Mobility, Gaming & Entertainment, Sharing Economy & Circular Economy, Foodtech & Agritech. L’idea infatti è quella di sostenere lo sviluppo del digital business a 360 gradi, creando così un terreno fertile per idee diverse, sinergie e contaminazioni.

L’ecosistema e le partnership

Fare sistema significa anche espandere la rete di partnership a sostegno delle iniziative. Auriga ha lavorato in questa direzione, coinvolgendo inizialmente il Politecnico di Milano e stringendo successivamente accordi anche con il Politecnico di Bari e l’Università di Bari. Inoltre, al di là del mondo universitario, l’incubatore collabora anche con alcuni soggetti fortemente specializzati in ambiti precisi di riferimento, come il Fintech District (community al cui interno gravitano tutti i principali stakeholder del mondo del Fintech in Italia), masterEsports (primo master accademico dedicato esclusivamente al mondo Esports realizzato da masterSport Institute), oppure ancora LITA.co (il primo portale europeo di equity crowdfunding dedicato all’economia sostenibile e all’impact investing).

Team IoAgri

Con una sede di 1.200 metri quadrati e spazi dedicati, IC406 rappresenta un punto di riferimento per le startup, offrendo un ambiente ricco di servizi, supporto (anche tecnico) e infrastrutture per procedere con il proprio lavoro. Inoltre, le occasioni di confronto con  imprenditori e manager del network di Auriga arricchiscono ulteriormente il percorso.

Team TradingTrends

«L’esperienza in IC406 si è rivelata fondamentale per far crescere il nostro progetto e ampliare il nostro network, raggiungendo nuovi clienti, nuovi partner e possibili investitori. IC406 è il luogo ideale dove poter dare valore alla propria idea di business». Le parole sono dei Founder della startup IoAgri che raccontano così il proprio percorso di incubazione in IC406, cominciato nel 2019. «Per noi, questa esperienza è stata il vero punto di svolta che ci ha permesso di accelerare il nostro percorso di crescita» sono invece le parole di TradingTrends, altra startup incubata lo scorso anno.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter