desc

Le Village lancia Itinerari d’innovazione per le PMI: percorsi per restare competitivi

Lavoro
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Le Village lancia Itinerari d’innovazione per le PMI: percorsi per restare competitivi

Un nuovo progetto che va oltre le startup. Per accelerare la digital transformation (e non solo) anche nelle aziende tradizionali

Un nuovo progetto che va oltre le startup. Per accelerare la digital transformation (e non solo) anche nelle aziende tradizionali

Lavoro

Le Village by CA ha attivato un’iniziativa per l’Open Innovation tra le piccole medie imprese italiane e le startup ospiti dell’hub con sede a Milano e da anni attivo nell’ecosistema. Grazie al sostegno di Crédit Agricole Italia, che ha investito nel progetto Le Village, ha preso così il via un percorso nuovo nel panorama della formazione rivolta alle imprese. «Abbiamo implementato la nostra offerta a sostegno delle PMI nel cambiamento che il mercato ha richiesto e richiederà nei prossimi mesi per uscire dalla crisi», ha spiegato Gabriella Scapicchio, Sindaco del Village, che ha raccontato a StartupItalia i vari passaggi che compongono Itinerari d’innovazione – qui il sito ufficiale -, iniziativa partita per offrire un nuovo approccio a 360 gradi a imprenditori, middle e top management, capace di trasmettere le giuste pratiche per fare innovazione. Le Village ha coinvolto anche base9 come partner: la società opera nell’ambito della consulenza strategica e di management per le Corporate e le PMI, attraverso un team multidisciplinare.

Itinerari d’innovazione: il percorso

I processi di Open Innovation possono attivare e facilitare lo sviluppo di nuove tecnologie, prodotti o servizi nelle aziende per innovare il business model e la relazione con il cliente. «Non si tratta solamente di avere una tecnologia – ha precisato il Sindaco del Village – ma di migliorare lo stesso metodo di innovazione per avviare processi diffusi e ripetibili. Non esiste un processo che si adatti a tutti i problemi scientifici e tecnologici: bisogna adottare un vero e proprio cambio di paradigma culturale, prendendo spunto anche dal know how e dal mindset delle startup».

Uno dei momenti chiave sarà la fase di need collecting per costruire il percorso d’innovazione in maniera personalizzata, in base all’esigenza di ciascuna PMI. «Il primo step è la formazione – ha spiegato Gabriella Scapicchio – e andremo ad indagare quattro ambiti in tutto, ciascuno strutturato con diversi corsi: Strategia e business design, Strategia di brand e processi, Innovation & Agile Project Management, Formazione Manageriale. L’obiettivo è fare contaminazione tramite processi di incubation ed excubation. Nell’incubation l’azienda viene accompagnata nel percorso di innovazione tramite risorse prettamente esterne come startup e stakeholder dell’innovazione, mentre nell’excubation l’azienda esce dai propri confini e con un approccio innovativo e di cambio di mindset fa incontrare risorse interne ed esterne per creare soluzioni sinergiche».

Metodo blanded

Gli incontri avverranno virtualmente e anche fisicamente tramite webinarappuntamenti in aula a Le Village o all’interno dell’azienda stessa. Dopo l’evento di lancio del progetto, Le Village ha infatti spiegato che durante il percorso non sarà soltanto la PMI a conoscere spazi e protagonisti dell’hub. «Andremo anche noi stessi in azienda, per conoscere nuove realtà più da vicino. Itinerari d’innovazione è un’iniziativa sostenuta da Crédit Agricole Italia, banca territoriale che d’ora in avanti proporrà ai propri clienti anche questo tipo di soluzione, oltre all’accesso libero e diretto con l’ecosistema startup de Le Village. Come un cerchio che si chiude».

Leggi anche: Enologo in salotto (in real time) e formazione online. Storie di resilienza da Le Village

La strategia dell’hub milanese è infatti quella di fare incontrare le piccole medie imprese con le 40 startup ospiti di Le Village, per capire se possono instaurarsi possibili collaborazioni. I corsi, le metodologie e processi proposti si rivolgono soprattutto agli imprenditori delle PMI e al management e possono essere acquistati singolarmente o mediante pacchetti. «Non abbiamo voluto concentrarci soltanto sul digitale, ormai inflazionato e di nicchia – ha detto Gabriella Scapicchio – ma sulla trasformazione dei processi interni all’azienda. Facendo infatti leva sulle risorse interne dell’azienda stessa e fornendo nuovi modi di organizzare il lavoro e i processi aziendali si rimane sul mercato o addirittura si diventa leader del mercato. L’aspetto non secondario da considerare è che investire in questo percorso dà accesso ad agevolazioni fiscali».

Un’iniziativa come Itinerari d’innovazione punta infine al progresso. «Il progresso oggi è esponenziale quindi è necessario innovare molto velocemente – ha detto il Sindaco del Village durante un TEDx – Fare innovazione non è una scelta, è un obbligo per non estinguersi».