Italie, la piattaforma digitale a sostegno del Made in Italy nel mondo, chiude un round da 430.000 euro
single.php

Ultimo aggiornamento il 9 ottobre 2020 alle 12:56

Italie, la piattaforma digitale a sostegno del Made in Italy nel mondo, chiude un round early seed da 430.000 euro

La startup ha raccolto l’investimento di CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione e di Santo Versace, che entra nel capitale come socio e come testimonial dell’operazione

La startup innovativa ITALIE, acronimo di Italian Limited Edition, ha raccolto l’investimento di CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione e di Santo Versace, che entra nel capitale come socio e come testimonial dell’operazione.

Fondata nel 2017 a partire da un concept e da una prima fase di sviluppo di Entopan Smart Network & Strategies, provider integrato di innovazione, con il supporto strategico del semiologo Pierluigi Basso Fossali, la startup Italie è impegnata nella creazione di un ecosistema esperienziale orientato alla conoscenza, alla condivisione, alla valorizzazione e commercializzazione del Made in Italy nel mondo.

Cos’è Italie?

Italie è una piattaforma di vendita di prodotti artigianali rigorosamente italiani e di alta qualità. A differenza delle più conosciute piattaforme e-commerce, i prodotti in vendita su Italie sono scelti per le loro caratteristiche qualitative, per il design, l’identità e per la storia che rappresentano e intendono raccontare.

Su Italie la semantica, lo storytelling e la valorizzazione stilistica sono strumenti usati per creare una nuova esperienza di consumo, con un unico obiettivo: valorizzare l’originalità, l’eleganza, l’artigianalità e la qualità italiana. 

Il progetto, sviluppato anche con la collaborazione scientifica del DiDA – Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze – è attualmente online in versione beta e debutterà ufficialmente sul mercato internazionale a partire dal 2021. 

Un viaggio attraverso l’Italia dei comuni

Il naming Italie non rimanda solo all’acronimo  Italian Limited Edition, ma anche alla geografia plurale dell’Italia, alle straordinarie ricchezze manifatturiere e culturali di cui è depositario l’intero territorio italiano. L’esperienza di navigazione sulla piattaforma Italie assomiglia a un viaggio virtuale attraverso l’Italia dei comuni, quella che mai come oggi va supportata e aiutata nei processi di crescita, di competitività e trasformazione digitale.

 

Santo Versace, che ha deciso di credere fortemente nel progetto, ha commentato: «Italie rappresenta una visione strategica di valorizzazione del made in Italy. Non solo manifattura ma cultura, paesaggi, comunità. La declinazione plurale di Italie è un omaggio all’Italia dei Comuni, a un’idea di Paese che si fonda sulle differenze di saperi, gusti, tradizioni, artigianato e territori. Gli strumenti messi in campo da CDP Venture Capital Sgr costituiscono una preziosa leva finanziaria che farà bene all’Italia che ‘vuole’ e ‘deve innovarsi’, anche a supporto dei processi di innovazione, tutela e fortificazione del made in Italy, l’asset materiale e immateriale più importante del nostro Paese, di cui è ricca la nostra penisola, da Nord a Sud. Il recupero di un rapporto identitario che dialogo con il digitale è, dunque, un investimento necessario, da cui dipende la capacità delle imprese italiane di competere sui mercati internazionali».

Santo Versace

Non solo piattaforma di vendita, Italie vuole da una parte accompagnare le filiere produttive artigianali e le piccole e medie imprese nei processi di trasformazione, digitalizzazione e internazionalizzazione e dall’altra diventare anche il punto di connessione tra le aziende del made italy e i designer. Favorendo il dialogo tra tradizione, “saper fare” e contemporaneità. 

Gennaro Di Cello (CEO di Italie e Vice Presidente di Entopan) ci ha raccontato la visione della startup: «Italie è un progetto orientato a realizzare una cartografia esperienziale del made in Italy, valorizzando le profonde connessioni tra prodotti, paesaggi e saperi che appartengono al patrimonio dell’eccellenza italiana. La vision, molto ambiziosa, è quella di trasformarsi in uno dei principali attori dell’ecosistema innovativo italiano nel segmento del made in Italy autoriale, aiutando le piccole e medie imprese artigiane e manifatturiere a federarsi, all’insegna della ricerca, della sperimentazione, della internazionalizzazione. La piattaforma permette ai brand di concretizzare possibili sinergie tra il mezzo digitale e la tradizione delle manifatture regionali. Italie si propone, altresì, come piattaforma abilitante processi di co-creazione del valore con altre piattaforme dedicate al made in Italy di qualità».

Gennaro Di Cello, CEO di Italie

I numeri del mercato

 

In uno scenario certamente difficile come quello attuale, un segnale positivo per il made in Italy arriva dalla assoluta controtendenza dei canali online. Molti marchi dell’artigianato di qualità del lusso in questi anni si erano tenuti lontani dal web e dagli store online, immaginando che poco si adattassero all’esperienza e alle aspettative dei consumatori di fascia alta. L’emergenza sanitaria ha sicuramente spinto più persone all’acquisto online, inclusi quelli che in passato hanno preferito  l’acquisto off line, presso i retail. Il settore del made in Italy di qualità si trova quindi a non poter più rimandare questo importante passaggio. 

Qualche numero ci aiuta a capire meglio lo scenario del commercio online. Prima della crisi l’e-commerce rappresentava dal 10% al 12% delle vendite di lusso in tutto il mondo, con una crescita a due cifre nel 2019. La crisi del 2020 accelererà la conquista di nuove quote fino ad arrivare al 30% del mercato entro il 2025. (Fonte rapporto “State of the Luxury Industry 2020” )

Francesca Ottier, Responsabile del Fondo Italia Venture II

 

«L’investimento in Italie mira ad accelerare lo sviluppo delle eccellenze del Sud del nostro Paese, nell’ambito del design e dell’artigianalità, attraverso il canale digitale che rappresenta sempre di più uno strumento di forte propulsione per valorizzare il made in Italy anche sui mercati internazionali. L’operazione, in partnership con un soggetto qualificato come Entopan, rientra nell’ambito del programma Seed per il Sud, dedicato a sostenere le giovani imprese innovative del Mezzogiorno che ci ha consentito di scoprire realtà, come Italie, dal potenziale di crescita di forte spessore. A testimoniare l’attrattività di questa realtà è, inoltre, il coinvolgimento di investitori privati di rilievo quale Santo Versace» ha dichiarato Francesca Ottier, Responsabile del Fondo Italia Venture II.

 

Tra i founder di Italie, oltre ad Entopan, rappresentato dal Presidente Francesco Cicione, sono presenti Nicola Lamberti già CEO di 7Pixel (società che ha creato e  la piattaforma trovaprezzi.it), Luigi Gaetano Founder e CEO di Forgest e Angelo Ferraro Founder e CEO di Ferraro S.p.A.

I fondi raccolti saranno impiegati da Italie per sviluppare ulteriormente gli strumenti e la piattaforma digitale, per implementare un’ampia collezione di brand e prodotti autoriali, per posizionare lo store online in specifici paesi target, attraverso attività di web advertising. Italie sarà accompagnata nel percorso di accelerazione da Entopan Innovation.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter