Come funziona la lotteria degli scontrini e cosa si vince - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 15 ottobre 2020 alle 6:27

Come funziona la lotteria degli scontrini e cosa si vince

Cosa bisogna fare per partecipare? Bisogna registrarsi? Occorre davvero conservare tutti gli scontrini e per quanto tempo?

Dopo aver esaminato le prime due misure previste all’interno del Piano Italia Cashless per limitare la circolazione del contante e spingere gli acquisti con sistemi elettronici tracciabili, ovvero il bonus cashback fino a 300 euro per importi massimi di 3mila euro e il super premio cashback da 3mila euro per 100mila italiani, è ora il turno di provare a comprendere cosa ci riserverà la lotteria degli scontrini. L’esecutivo di Giuseppe Conte ne parla fin dalla scorsa finanziaria, poi tutto è stato rinviato per mancanza di coperture dovute alla crisi sanitaria del Coronavirus, ma adesso il debutto dovrebbe essere imminente.

Cosa sappiamo sulla lotteria degli scontrini

Quando partirà la lotteria degli scontrini?

A differenza delle altre due misure fin qui analizzate, ovvero il bonus cashback fino a 300 euro per importi massimi di 3mila euro e il super premio cashback da 3mila euro per 100mila italiani, previste per il prossimo primo dicembre, la lotteria degli scontrini partirà il prossimo primo gennaio 2021.

Non sarebbe dovuta iniziare in estate?

Sì, la prima estrazione della lotteria degli scontrini sarebbe dovuta avvenire in luglio, ma è stata differita dal decreto Rilancio (decreto legge n. 34/2020) al 1° gennaio 2021, in considerazione sia dell’assenza delle coperture destinate alle misure emergenziali nella lotta alla pandemia, sia per via “delle oggettive difficoltà degli esercenti legate all’emergenza da Coronavirus”.

Chi può partecipare?

Se resterà valido il regolamento della lotteria degli scontrini originaria, ovvero quella che sarebbe dovuta partire lo scorso marzo, tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia potranno partecipare effettuando un acquisto di importo pari o superiore a 1 euro ed esibendo il loro codice lotteria.

Come si partecipa alla lotteria degli scontrini?

Ogni acquisto genera un numero di biglietti “virtuali” che consentono la partecipazione alla lotteria: ogni euro speso dà diritto a 1 biglietto virtuale, fino a un massimo di 1.000 biglietti per un acquisto pari o superiore a 1.000 euro.

Come si ottengono i biglietti della lotteria degli scontrini?

Prima dell’emissione dello scontrino è necessario chiedere all’esercente di abbinare allo stesso il proprio “codice lotteria”, cioè il codice alfanumerico che si ottiene accedendo all’area pubblica del “Portale lotteria” (www.lotteriadegliscontrini.gov.it), messo a disposizione dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Come viene commutata la mia spesa in biglietti?

Ogni scontrino genera un numero di “biglietti virtuali” della lotteria pari a un biglietto per ogni euro di spesa, con un arrotondamento se la cifra decimale supera i 49 centesimi (per esempio, con 1,50 euro si ottengono due biglietti). Maggiore è l’importo speso maggiore sarà il numero di biglietti associati che vengono emessi, fino a un massimo di 1.000 biglietti per acquisti di importo pari o superiore a 1.000 euro. L’esercente, attraverso un lettore ottico collegato al registratore telematico, effettua il collegamento tra lo scontrino e il codice lotteria del contribuente e trasmette i dati all’Agenzia delle entrate, in pratica come accade in farmacia con la Tessera sanitaria.

Come si ottiene il codice lotteria?

Per avere il codice lotteria non serve registrarsi all’area riservata del Portale, basta inserire il codice fiscale nell’area pubblica. Una volta generato, il codice lotteria può essere utilizzato per tutti gli acquisti e partecipare a tutte le estrazioni. È sufficiente stamparlo su carta o salvarlo / fotografarlo su un dispositivo mobile (come smartphone, tablet, cellulare) e mostrarlo al negoziante al momento dell’acquisto.

Che cos’è il codice lotteria?

Il codice lotteria è un codice “pseudonimo” alfanumerico, composto da 8 caratteri, che viene associato al codice fiscale del consumatore in maniera univoca e casuale (random), senza alcun obbligo di identificarsi. Ogni consumatore può generare più codici, tutti ugualmente validi per partecipare alla lotteria.

Cosa sono le estrazioni ordinarie e zero contanti?

La nuova lotteria prevede estrazioni “ordinarie” ed estrazioni “zero contanti”. Chi paga con la moneta elettronica (per esempio: bancomat, carta di credito, carta di debito) partecipa a entrambe le estrazioni.

Se pago con carta quindi posso partecipare a una doppia estrazione e raddoppio le chanches di vincere?

È così.

Le vincite vengono tassate come le vincite agli altri giochi?

No. Tutte le vincite alla lotteria degli scontrini sono esenti da imposte.

Alla televisione dicono spesso che bisognerà conservare gli scontrini: per quanto tempo?

Non occorre conservare gli scontrini sia per partecipare alla lotteria sia per riscuotere i premi. Come sempre, conviene custodire gli scontrini solo a fini di garanzia, cambio merce, eccetera…

Il logo della Lotteria degli scontrini

Quali sono i premi

Le estrazioni “ordinarie” premiano solo i consumatori:

  • sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
  • tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
  • un premio di 1 milione di euro ogni anno.

Nel caso di estrazioni “zerocontanti”, lo scontrino estratto premia sia il consumatore, sia l’esercente:

  • quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
  • dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
  • un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter