PayPal apre alle cripto valute negli Usa: coi bitcoin si farà shopping
single.php

Ultimo aggiornamento il 2 novembre 2020 alle 7:00

Perché l’apertura di PayPal alle cripto valute segna l’inizio di una rivoluzione

Negli Stati Uniti il colosso dei pagamenti digitali apre le porte a Bitcoin, Litecoin, Ethereum e Bitcoin Cash

Qui può sembrare una notizia da poco, qualcosa di estremamente lontano, ma la svolta “Crypto” di PayPal è una vera rivoluzione nel mondo dei pagamenti e soprattutto in quello delle cripto valute. PayPal Holdings ha recentemente annunciato il lancio di un nuovo servizio che consente ai suoi clienti di acquistare, detenere e vendere cripto valute dal proprio conto PayPal. Ha inoltre segnalato i suoi piani per aumentare in modo significativo l’utilità della cripto valuta rendendola disponibile come finanziamento e fonte di acquisti presso i sui 26 milioni di commercianti in tutto il mondo.

PayPal accetta le cripto valute: l’inizio di una rivoluzione

Ma perché questa decisione segna l’inizio di una rivoluzione? L’adozione mainstream delle cripto valute è stata tradizionalmente ostacolata dalla loro utilità limitata come strumento di scambio e di compravendita a causa della volatilità, dei costi e della velocità di transazione. Se PayPal, servizio utilizzato da circa 350 milioni di utenti e accettato da 26 milioni di merchant in tutto il mondo, apre la strada alle valute digitali forse siamo giunti al momento in cui le crypto si trasformeranno davvero in merce di scambio e in moneta diffusa e si stabilizzeranno. Questo potrebbe condurre alla nascita e alla diffusione di nuove valute digitali.

Secondo un sondaggio della Banca dei Regolamenti internazionali, una banca centrale su dieci – circa un quinto della popolazione mondiale – prevede di emettere le proprie valute digitali entro i prossimi tre anni. “Il passaggio alle forme digitali di denaro è inevitabile e porterà con sé chiari vantaggi in termini di inclusione finanziaria e accesso, efficienza, velocità e resilienza dei sistemi di pagamento, nonchè la capacità per i governi di erogare rapidamente fondi ai cittadini”, ha affermato Dan Schulman, presidente e CEO di PayPal. “La nostra portata globale, la nostra esperienza nei pagamenti digitali, la nostra rete bilaterale e rigorosi controlli di sicurezza e conformità ci forniscono l’opportunità e la responsabilità di contribuire a facilitare la comprensione e l’interoperabilità di questi nuovi strumenti di scambio. Siamo ansiosi di collaborare con le banche centrali e le autorità di regolamentazione in tutto il mondo per offrire il nostro sostegno e per contribuire in modo significativo a plasmare il ruolo che le valute digitali giocheranno nel futuro della finanza e del commercio globali”.

PayPal e cripto valute: il funzionamento

Per aumentare la comprensione e l’adozione della cripto valuta da parte dei consumatori, PayPal  sta introducendo la possibilità di acquistare, detenere e vendere cripto valute selezionate, inizialmente con Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e Litecoin, direttamente all’interno del portafoglio digitale PayPal. Il servizio sarà disponibile per i titolari di conto PayPal negli Stati Uniti già dalle prossime settimane. La società prevede di espandere le funzionalità a Venmo e selezionare mercati internazionali nella prima metà del 2021. Il servizio è abilitato negli Stati Uniti attraverso una partnership con Paxos Trust Company, un fornitore regolamentato di prodotti e servizi di criptovaluta. PayPal ha anche ottenuto una Bitlicense condizionale, la prima nel suo genere, dal Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York (NYDFS). Per gli utenti non ci saranno commissioni di servizio per l’acquisto o la vendita di criptovalute fino al 31 dicembre 2020 né commissioni per il loro possesso in un conto PayPal.

Le criptovalute per incrementare l’e-commerce

A partire dall’inizio del 2021, i clienti PayPal potranno utilizzare le proprie criptovalute come fonte di finanziamento per pagare presso i 26 milioni di commercianti di PayPal in tutto il mondo. I consumatori saranno in grado di convertire istantaneamente il saldo della cripto valuta selezionata in valuta fiat, con certezza del valore e senza commissioni incrementali. I commercianti PayPal non avranno integrazioni o commissioni aggiuntive, poiché tutte le transazioni verranno regolate con valuta fiat alle loro tariffe PayPal correnti. In effetti, la cripto valuta diventa semplicemente un’altra fonte di finanziamento all’interno del portafoglio digitale PayPal, aggiungendo un’utilità avanzata ai possessori di cripto valuta, affrontando al contempo le precedenti preoccupazioni relative alla volatilità, al costo e alla velocità delle transazioni basate sulle cripto valute.

Leggi anche

Record: 1,5 milioni in equity per Digital Rock, tra i più longevi exchange di crypto

Oltre a fornire questi servizi, PayPal ha esplorato il potenziale delle valute digitali attraverso partnership con piattaforme di criptovaluta autorizzate e regolamentate e con banche centrali in tutto il mondo. Negli ultimi cinque anni, PayPal ha aumentato la sua attenzione e le sue risorse nell’esplorazione della prossima generazione di infrastrutture di servizi finanziari digitali e miglioramenti al commercio digitale attraverso un team di ricerca interno incentrato sulla blockchain.

Nel 2019, PayPal Ventures, il ramo di venture capital della società, ha investito in TRM Labs, una società focalizzata sull’aiutare le istituzioni finanziarie a prevenire le frodi di criptovaluta e i crimini finanziari, e Cambridge Blockchain, una società di software di conformità e gestione delle identità basata su blockchain. PayPal continuerà a esplorare il potenziale delle tecnologie di registro distribuito per migliorare i servizi finanziari e garantire che siano più veloci, più sicuri e meno costosi. L’azienda intende lavorare fianco a fianco con le autorità di regolamentazione, i governi e le banche centrali in questa ricerca.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche