TIM verso la digitalizzazione con la tecnologia di SAP S/4HANA
single.php

Ultimo aggiornamento il 27 ottobre 2020 alle 18:01

TIM verso la digitalizzazione con la tecnologia di SAP S/4HANA

Il Gruppo TIM aggiorna il proprio sistema gestionale e punta sulla tecnologia intelligente di SAP per la digitalizzazione delle 24 società

Semplificazione dei sistemi aziendali e ottimizzazione delle risorse. Con lo scopo di perseguire questi due obiettivi, il Gruppo TIM si è avvalso di SAP S/4HANA nel suo progetto di Digital Enterprise Transformation iniziato nel 2019. TIM ha puntato sulla tecnologia di SAP per aggiornare il proprio sistema gestionale e avviare un percorso di trasformazione digitale integrato nelle 24 società del Gruppo che coinvolge più di 8.000 utenti.

 

Digitalizzazione e ottimizzazione delle risorse

Migliorare la gestione dei processi aziendali e supportare la crescita del business è la mission del progetto di digitalizzazione di TIM che ha vissuto due fasi. In un primo momento è stata coinvolta esclusivamente l’area Finance, andata live dopo soli 10 mesi, a settembre 2020, sfidando il lockdown e supportando la crescita del business attraverso una semplificazione dei sistemi e una maggiore ottimizzazione delle risorse. Adesso TIM ha da poco avviato la seconda fase della trasformazione, estendendo SAP S/4 HANA a tutta l’area Enterprise del Gruppo, tra cui: HR, Real Estate, Purchasing, Legal, Logistica. “Il settore Telco sta attraversando una fase di evoluzione tecnologica contraddistinta dalla necessità di innovare i modelli di business, operativi e organizzativi così da poter gestire i crescenti volumi di traffico richiesto. Una tendenza, quest’ultima, riscontrata già da alcuni anni, ma che, con l’emergenza di Coronavirus, si è fortemente amplificata: basti solamente pensare al boom dello smart working, dello streaming e della didattica a distanza – ha spiegato Pierpaolo Taccini, responsabile Revenue Assurance & Digital Finance, TIM e Customer Product Lead del programma “Digital Enteprise Transformation” – Il lavoro di squadra che abbiamo perseguito in questi mesi ha superato le difficoltà legate al periodo di lockdown, unendo e incentivando ancora di più il team per il raggiungimento degli obiettivi e permettendo di portare a casa il progetto nei tempi stabiliti. Un progetto ambizioso che è stato portato avanti anche grazie a un grande lavoro di formazione che ci ha abilitato ad ottenere questo tipo di performance”.

Pierpaolo Taccini, TIM

Apripista della seconda fase è ancora la divisione Finance insieme al comparto Purchasing con l’adozione delle soluzioni SAP ERP/SAP EPM e SAP Ariba per il controllo end-to-end delle spese del gruppo (le quali, dal 2021, saranno estese anche in ambito Logistica e Real Estate).

“Oggi il passaggio al cloud combinato con una trasformazione digitale sta diventando fondamentale per le imprese per acquisire maggiore resilienza e agilità. Il ruolo di SAP è di aiutare le aziende a uscire più forti dalla crisi, fornendo loro la tecnologia e l’esperienza per supportarle a migrare i loro ambienti IT nel cloud, automatizzare e rendere più efficienti i loro processi – afferma Emmanuel Raptopoulos, amministratore delegato di SAP Italia – La combinazione di tecnologia all’avanguardia ed esperienza di business in 25 settori pone SAP in una posizione unica per reinventare il modo in cui le aziende eseguono i processi mission-critical nel cloud mentre operano nell’era digitale per diventare imprese intelligenti in grado  di raccogliere insight, gestire i dati, automatizzare e integrare i processi, identificare opportunità, rischi e trend e trasformare questa intelligenza in azione. In questo modo, le imprese intelligenti possono raggiungere i migliori risultati possibili dato il contesto, liberare nuove fonti di crescita e garantire ai propri dipendenti ambienti di lavoro sicuri e coinvolgenti”.

Emmanuel Raptopoulos, AD Sap Italia

 

La nascita del progetto di digitalizzazione con SAP

Il sistema su cui poggiava l’infrastruttura del Gruppo prima dell’avvio del processo di digitalizzazione messo in campo era sempre basato su soluzioni SAP ma non rispondeva più in modo adeguato ai processi di business, avendo raggiunto il suo potenziale di utilizzo ed essendo appesantito anche da una sempre maggiore customizzazione e da un’eccessiva richiesta di manualità. Questo impediva all’area Finance di sfruttare leve e strumenti che SAP S/4HANA è in grado di offrire per prendere decisioni pertinenti e tempestive e gestire in modo più dinamico e agile il business. Per rendere i processi più efficienti, quindi, il team IT di Gabriele Chiesa (Chief Information Officer) di TIM ha messo a punto il progetto di digitalizzazione che permette alla divisione di aumentare la produttività delle risorse. Un sistema in grado di rendere automatiche le operazioni routinarie e creare un unico punto di acceso ai dati analitici e certificati riducendo la frammentazione dei sistemi.

 

I prossimi passi

La divisione Finance sta anche lanciando l’implementazione di SAP Analytics Cloud, che affida i dati alla combinazione di business intelligence, analisi aumentata e funzionalità di pianificazione collaborativa, e SAP Cloud Platform per sviluppare rapidamente applicazioni robuste e scalabili native per il cloud.

Altro tassello importante della seconda fase sarà quello di digitalizzare processi in ambito Human Resource (come trasferte e note spese) con l’adozione di SAP Concur. Infine, è prevista anche l’applicazione di componenti, attualmente in fase di valutazione, che riguarderanno, ad esempio, l’applicazione SAP Process Mining by Celonis, SAP Business Integrity Screening e SAP Risk Management for SAP S/4HANA sul mondo compliance e anti frodi.

In questi giorni, SAP sta portando avanti l’iniziativa SAP NOW 2020 – Business in action, l’evento digital che rappresenta un’importante occasione di dibattito e confronto su temi quali quelli dell’innovazione, della tecnologia, del digitale e della sostenibilità.

Leggi anche: Eventi digitali e webinar da non perdere dal 26 ottobre al novembre

 

Il programma di SAP NOW 2020

SAP NOW 2020 – Business in action, a partire da oggi sino al 29 ottobre, vede la propria platea digitale alternarsi tra dirette da studio, webcast con esperti e interviste a figure di spicco del mondo imprenditoriale e industriale. Più di 90 i contributi previsti nella tre giorni che, tra gli ospiti, annovera Ilaria Capua, professor all’Università della Florida, Dario Fabbri, giornalista di Limes, Alec Ross, distinguished visiting professor alla Bologna Business School, Stefano Massini, scrittore e drammaturgo, Corrado Passera, CEO di illimity, e Massimo Temporelli, Presidente e co-founder di The FabLab.

Un’iniziativa digitale densa di incontri e appuntamenti importanti in un momento così difficile come quello che siamo di nuovo chiamati ad affrontare. Un programma che racconta di imprese intelligenti e sfide per affrontare il nuovo corso economico mondiale ridisegnato da una normalità figlia dell’emergenza. Un percorso che si sviluppa su sei canali tematici i cui contenuti saranno poi disponibili anche on demand fino a dicembre. Tra questi: Digital Core | Cloud ERP, Finance, Customer Experience e Human Experience, Procurement & Spend Management, Digital Supply Chain & Manufacturing e Business Technology Platform.

In questa prima giornata, prendono parte alla SAP NOW 2020 Emmanouel Raptopoulos, Amministratore Delegato di SAP Italia, Dario Fabbri, giornalista e consigliere scientifico e coordinatore America di Limes, Corrado Passera, fondatore e CEO di illimity, e Micol Fornaroli, Group Chief Executive Officer MTD Medical Technology and Device.

Domani, 28 ottobre, sarà il giorno dedicato alle Piccole e Medie Imprese. Una parte di tessuto economico essenziale per il nostro Paese che ora sta vivendo una grave e complessa crisi. Si parlerà, dunque, di nuove prospettive e di crescita per le PMI italiane, adesso così duramente colpite dalla pandemia. Tra gli interventi previsti: Adriano Ceccherini, direttore mercato PMI di SAP Italia e Massimo Temporelli, presidente co-founder di The FabLab.

SAP NOW 2020 si chiuderà giovedì 29 ottobre con panel dedicati alla Circular Transformation e all’Industry 4.0. Quali strategie di sostenibilità mettere in campo per creare valore sociale, ambientale ed economico alla base di uno sviluppo responsabile delle organizzazioni e della società? A questa domanda risponderanno Carla Masperi, Chief Operating Officer di SAP Italia e Marco Taisch, professore ordinario al Politecnico di Milano.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche