Heaxel, startup specializzata nella robotica neuro riabilitativa, chiude un round da 2,2 milioni di euro - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 2 novembre 2020 alle 9:38

Heaxel, startup specializzata nella robotica neuro riabilitativa, chiude un round da 2,2 milioni di euro

Il round è guidato da Vertis Venture 3 Tech Transfer Heaxel potrà espandere l’attività commerciale di icone in Europa, Asia e Nord America

Heaxel, startup italiana specializzata nello sviluppo di robot per la neuroriabilitazione, chiude un secondo round di investimenti da 2.2 milioni di euro (il primo, ricevuto ad agosto 2018, era stato di 1.8 milionidi euro) con il fondo Vertis Venture 3 Tech Transfer (VV3TT), gestito da Vertis SGR con l’advisory esclusiva di Venture Factory. La startup, nata dalla prima spin-off dell’Università Campus Bio-Medico di Roma ICan robotics, produce e commercializza icone, il primo robot per la neuroriabilitazione dell’arto superiore certificato anche per utilizzo extra-ospedaliero.

Gli obiettivi del round

La startup fondata da Ican Robotics, spin-off dell’Università Campus Biomedico di Roma e attiva nello sviluppo di robot per la neuroriabilitazione, ha chiuso un round da 2,2 milioni di euro guidato da Vertis Venture 3 Tech Transfer (VV3TT), fondo gestito da Vertis sgr con la consulenza di Venture Factory.  I capitali saranno impiegati per  rafforzare le attività di ricerca e sviluppo con numerose espansioni della piattaforma e per ampliare attività commerciale in Europa, Asia e Nord America. Tutto ciò anche grazie anche a un importante ampliamento dell’attuale squadra di giovani e brillanti talenti.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Con questo Round di investimenti, Heaxel potrà espandere l’attività commerciale di icone in Europa, Asia e Nord America, e rafforzare le attività di R&D con numerose espansioni della piattaforma. Tutto grazie anche ad un importante ampliamento dell’attuale squadra di giovani e brillanti talenti. “Siamo soddisfatti che il fondo VV3TT abbia confermato la fiducia nel progetto di Heaxel. – ha commentato l’Ing. Maria Teresa Francomano, Founder e CEO di Heaxel. – Questo round di investimenti è funzionale allo sviluppo del prodotto e dei servizi collegati, ma soprattutto per l’implementazione della strategia commerciale.”

“La piattaforma di Heaxel è emblematica di un nuovo modello di sanità, che mette al centro il paziente e non la struttura ospedaliera. Intercettare queste tecnologie e affiancarle per trasformarle in un prodotto commerciale fa parte delle attività di trasferimento tecnologico del fondo VV3TT”, ha aggiunto Nicola Redi, Managing Partner di Venture Factory e partner del fondo VV3TT.

“Heaxel rappresenta in modo perfetto la strategia di investimento che consegue Vertis e il fondo VV3TT. I risultati della ricerca accademica svolta presso il Campus Bio-Medico sono stati traslati in un prodotto per la neuroriabilitazione, che consente anche il trattamento riabilitativo dal domicilio del paziente stesso, situazione particolarmente vantaggiosa nel caso di ridotta mobilità del paziente o in condizioni di social distancing e lockdown” ha dichiarato Renato Vannucci, Consigliere Delegato di Vertis e Partner del fondo VV3TT

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche