Cisco Webex, le nuove funzioni per lo smartworking
single.php

Ultimo aggiornamento il 19 novembre 2020 alle 17:08

Cisco Webex, le nuove funzioni per lo smartworking

Con nuovi strumenti, Webex permette il lavoro agile in tanti settori: aziendale, nel fashion, nell'healthcare, nella legislazione e in contesti urbani

In una nuova era in cui lo smartworking è diventato la quotidianità di molti, le nuove modalità di lavoro sono sempre più proiettate verso uno spazio ibrido, dove il fisico e il digitale convivono interconnessi. Cisco lancia una serie di nuove funzionalità fruibili dalla piattaforma Webex al fine di rendere migliore l’esperienza lavorativa.

“Questo strumento è utile non solo nel lavoro d’ufficio ma anche in tanti settori. Ad esempio, nel fashion, dove con Webex i clienti sono direttamente connessi al negozio fisico, che possono esplorare – afferma Enrico Miolo, collaboration leader di Cisco Italia – Nell’healthcare, settore in cui collaboriamo con tante realtà in maniera multidisciplinare, con la possibilità di effettuare visite da remoto; in un contesto urbano, per le automazioni ad uso residenziale e con soluzioni integrate nel controllo dei parcheggi, fino al settore legislativo, con la possibilità di riprodurre digitalmente sale riunioni e garantire il voto”.

Leggi anche: Cisco Webex Events: 82 startup testano pitch e talk online ai demoday di Open Italy

 

Il lavoro del futuro, un ibrido tra fisico e digitale

Secondo uno studio di Cisco condotto su scala globale, il 58% delle persone intervistate ha dichiarato che quando sarà finita la pandemia continuerà a lavorare da remoto otto o dieci giorni al mese. Lato aziendale, il 53% delle imprese ha in programma l’ottimizzazione degli spazi negli uffici e il 96% è pronta a implementare tecnologie intelligenti che migliorino gli ambienti di lavoro. Per rispondere a tali richieste, Cisco presenta una nuova serie di funzionalità disponibili su Webex. “La nostra piattaforma, in questi mesi, ha dato prova di essere stabile e sicura con un sistema di privacy assolutamente affidabile – afferma Michele Dalmazzoni, collaboration and industry digitization leader di Cisco Emear South  – Si va sempre più verso un paradigma blended, con alcune persone presenti fisicamente all’interno degli spazi e altre che partecipano da remoto. In questo senso, digitalizzare l’ambiente fisico è molto importante ed è quello che hanno fatto, ad esempio,  il Politecnico di Milano con Webex Room, e la Luiss Business School. Al fine di garantire un’esperienza sempre migliore, Cisco ha investito affinché l’esperienza video da remoto sia 10 volte migliore rispetto a quella in presenza con nuove funzionalità avanzate di intelligenza artificiale“.

Michele Dalmazzoni, Cisco

 

 

Le nuove funzionalità di Webex

Nel 2019 erano 600.000 i remote workers in Italia; oggi sono 6 milioni – spiega  Miolo – Alla luce di questo nuovo workplace, è fondamentale abilitare i remote workers e predisporre gli uffici in modo che possano collaborare. Ed è proprio quello che fa Webex, con nuovi strumenti”.

Enrico Miolo, Cisco

Tra le nuove funzionalità disponibili su Webex ci sono:

  • Possibilità di visualizzare la preview di come si apparirà in video durante la riunione. Mentre si è in attesa di entrare in un meeting, è possibile vedere in anteprima cosa comparirà in video. La visuale è più ampia, in modo da rendere più chiaro lo sfondo alle spalle o sceglierne uno virtuale tra 9 nuovi disponibili. E’ possibile, inoltre, impostare le proprie preferenze in un unico passaggio;

 

  • Nuovo design dell’interfaccia che, grazie a un’organizzazione intelligente dei comandi, si adatta alle dimensioni dello schermo in modo da non coprire i contenuti visualizzati o l’immagine stessa. Per chattare con qualcuno, è sufficiente passare con il mouse sull’immagine della persona con cui si desidera entrare in contatto, o sulla propria qualora si voglia modificare il proprio audio o lo sfondo;

 

  • E’ possibile oscurare le persone che partecipano senza video;

 

  • E’ possibile eliminare il rumore di fondo grazie alla tecnologia recentemente acquisita dall’azienda BabbleLabs, che permette anche di ottimizzare la voce dell’interlocutore.  Basata su intelligenza artificiale e machine learning, BabbleLabs riesce a distinguere il linguaggio umano dal rumore indesiderato, garantendo una migliore esperienza digitale.

 

Lo spazio fisico diventa digitale

All’interno del nuovo workplace, ibrido tra fisico e digitale, per garantire un luogo di lavoro sicuro e accogliente, Cisco, tempo fa, ha presentato dei sensori che rilevano il livello di rumore e il numero di persone presenti in un determinato ambiente e forniscono dati ambientali agli utenti, all’IT e ai tecnici. Questi possono quindi verificare in tempo reale eventuali spazi sottoutilizzati o sovraffollamenti. Cisco offre anche la possibilità di dotarsi di altri tipi di sensori per acquisire informazioni sulla temperatura negli uffici, sull’umidità, sulla qualità dell’aria e sull’illuminazione.

La funzionalità di conteggio delle persone presenti in una stanza, inoltre, è, oggi, ancora più intelligente. Grazie al machine learning, infatti, Webex riesce a rilevare anche coloro che indossano la mascherina, indipendentemente dalla loro posizione.

 

Con Webex Room Navigator, si possono posizionare all’interno e all’esterno delle sale riunioni due tipi di dispositivi, che vanno a integrare i sensori e permettono di gestire e prenotare gli spazi fornendo dati approfonditi ai responsabili IT e ai facility manager. Il modello posizionabile esternamente, attivabile manualmente o vocalmente, mostra quando la sala è libera e cambia lo stato di prenotazione nel momento in cui qualcuno vi accede. Il dispositivo interno, invece, fornisce indicazioni sul distanziamento da mantenere, gli orari in cui sono previste le pulizie del locale e permette di effettuare la prenotazione direttamente internamente alla sala.

© Foto: sito Cisco

Con Webex Control Hub, si possono analizzare in maniera approfondita i dati relativi al luogo di lavoro. Lo studio condotto da Cisco ha evidenziato che poco meno della metà delle aziende è in grado di monitorare l’utilizzo degli uffici. Questo significa che non hanno la visibilità necessaria per poter effettuare una programmazione corretta degli orari per la pulizia e la sanificazione. Webex Control Hub fornisce tale visibilità informando sia sull’utilizzo delle sale che sull’occupazione media degli spazi e i livelli di rumorosità. Inoltre, integrato in Control Hub, Appspace fornisce alle aziende opzioni dinamiche e moderne di digital signage e di comunicazione in team. “Un’app ricca e modulare – afferma Miolo – che si integra con gli strumenti software utilizzati a livello aziendale in un’ottica di interoperabilità“.

Le aziende possono ottenere dati analitici sulle persone, sugli spazi e sulla tecnologia direttamente dagli strumenti di collaborazione utilizzati in ufficio e da remoto grazie al supporto di Vyopta delle tecnologie UC Cisco e di terze parti.

Infine, qualora la sala riunioni raggiungesse la capienza massima prevista dal distanziamento sociale, con MazeMap si può individuare un’ulteriore sala vicina disponibile e fornire indicazioni per raggiungerla.

 

Webex Legislate, per senatori e deputati

Un nuova soluzione cloud che consente incontri sicuri e protetti da remoto o in modalità ibrida. Webex Legislate risponde alle esigenze specifiche del settore legislativo garantendo un’esperienza simile a quella dei meeting. In particolare, un nuovo cruscotto riunisce tutte le attività necessarie nelle udienze, nei dibattiti e nelle votazioni.

Con Webex Legislate, senatori e deputati possono votare in maniera personalizzata, usufruire di sale riunioni sicure che rispecchiano i colloqui intrattenuti durante le riunioni di partito e hanno la possibilità di disporre di traduzioni simultanee e con sottotitoli delle sessioni di lavoro a cui partecipano rappresentanti di paesi esteri. Tutto questo, previa autorizzazione che Webex richiede ai presidenti delle commissioni, ai relatori, ai legislatori, al personale, ai cittadini, alla stampa, e così via. La soluzione fornisce anche timer, comandi dettagliati per la funzione mute e altro ancora per gestire facilmente i procedimenti ordinari.

Uno strumento che è stato progettato con il team del programma Country Digital Acceleration (CDA) di Cisco, che fornisce soluzioni digitali sostenibili sviluppate in collaborazione con i rappresentanti dei Governi centrali e locali, e in collaborazione con Davra, system integrator irlandese e partner di Cisco.

Infine, Cisco Connected Justice: la soluzione video che fornisce servizi professionali completi per tribunali e strutture penitenziarie. Cloverhound e TRACKtech, partner di Cisco, hanno personalizzato alcuni strumenti già esistenti per allineare le esigenze specifiche di tribunali, strutture penitenziare ed enti di controllo.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche