Japal incassa un nuovo round da 250 mila euro. Lo guida Intesa Sanpaolo - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 15 Dicembre 2020 alle 16:39

Japal incassa un nuovo round da 250 mila euro. Lo guida Intesa Sanpaolo

Nuovo round per Japal l’e-brand shop dei marchi di largo consumo. L’operazione è stata sottoscritta da Intesa Sanpaolo il principale istituto bancario italiano. Obiettivo ampliare la propria offerta digital investendo sui big data

Japal.it, prima piattaforma italiana di “ecommerce as a service” (EaaS) fulfillment per le medio-grandi imprese del largo consumo (per i quali gestisce tutte le attività, dalla logistica allo store management), continua la sua crescita e apre nuovamente il proprio capitale sociale. Nonostante le restrizioni dovute al lockdown, Japal.it conferma il proprio sviluppo: Intesa Sanpaolo ha infatti deciso di sottoscrivere un finanziamento convertibile da 250.000 euro per supportare il percorso di crescita della startup italiana di commercio elettronico.

Japal.it è attiva sia per il B2B, come servizio e-commerce in outsourcing per le medio-grandi imprese, che nel B2C come marketplace di prodotti di largo consumo nei settori Alimentare, Automotive, Cura della casa e Cura della persona.

Attualmente oltre 35 brand (tra cui Petti, Cannamela, Valsoia, Panarello, Orphea, Bullock) hanno scelto Japal.it come punto di riferimento centralizzato per le attività di vendita online. Con Japal le aziende hanno l’opportunità, con un piccolo investimento iniziale (che sarebbe generalmente molto oneroso nell’avvio di un e-commerce di monomarca) di presidiare il proprio canale di vendita online in modo diretto ed integrato, con costi estremamente accessibili e controllabili, e con performance certe e misurabili.

La società, fondata nel 2018 da Paolo Broglia e Jacopo Moschini insieme a Jacopo Paoletti (inizialmente come spin-off dell’agenzia digital MyChicJungle), ha chiuso il 2019 con un aumento di fatturato del 380% e ha obiettivi molto ambiziosi.

“Siamo in un momento di grande crescita – commenta Paolo Broglia, Founder & CEO di Japal.it – e questa ulteriore iniezione di capitale ci darà le energie necessarie per accelerare ulteriormente il nostro processo di sviluppo. Intesa Sanpaolo ha riconosciuto il valore della nostra azienda e di questo siamo molto orgogliosi; la collaborazione con loro sarà sicuramente positiva e importante per il nostro percorso”.

L’investimento nei big data

Grazie all’aumento di capitale, Japal.it rafforzerà anche le proprie politiche di marketing, investendo nei big data e sviluppando uno strumento di analisi che aiuti i brand manager ad analizzare con più semplicità i dati provenienti dall’offline, combinati con quelli relativi all’e-ommerce e al traffico proveniente dai loro social/siti istituzionali.

“Japal.it è determinata nel proseguire il proprio percorso di crescita – dichiara il Co-Founder & COO, Jacopo Moschini – e punta ad ampliare entro il prossimo anno la presenza di 20 brand sul proprio marketplace, con 1,2 milioni di revenue generate per i nostri clienti”. Questo nuovo traguardo rappresenta un ulteriore tassello per la startup milanese che aveva già precedentemente chiuso due round di investimento, il primo dei quali in equity crowdfunding, e il secondo nel 2019 con una raccolta di 160.000 euro ad una valutazione pre-money di 1,6 milioni.

“Nonostante tutte le difficoltà dovute al Coronavirus, il 2020 è stato un anno molto importante per tutto il comparto ecommerce” – ha concluso Jacopo Paoletti, Co-Founder & Board Member di Japal.it, nonché Advisor in diverse PMI & startup italiane già note – “questo ultimo round d’investimento ha proprio l’obiettivo di rafforzare il nostro posizionamento in linea con gli attuali trend di mercato”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche