PostePay down. Riscontrati problemi con l'app di Poste Italiane - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 15 Dicembre 2020 alle 9:54

PostePay down. Riscontrati problemi con l’app di Poste Italiane

Disservizi generalizzati e problemi per i correntisti ad accedere alla schermata del saldo

Correntisti in difficoltà per via di quello che in Rete è già stato ribattezzato il PostePay down del 15 dicembre. L’app di Poste Italiane, infatti, si apprende da fonti del Web e dalle segnalazioni giunte in redazione, non sembra funzionare da circa 50 minuti. Si tratta di un ulteriore inciampo sul percorso dell’Extra Cashback di Natale del governo, cui il Gruppo aveva aderito con convinzione permettendo una iscrizione diretta, senza passare dall’App IO e, quindi, senza la necessità di dotarsi di SPID o CIE.

Leggi anche: Il piano “Italia Cashless” accelera? Incontro tra Conte, Banche e Poste

Leggi anche: Arriva il cashback di Poste Italiane. E con PostePay non servono SPID e AppIO

Il PostePay down di oggi

Secondo quanto si apprende, i disservizi lamentati sono almeno di due tipi: nel primo caso, all’accesso all’app, si resta in perenne attesa dell’autenticazione, senza però riuscire a raggiungere la schermata in cui si visualizza la capacità del proprio corrente. Nel secondo caso rientrante nella casistica del PostePay down odierno, invece, si finisce col visualizzare una generica schermata di errore: “Si è verificato un errore, si prega di riprovare più tardi”, dal codice “GC01”.

Leggi anche: Banconote vettore di virus? E gli italiani le abbandonano per il cashless

Leggi anche: Quando il bonus è malus. Tutti i flop degli aiuti economici post pandemia

Secondo il sito downdetector, i primi disservizi si sarebbero verificati attorno alle nove di questa mattina. Non è dato sapere, invece, se ci siano anche problemi nel pagare con le carte del Gruppo Poste e se il PostePay down odierno includa anche gli sportelli da cui è possibile compiere operazioni quali per esempio il ritiro di contanti.

I medesimi problemi vengono riscontrati anche nel caso si provi ad accedere all’area riservata del sito poste.it.

Leggi anche: Il data leak contro il vaccino Pfizer. Cosa sappiamo degli ultimi attacchi informatici?

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche