Fondo Italiano d'Investimento SGR, nel 2020 raccolti 480 milioni di euro
single.php

Ultimo aggiornamento il 28 Dicembre 2020 alle 10:25

Fondo Italiano d’Investimento SGR, nel 2020 raccolti 480 milioni di euro

Secondo i risultati di quest'anno, presentati in via preliminare dal Consiglio di Amministrazione, il fondo, partecipato a maggioranza da CDP Equity, ha deliberato 13 nuovi investimenti e ha mobilitato risorse per 370 milioni di euro

Nella giornata del 21 dicembre, il Consiglio di Amministrazione di Fondo Italiano d’Investimento SGR ha pubblicato, in via preliminare, i risultati raggiunti dal gruppo nel 2020, anno segnato dalla pandemia e da diversi stravolgimenti economici e sociali. Presieduto da Andrea Montanino e guidato dall’amministratore delegato, Antonio Pace, il CdA ha presentato, nel corso della riunione, dati che testimoniano una performance positiva, dato il periodo in corso. Le attività e i risultati confermano il nuovo corso intrapreso da FII SGR, attraverso il Piano Industriale “Forward 2023”, orientato a promuovere una relazione virtuosa tra pubblico e privato. Al fine di sostenere lo sviluppo delle imprese di eccellenza e dei settori industriali strategici per il Paese.

Fondo Italiano d’Investimento, i numeri del 2020

In termini di risorse gestite da FII SGR, i nuovi capitali raccolti durante l’anno hanno superato i 480 milioni di euro. Di questi, oltre 130 milioni di euro sono riconducibili alla sottoscrizione dei fondi da parte di investitori istituzionali italiani di natura previdenziale e bancaria. I restanti 350 milioni di euro sono invece stati finanziati da Cassa Depositi e Prestiti, nell’ambito del Progetto Economia Reale, ossia la piattaforma di Fondi di Fondi dedicati al co-investimento con i Fondi Pensione italiani.

Leggi anche:
Il 2020 delle startup in Italia. Scarica il nostro paper!

Numeri positivi giungono anche sotto il profilo degli investimenti. Sono quattro quelli deliberati fra i diretti e nove all’interno dell’attività di Fondi di Fondi. Nello specifico, in merito ai diretti, sono stati conclusi investimenti in Matcimind, Florence – entrambi riconducibili al Fondo Italiano Consolidamento e Crescita – e Termo. Quest’ultimo per conto del Fondo Italiano Tecnologia e Crescita e del Fondo Italiano Tecnologia e Crescita Lazio. Inoltre, un’ulteriore operazione è in corso di finalizzazione, sempre per il fondo FITEC. In aggiunta, riguardo all’attività dei Fondi di Fondi, durante l’anno sono state deliberate sette sottoscrizioni di altrettanti fondi di private equity e due di fondi di private debt. Complessivamente, le delibere assunte dal CdA hanno riguardato 370 milioni di euro, dei quali 114 milioni di euro per gli investimenti diretti e 256 milioni per gli investimenti indiretti.

© Foto: Facebook Ministero dell'Economia e delle Fin...

Iniziative e sostenibilità

Fra le attività svolte da Fondo Italiano, partecipato a a maggioranza da CDP Equity e per le rimanenti quote da Intesa Sanpaolo, Unicredit, Abi e Confindustria, nel corso del 2020 è stata lanciata la FII Global Academy. Si tratta di un programma dedicato ad approfondimenti di attualità economica, sociale e geopolitica, che ha visto un numero totale di otto incontri durante l’anno.

Leggi anche:
In Italia mai così tante startup innovative a vocazione sociale, il report

In più, FII SGR ha rafforzato il proprio impegno nei confronti della sostenibilità ambientale, ottenendo il rating più alto, A+, da Principles for Responsible Investment di UNIPRI, per le aree Strategia e Governance e Investimenti Diretti. Recentemente, ha avuto inizio anche il progetto “L’Arte del Fare”. Un’iniziativa volta a valorizzare il genio e l’eccellenza italiani in ambito artistico. Il suo scopo è sostenere il restauro di una selezione di disegni del Codice Atlantico di Leonardo Da Vinci. Infine, il team di Fondo Italiano, nato nel 2010 e attivo ormai da dieci anni, si è rafforzato, grazie all’inserimento di 12 nuove risorse.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche