desc

Creative Cluster: ecco le idee che hanno vinto la gara per ripensare Pompei

Economia Digitale
BLOG
Edit article
Set prefered

Creative Cluster: ecco le idee che hanno vinto la gara per ripensare Pompei

Dopo tre mesi di lavoro i due bandi su smart cities, beni culturali e turismo promossi da Sviluppo Campania, sono giunti al termine. 20 idee innovative in competizione per trasformarsi in progetti di business

Dopo tre mesi di lavoro i due bandi su smart cities, beni culturali e turismo promossi da Sviluppo Campania, sono giunti al termine. 20 idee innovative in competizione per trasformarsi in progetti di business

Economia Digitale

Dopo tre mesi intensi all’insegna della formazione per modellare idee innovative in concreti progetti di business, sono giunti al traguardo i bandi Creative Clusters Smart Cities (votati all’innovazione nel rapporto tra cittadini e territorio) e Creative Clusters Beni Culturali e Turismo (per lo sviluppo economico e turistico), promossi da Sviluppo Campania per valorizzare le idee innovative di impresa, destinate allo sviluppo di città intelligenti e alla fruizione turistica di Pompei.

Creative-Clusters-1Nel corso di SMAU Napoli sono state premiate le due idee giudicate in grado di migliorare la qualità della vita e contribuire allo sviluppo sostenibile, economico e sociale della Campania. Dopo l’ultima sfida a colpi di pitch, 90 secondi nei quali condensare ed esporre le proprie idee, è stata proclamata vincitrice per il cluster Smart Cities, la startup Crubles, che si occupa di smart mobility, presentando una piattaforma per diffondere la mobilità ecosostenibile nel mondo scolastico ed extrascolastico.

Crubles per ridurre traffico e degrado

Crubles si propone di favorire gli spostamenti collettivi riducendo traffico, consumi, degrado urbano e costi di trasporto, tramite un sito web dedicato e un’App per smartphone, che consentiranno di rintracciare in tempo reale le persone interessate a risolvere le proprie esigenze di spostamento.

Bnbsurfer per ridurre tempi ricerca di una sistemazione

Per la categoria dei beni culturali e turismo, invece, è stata premiato Bnbsurfer, un progetto che punta a scardinare i tradizionali meccanismi che regolano l’offerta turistico-ricettiva mettendo al centro il consumatore finale. Si tratta di un portale internet, ma soprattutto un sistema user-friendly per ridurre i tempi di ricerca di una sistemazione, e avvicinare al massimo offerta ricettiva e budget dei clienti. Un’asta al ribasso al quale partecipano alberghi e utenti, collocando il cliente al centro del processo di vendita. Entrambe i vincitori porteranno le proprie idee innovative a SMAU Berlino 2016.

Creative Clusters è un programma di animazione e orientamento, attivo già da alcuni anni in Campania, che supporta la creazione di imprese innovative valorizzando le migliori intuizioni di business. Il progetto è stato realizzato in partnership con il Ministero dello Sviluppo Economico, i Distretti e laboratori ad alta tecnologia presenti in Campania, e con il Comune di Pompei. Il percorso, iniziato a settembre, quest’anno ha visto partecipare 20 progetti provenienti da tutta la regione, consentendo di valorizzare le idee più interessanti e dotate di una forte vocazione al business.

Ai partecipanti è stata fornita la così detta “Cassetta degli attrezzi dello startupper”, ovvero l’insieme degli strumenti necessari per lanciare e gestire un’impresa di successo: comunicazione, marketing, social media, fundraising, crowfunding, branding, brevettazione, costruzione di un business plan.

I vincitori sono stati premiati da Valeria Fascione, assessore all’Innovazione Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania, che ha sottolineato l’impegno profuso dai partecipanti ai Creative Clusters e l’importanza dell’opportunità che hanno avuto: “Continueremo a seguirvi nel vostro percorso imprenditoriale – ha spiegato l’Assessore Fascione -. Creative Clusters è una sfida che ci vede tutti coinvolti nell’ambito della strategia di sostegno alle startup nella quale la Regione sta investendo impegno e risorse”. Tutti i dettagli delle idee partecipanti sono consultabili sui siti web di Sviluppo Campania e di Smau Napoli 2015.