desc

La startup italiana che ha convinto Porsche: ecco chi ha vinto Ex Machina

BLOG
Edit article
Set prefered

La startup italiana che ha convinto Porsche: ecco chi ha vinto Ex Machina

Il progetto Texturization si è aggiudicato il contest a H-Farm

Il progetto Texturization si è aggiudicato il contest a H-Farm

Il 16 gennaio c’è stata la presentazione dei progetti dei team finalisti e la proclamazione dei vincitori nell’ultimo giorno di Ex Machina, il contest (powered by Porsche Italia), sviluppato a H-FARM a partire dal 13 ottobre. Il contest si è concluso con il successo del team I Soci che hanno presentato il progetto Texturization. Il progetto di Susanna Del Colle e Alessandro e Michele Leghissa prevede la sostituzione di materiali naturali, come legno, carbonio e pietra con dei display non emissivi a colori, flessibili e di forma irregolare. In questo modo diventa possibile personalizzare e modificare l’arredamento di qualsiasi luogo, utilizzando un solo prodotto, a tutto vantaggio dei costi di produzione. Questi particolari display, inoltre, possono dialogare con gli smartphone e con le tecnologie del marketing di prossimità: iBeacon, Bluetooth 4.0 e modulo GPS.

H-FARM si è occupata della selezione delle 10 idee migliori che le aziende aderenti hanno la possibilità di aggiudicarsi. Le idee sono state successivamente sviluppate dai partecipanti con il supporto di H-FARM e rese disponibili per le aziende. Tra queste 10 finaliste, una giuria eleggerà la migliore soluzione che si aggiudicherà il supporto di Porsche Consulting per l’ulteriore consolidamento in azienda. In palio c’è insomma la visibilità dei propri progetti davanti ad un panel di eccellenza composto da Porsche Italia e dalle aziende partner di Ex Machina e la possibilità di vedere il proprio valore realizzato concretamente.