desc

Bike-room.com chiude un round da 300mila euro

Investimenti
STARTUP
Edit article
Set prefered

Bike-room.com chiude un round da 300mila euro

L’aumento di capitale è stato sottoscritto da un club deal di business angel e CDP Venture Capital SGR – Fondo Nazionale Innovazione

L’aumento di capitale è stato sottoscritto da un club deal di business angel e CDP Venture Capital SGR – Fondo Nazionale Innovazione

Investimenti

Bike-room.com, piattaforma online fondata nel 2019 per l’acquisto di bici direttamente dal costruttore, comunica di aver concluso un aumento di capitale da 300mila euro sottoscritto da un club deal di business angel e CDP Venture Capital SGR – Fondo Nazionale Innovazione. Per la precisione, Cassa Depositi e Prestiti, attraverso il programma AccelerORA! del Fondo Acceleratori, ha contribuito con un finanziamento pari a 100 mila euro in modalità convertendo. Fra i business angel, invece, figura Uberto Thun, già Ceo di Pinarello e manager in Pirelli, fautore del rilancio sul mercato dei pneumatici bici, che entra in CDA per favorire i rapporti con i produttori italiani e lo sviluppo del mercato estero.

La startup è stata lanciata in un contesto di crescita esponenziale del settore, che gode anche dei recenti incentivi statali post Covid: secondo l’Associazione nazionale ciclo, motociclo e accessori (Ancma) solo nel 2020 in Italia sono state vendute 2 milioni di bici, con un +20% sul 2019.

Leggi anche: Digitazon chiude un round da 420mila euro

“L’aumento di capitale contribuirà a dare impulso allo sviluppo di un piano marketing ambizioso e permetterà di accogliere sulla piattaforma nuovi blasonati brand che hanno fatto la storia del ciclismo, offrendo ai nostri clienti una scelta sempre più ampia e conveniente”, ha dichiarato Matteo Maruzzi, Ceo di Bike-room.com. “Bike-Room è l’esempio perfetto di una startup veloce a cogliere il time to market, a strutturare la migliore offerta possibile e a raggiungere il target dei consumatori con prodotti e servizi a loro dedicati: il tutto alla velocità tipica delle startup. La fiducia degli investitori conferma che siamo sulla strada giusta, ora comincia la corsa”, gli ha fatto eco Edmondo Sparano, partner di Digital Magics che ha seguito l’operazione.