desc

Trasformarsi in un unicorno: il sogno di ogni founder (e differenze con la realtà)

STARTUP
Edit article
Set prefered

Trasformarsi in un unicorno: il sogno di ogni founder (e differenze con la realtà)

Mario Moroni ci racconta il malessere, le difficoltà e le problematiche degli stereotipi legati al mondo delle nuove imprese. Partendo dal suo libro “Startup di Merda” propone riflessioni in testo e raccontate da lui in podcast in esclusiva su StartupItalia

Mario Moroni ci racconta il malessere, le difficoltà e le problematiche degli stereotipi legati al mondo delle nuove imprese. Partendo dal suo libro “Startup di Merda” propone riflessioni in testo e raccontate da lui in podcast in esclusiva su StartupItalia

Il sogno più frequente della startup di m. è rincorrere chi ce l’ha fatta, magari in fretta, a raggiungere il proprio obiettivo di rivoluzionare il mondo.

Questi sono i sogni delle startup, questi sono i desideri di diventare unicorni.

Gli unicorni sono quelle particolari startup che hanno raggiunto un valore di mercato di oltre 1 miliardo di dollari in breve tempo. Mica facile eh. Non è solo “correre” come un cavallo da corsa.

La definizione di unicorno è stato coniata dalla venture capitalist Aileen Lee . La descrizione è datata 2013: all’epoca esistevano circa 40 unicorni a livello mondiale. Oggi si parla addirittura di dedacorn, per le startup con un valore di più di 10 miliardi di dollari e hectocorn quando superano i 100 miliardi di dollari.

Numeri che fanno girare la testa. Non soltanto nei sogni.

Per diventare unicorni bisogna smettere di essere semplici cavalli. Come gli antichi ci raccontano, bisogna credere di avere veri poteri magici e lasciarsi andare.

 

 

Le startup italiane riesco ad avere questa magia?

Le startup innovative italiane sono soprattutto micro-imprese, ovvero hanno un fatturato medio di poco superiore a 184,7 mila euro. (Dati MISE 22/01/2021 https://www.mise.gov.it/index.php/it/198-notizie-stampa/2041934-startup-innovative-tutti-i-dati-al-1-gennaio-2021)

La magia molte volte, soprattutto in questo periodo così critico, è anche solo rimanere cavalli.

Però cercando di rimanere giovani cavalli senza incubi.
L’ossessione di “dover diventare unicorni per forza” ci porta fuori strada e non ci fa vedere le alternative interessanti.

Per esempio diventare PMI innovative, ovvero società di capitali giusta conseguenza delle startup innovative ma senza limite di età, tempo, senza soluzione di continuità.

Ricordiamoci che la magia, fino a prova contraria, non esiste.

Ogni tanto vale la pena rimanere a terra, senza tentare ossessivamente di volare come gli unicorni negli arcobaleni.
Ma se provate ad usare la fantasia, creare posti di lavoro, valore e innovazione è già di per se una magia in questo paese.

 

(… continua)

 

Startup di Merda, la storia a fumetti Episodio 3

Disegni di Dario Campagna
www.startupdimerda.it

 

Come sempre in StartupItalia ci teniamo molto ai vostri commenti e ai suggerimenti. Per questo se volete potete dirci la vostra sul fumetto qui.