desc

Factorympresa, Invitalia premia 10 startup che innovano il turismo

STARTUP
Edit article
Set prefered

Factorympresa, Invitalia premia 10 startup che innovano il turismo

Factorympresa ha selezionato 10 startup operanti nel turismo che si sono sono aggiudicate 20.000 euro e servizi di consulenza di Invitalia

Factorympresa ha selezionato 10 startup operanti nel turismo che si sono sono aggiudicate 20.000 euro e servizi di consulenza di Invitalia

Un assegno di 20.000 euro per lo sviluppo della propria idea di business e un pacchetto di servizi di consulenza messi a disposizione da Invitalia è stato il premio che si sono aggiudicate 10 le startup vincitrici dell’Accelerathon sullo “Smart Contact Tourism”, la sfida digitale di FactorYmpresa Turismo. Il programma promosso dal Ministero della Cultura e gestito da Invitalia offre servizi di tutoraggio e contributi economici alle imprese e agli aspiranti imprenditori della filiera turistica, con l’obiettivo di far crescere qualitativamente l’offerta e rendere l’Italia più competitiva sui mercati internazionali.

Leggi anche: FactorYmpresa premia le 10 startup che cambieranno il modo di fare turismo

 

I team che hanno partecipato a FactorYmpresa Turismo

I venti team selezionati per la call di FactorYmpresa Turismo hanno lavorato per due giorni a stretto contatto con i mentor e i tutor di Invitalia per verificare punti di forza e di debolezza del modello di business e definire come rafforzare il progetto individuando il fabbisogno di servizi specialistici. Al termine, un pitch di 3 minuti con cui hanno presentato il loro progetto alla giuria composta da Benedetta Rizzo, direttore della Promozione Turistica  di D.G. Turismo-Ministero della Cultura, Luigi Gallo, responsabile dell’area Innovazione di Invitalia, e Marco Riva, Innovation Manager della Fondazione Giacomo Brodolini.

 

Le startup vincitrici

A ricevere il premio che consiste in un assegno di 20.000 euro da utilizzare per sviluppare ulteriormente l’idea di business e i servizi di consulenza messi a disposizione da Invitalia sono state 10 startup. Tra queste:

 

  • G-move, un sistema che permette di contare le persone, capire quanto tempo sostano nello stesso punto e dedurre i percorsi tra le varie zone delle città. Con G-move si può sapere quali sono le attrazioni e i luoghi dove i servizi si svolgono in modo celere e quelli che, invece, implicano un tempo di attesa in tempo reale. Il sistema può anche pianificare gli spostamenti sulla base dell’affollamento dei mezzi di trasporto pubblici e fornire suggerimenti per trovare un ristorante in una zona tranquilla. Il tutto grazie ad una serie di sensori, piccoli e discreti che funzionano sia al chiuso che all’aperto;

 

  • INT di Interpretibus, un’applicazione che trasforma lo smartphone della guida turistica in una trasmittente e gli smartphone dei turisti in una ricevente. Grazie a questo sistema, la guida può vedere dove si trovano i turisti, indicare al turista la propria posizione e avvertirlo nel caso in cui la distanza di sicurezza dagli altri non venga rispettata. Grazie a questa applicazione i turisti non verranno mai contatto tra di loro né in maniera diretta né indiretta;

 

  • Next Generation Hostel, che offre una serie di soluzioni, integrate tra di loro, con lo scopo di ripensare il concetto di ospitalità turistica. Il sistema coinvolge sia l’attività di promozione che quella di gestione di una struttura ricettiva. Include un sistema di interazione vocale con Amazon Alexa, un’app in grado di gestire le diverse fasi del soggiorno, dalla prenotazione alla mobilità, una flotta di veicoli elettrici per la micromobilità e dei trolley robotici che assistono il turista all’interno della struttura. La domotica diffusa automatizza l’apertura delle porte, l’impiego dell’ascensore, la regolazione delle luci, la climatizzazione e l’accesso ai servizi della struttura. Il tutto in autonomia e senza barriere fisiche, culturali e linguistiche;

 

  • HER, un sistema software e hardware per l’ospitalità extra alberghiera. Grazie al chatbot, host e ospite sono aiutati nella gestione delle varie fasi del soggiorno, dal check-in al check-out, grazie ad una comunicazione continua. Il dispositivo IoT può essere utilizzato per domotizzare l’apertura di porte e portoni, gli interruttori, i termostati, le tapparelle, ecc… Questo permette all’host di tenere sotto controllo i consumi ed evitare gli sprechi, riducendo al minimo i contatti con gli ospiti;

 

  • Postodelcuore.com, un portale che permette ai ristoranti di vendere buoni e ricevere un pagamento immediato anche durante il periodo di chiusura. Questi buoni verranno, poi, riscattati alla riapertura. La piattaforma, che sviluppa anche menù digitali per ristoranti, gestisce sia la ricezione degli ordini che il servizio di delivery, applicando basse commissioni e garantendo celerità nei pagamenti;

 

  • Tela, un servizio per la digitalizzazione e promozione online del patrimonio culturale/artistico del territorio italiano. Facilita la pubblica amministrazione e il privato nella promozione delle proprie mostre ed eventi, semplificando la consultazione e la vendita. Tela nasce per facilitare la ricerca, la prenotazione e l’accesso del pubblico presso i principali centri culturali. La piattaforma permette al turista di acquistare il proprio biglietto e alle pubbliche amministrazioni, i musei, i promotori di eventi di vendere i propri biglietti, il tutto grazie al software che gestisce cassa, ordini e prenotazioni;

 

  • Bippo, un sistema contactless che permette di trasmettere qualunque contenuto agli smartphone che si trovano nelle vicinanze dei trasmettitori. Posizionato in punti strategici, fornisce ai turisti informazioni nel momento in cui questi ne hanno bisogno, in sicurezza e senza alcun tipo di contatto fisico. Ogniqualvolta un turista sarà nei pressi di un’attrazione o punto di interesse, riceverà una notifica con l’informazione in formato multimediale. Lo stesso nei musei, dove i visitatori potranno seguire dei veri e propri percorsi narrativi;

 

  • Smart Personal Experience offre servizi turistici di accoglienza per persone con disabilità o esigenze specifiche grazie al Cityfriend. Questa figura fornisce, tramite una videochiamata online su una piattaforma digitale, una consulenza con lo scopo di conoscere le esigenze e gli interessi del viaggiatore. Durante l’esperienza, tramite app che geolocalizza il turista, il cityfriend racconta in modo personalizzato ciò che si sta visitando e fornisce informazioni pratiche e aggiornate sulla località;

 

  • Overtour, un’iniziativa digitale collettiva che si configura in una serie di tour virtuali in live streaming da diverse città, musei, chiese, parchi, riserve naturali del mondo. Guide locali e viaggiatori aprono una finestra sul proprio angolo di mondo tramite l’occhio digitale dello smartphone, permettendo a chiunque di viaggiare da casa. I tour hanno diversi formati: professionisti del turismo che raccontano l’identità delle proprie città, viaggiatori che accompagnano gli spettatori tra le vie dei quartieri più autentici, direttori e guide di musei, abbazie, luoghi di interesse storico e artistico che rivelano gli incredibili tesori che essi conservano. I tour si svolgono su Twitch;

 

  • Boatsandgo, una piattaforma online finalizzata a raccogliere e digitalizzare i servizi che gravitano intorno al mondo della nautica. È un comparatore di offerte nautiche che confronta offerte online di compagnie di charter, agenzie e boatsharing. Il motore di ricerca, basato su un algoritmo appositamente sviluppato, effettua ricerche sul web per trovare le offerte corrispondenti ai filtri selezionati dall’utente, come date, tipo di imbarcazione (barca a vela, motoscafo, gommone ecc.), equipaggio, prezzo ecc…