desc

Recensioni Verificate, mai pensato di fare una video-critica?

LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

Recensioni Verificate, mai pensato di fare una video-critica?

Si crea engagment coinvolgendo gli stessi clienti nella realizzazione di video recensioni che vengono caricate su siti web e social

Si crea engagment coinvolgendo gli stessi clienti nella realizzazione di video recensioni che vengono caricate su siti web e social

Un servizio utile alla creazione di video-recensioni di qualità dedicato ad aziende, PMI e imprese. Teester è un prodotto innovativo recentemente lanciato anche in Italia da Recensioni Verificate, piattaforma che fa parte del gruppo Skeepers e si occupa di brand reputation managment a livello europeo. Nel campo degli user generated content, Teester rappresenta una novità come soluzione dedicata ai brand che vogliono incrementare le vendite attraverso video autentici realizzati direttamente dai loro clienti. “Questa soluzione offre trasparenza perchè quando un brand utilizza Teester ha a disposizione anche una dashboard dalla quale può vedere l‘ammontare del proprio tasso di conversione in tempo reale – afferma Pascal Lannoo, Chief Marketing Officer del gruppo SKEEPERS – Teester rappresenta uno strumento utile ed efficiente che consente alle aziende di incrementare il tasso di conversione del 67%. In termini di branding, Teester offre trasparenza e autenticità, soprattutto in questi tempi dove sono si deve fare i conti con un incremento di fake news e una sempre più forte e strutturata presenza digitale. Oggi sono gli stessi consumers a ricercare affidabilità nelle informazioni e uno strumento come Teester è molto importante in termini di immagine del brand”.

Un modo per attrarre nuovi potenziali clienti e coinvolgere il pubblico grazie al supporto degli stessi consumer. Tra coloro che già usufruiscono di Teester ci sono Decathlon, Leroy Merlin, Disney, MAC e Petit Bateau.

Leggi anche: Round da 500mila euro per eShoppingAdvisor. Lo guidano Cdp Venture e LVenture

 

Costumer engagment, verso un marketing partecipativo

Quello che Teester riesce a creare è ciò che viene definito “costumer engagment“, ovvero un tipo di marketing partecipativo dove è lo stesso cliente a creare video che illustrino le potenzialità dei prodotti e attrarre altri potenziali clienti. “Il video è un’opportunità per rilanciare il prodotto e, allo stesso tempo, ottenere benefit immediati per l’azienda – afferma Pascal – Sviluppare gli asset digitali è oggi un must per ogni impresa e, quindi, fornire una consumer experience di qualità è fondamentale. I consumer oggi vogliono diffondere la loro voce e allo stesso tempo prendere parte alla stessa evoluzione del brand e alle attività di questo”. In un tempo in cui anche il marketing diviene partecipativo, Teester offre dunque una soluzione molto efficace per la stessa brand reputation. “Creare costumer engagment è oggi una priorità e la strada migliore per ingaggiare i clienti è proprio quella di lasciare che siano loro stessi a coinvolgere, a loro volta, altri clienti. Alcuni brand a volte hanno paura delle voci dei loro consumer, e, quindi, dare loro la possibilità di esprimersi e guidarli nelle proprie scelte accresce l’immagine del brand”.

Dall’inizio della crisi scatenata dalla pandemia, la consultazione delle recensioni online è salita del 45%. “Recensioni Verificate, solo in Italia, ha raggiunto una crescita del 35% rispetto allo scorso anno, mentre Teester ha raggiunto il +384%. La nostra soluzione ha riscosso un grande successo in particolar modo nei settori del bricolage, del fai da te, dell’home&garden, dello sport, del beauty e make up e del fashion“, afferma Pascal.

 

Teester, come funziona

“E’ il consumatore stesso a caricare un video dove illustra il prodotto. Teester permette, poi, automaticamente, di creare un prodotto di qualità che apparirà automaticamente non soltanto sul sito dell’azienda ma anche su YouTube. Inoltre, il video può anche essere adattato per essere caricato nelle stories di Instagram e Facebook“, spiega il C.M.O.

 

Sono diversi i brand che oggi si avvalgono di influencer per ottenere visibilità e, quindi, Teester risulta essere uno strumento innovativo anche in questo senso. “Quando è lo stesso brand a lanciare video sulla propria piattaforma questo risulterà essere perfetto ma se, invece, a produrre quel video è il cliente tutto cambia perché è lui stesso a comunicare che cosa rende davvero utile quel prodotto“, spiega Pascal. Ma come avviene il reclutamento dei consumer? “E’ il brand stesso a coinvolgere alcuni clienti nella produrre di video con Teester. Tramite un veloce corso di coaching, i clienti vengono istruiti su cosa e come realizzarlo. Sarà, poi, la stessa piattaforma a trasformare quel prodotto in un video professionale di alta qualità che verrà inglobato all’interno del sito aziendale e, qualora lo si voglia, diffuso sui social. Alcuni elementi possono, chiaramente, essere personalizzati dall’azienda, a seconda delle esigenze e del tipo di video richiesto. Con Teester si possono includere anche elementi grafici, a seconda della strategia aziendale”. Il costo di questa soluzione viene calcolato sulla base delle esigenze aziendali, come SaaS, e con la possibilità di usufruire anche di servizi in abbonamento.