desc

Telepass Assicura: «L’offerta su misura. Come un abito». Intervista a Davide Cervellin

TECH
Edit article
Set prefered

Telepass Assicura: «L’offerta su misura. Come un abito». Intervista a Davide Cervellin

L’agenzia assicurativa è in partnership con Great Lakes Insurance SE del Gruppo Munich Re

L’agenzia assicurativa è in partnership con Great Lakes Insurance SE del Gruppo Munich Re

«L’offerta assicurativa si riesce a personalizzare sulle esigenze del cliente partendo dal suo comportamento. Attraverso Telepass Pay conosciamo i suoi spostamenti, sappiamo se prende scooter, metro, taxi o treno. Tutte queste informazioni restano riservate, ma siamo in grado di elaborarle con la finalità di produrre una polizza su misura adeguando il costo al profilo di rischio del singolo soggetto. Si va dunque a realizzare un abito sartoriale in una logica diversa da quella assicurativa». Davide Cervellin, Chief Data & Insurance Officer di Telepass, ha spiegato così a StartupItalia il lancio di Telepass Assicura, l’agenzia assicurativa in partnership con Great Lakes Insurance SE del Gruppo Munich Re. Con questa novità la società si rivolge ai circa 700mila clienti di Telepass Pay per creare un’offerta assicurativa senza bisogno di installare black-box aggiuntive o ricorrere alla raccolta di dati tramite app o alla compilazione di formulari digitali via web.

Davide Cervellin, Chief Data & Insurance Officer di Telepass

Telepass Assicura: come funziona

Il primo servizio proposto da Telepass Assicura è la garanzia RC Auto, a cui sono abbinabili altre 10 garanzie accessorie, oltre all’Assistenza Stradale su tutto il territorio europeo e al Servizio Ritardi (nato dalla partnership con Generali Italia). L’offerta in questione punta a porre Telepass anche nel campo dell’insurtech. «Siamo la più vecchia fintech d’Italia. Nel 1990, quando siamo nati, c’erano a mala pena le carte di credito – ha ricordato Cervellin – Si pagava con assegni, contanti, bonifici. E poi c’eravamo noi. Il nostro focus è sempre stato sull’innovazione e questo ci ha permesso di posizionarci davanti a tutti».

Leggi anche: Green, Safe e Clean: la nuova mobilità secondo Telepass

Innovare con l’insurtech

Come ha spiegato l’amministratore delegato, Gabriele Benedetto, «Telepass non è un assicuratore, ma vede un grande spazio di innovazione nel mondo insurtech, così come avvenuto negli ultimi cinque anni nel mondo dei pagamenti digitali. Oggi – ha continuato – il digitale consente di offrire un servizio personalizzato e unico ai clienti che utilizzano quotidianamente la nostra piattaforma di servizi di mobilità e permette anche di adeguare il costo delle polizze assicurative al corrispondente profilo di rischio, a totale beneficio dell’utente finale». Utente che non viaggia soltanto in auto, ma utilizza un ecosistema di servizi di mobilità sempre più ricco. «Uno studente senza ancora la patente – l’esempio fatto da Cervellin – trova molte offerte su Telepass Pay, che gli renderanno gli spostamenti molto più comodi in città».

Leggi anche: L’ecosistema della mobilità di Telepass: tanti mezzi e l’experience al centro

Gabriele Benedetto, AD Telepass

Su StartupItalia abbiamo raccontato più volte del legame tra Telepass e l’ecosistema startup. Con l’iniziativa nel campo insurtech qual è l’approccio verso il mondo dell’innovazione? «Siamo sempre in ascolto – ha concluso Cervellin – teniamo relazioni che ci permettono di identificare le migliori opportunità. Laddove trovassimo un’azienda in grado di farci raggiungere più rapidamente un obiettivo di piano industriale, allora valuteremmo collaborazioni che possono assumere varie forme, dall’acquisizione diretta alla partnership».

Leggi anche: SIOS20 | Benedetto: “Il futuro si gioca sul data sharing”