desc

UniCredit, nasce il programma per startup a guida femminile

STARTUP
Edit article
Set prefered

UniCredit, nasce il programma per startup a guida femminile

Il percorso di crescita, ideato insieme a Nativa, si chiama “Tech Women for Sustainable Business” e rappresenta un ulteriore passo avanti della banca nei confronti del mondo della neo imprenditoria, dopo UniCredit StartUp Plus e Start Lab

Il percorso di crescita, ideato insieme a Nativa, si chiama “Tech Women for Sustainable Business” e rappresenta un ulteriore passo avanti della banca nei confronti del mondo della neo imprenditoria, dopo UniCredit StartUp Plus e Start Lab

Coniugare l’impegno verso la parità di genere e la sostenibilità ambientale e sociale. È lo scopo di “Tech Women for Sustainable Business – UniCredit Journey for Impact Transformation“, il nuovo programma ideato da UniCredit per le startup a guida femminile. Due temi fondamentali nel mercato delle aziende innovative di oggi, che aspirino a essere leader nel proprio settore di riferimento. Il percorso di crescita è stato creato insieme a Nativa, Regenerative Innovation Company e prima Benefit Corporation e società Benefit in Europa. Con l’obiettivo finale di sostenere l’imprenditoria tech femminile in una delle più importanti sfide: integrare fattori ESG nelle attività, nei processi e nelle strategie aziendali.

Leggi anche:
UniCredit StartUp Plus: tutto quello che c’è da sapere sul mondo dell’innovazione in 4 video

Quello della differenza di genere è difatti un tema purtroppo molto presente nell’imprenditoria italiana. Secondo il Rapporto Unioncamere 2020, nel nostro Paese, al termine del 2019, nonostante un trend in crescita, le imprese femminili sono arrivate a 1 milione e 340 mila, ossia soltanto il 22% del totale. La situazione non migliora se si fa riferimento all’ambito dell’innovazione, in cui si contano solo 13 startup su 100 guidate da donne.

Le caratteristiche del percorso di UniCredit e Nativa

L’iniziativa mira a supportare la crescita sostenibile di venti di startup italiane, differenti per settore e provenienza, guidate da donne. Per farlo, “Tech Women for Sustainable Business” prevede un percorso di sei mesi, strutturato con incontri durante i quali verrano affrontati una serie di questioni. Dal paradigma adottato dalle Benefit Corporation, ai grandi temi alla base del cambiamento culturale in corso. E, ancora, dai vantaggi derivanti dall’adozione di una strategia di sostenibilità basata sulla solidità del business, fino alla conoscenza dei principali strumenti a disposizione delle aziende per costruire un business model sostenibile.

Leggi anche:
Countdown #SIOS21 Sardinia Edition. «In questo nuovo tempo connesso riscriviamo le geografie del lavoro»

Inoltre, le aziende selezionate avranno la possibilità di svolgere delle sessioni personalizzate per sviluppare queste tematiche con il supporto del team di Nativa, che da anni sostiene la crescita delle aziende e delle startup, guidandole verso un paradigma economico rigenerativo. Aiutandole ad affrontare le sfide di domani e a creare una prosperità tanto per il pianeta, quanto per le persone e la società.

unicredit start lab

Un programma tra innovazione e sostenibilità

“Il programma tech Tech Women for Sustainable Business ha in sé un’alchimia straordinaria”, dichiara Eric Ezechieli, cofondatore di Nativa. “Combina alcune delle più importanti forze di cambiamento ed evoluzione di cui l’umanità dispone: tecnologia, sostenibilità e capacità di visione e di esecuzione delle donne. Siamo felici di affiancare i percorsi imprenditoriali di queste startup con un focus molto chiaro: contribuire a identificare e sviluppare il loro pieno potenziale”.

Leggi anche:
Eventi digitali da non perdere dal 10 al 16 maggio

Dello stesso parere Francesco Giordano, Co-CEO Commercial Banking Western Europe di UniCredit, che evidenzia l’importanza dell’ecosostenibilità nelle imprese di oggi. “Recenti analisi hanno evidenziato come spesso le società di capitale femminili registrino performance di eccellenza in diversi ambiti. Da una sostenibilità finanziaria superiore alla media a una maggiore propensione all’attività di R&S, che si concretizza in una più intensa attività di brevettazione e una più spiccata propensione a sfruttare i mercati online. Con la nostra iniziativa”, prosegue Giordano, “vogliamo mettere a sistema tutte queste potenzialità. E fare quindi leva sulla grande attenzione alle tematiche ESG – green economy, digitale e inclusione – di queste imprenditrici. Al fine di aiutarle ad attivare nuovi percorsi di crescita”.

UniCredit_Start_Lab

Le iniziative di UniCredit per il mondo dell’innovazione

“Tech Women for Sustainable Business” è l’ultima di una serie di progetti avviati da UniCredit Start Lab, la piattaforma di business dedicata alle startup innovative e PMI italiane. Si sono infatti recentemente concluse le candidature per l’edizione 2021 di Start Lab, mentre lo scorso febbraio la banca ha organizzato StartUp Plus. Si tratta di incontri online incentrati sugli elementi virtuosi e gli errori da evitare nello sviluppo di una startup, oltre che sugli strumenti e opportunità per finanziare le startup innovative.