desc

StartUp Breeding 2021: porte aperte alle aziende innovative del Life Science

STARTUP
Edit article
Set prefered

StartUp Breeding 2021: porte aperte alle aziende innovative del Life Science

Fino a 15 potranno accedere a un percorso con coach ed esperti

Fino a 15 potranno accedere a un percorso con coach ed esperti

C’è tempo fino al 4 giugno per candidarsi allo StartUp Breeding 2021 – MIT4LS SUB2021, l’iniziativa rivolta al mondo delle startup attive nell’ambito Life Science e che trova spazio nell’evento Meet in Italy for Life Sciences 2021 – MIT4LS2021, in programma quest’anno dal 29 settembre al 1 ottobre con la settima edizione presso i Magazzini del Cotone a Genova. Dal 2016, anno di avvio del Bootcamp, sono state più di 290 le candidature inviate dalle startup e, fra queste, 95 hanno partecipato alle sessioni di formazione e presentazioni di fronte a oltre 110 investitori e rappresentanti aziendali. «L’attenzione alle startup innovative è nel DNA degli organizzatori», ci ha spiegato Francesco Mazzini, coordinatore del Bootcamp e membro del Comitato Organizzatore del MIT4LS.

I criteri di selezione

In un periodo storico che ha messo in luce l’importanza dell’innovazione e della ricerca nel campo Life Science, appuntamenti come lo StartUp Breeding 2021 – MIT4LS SUB2021 rappresentano l’occasione di migliorare il proprio business per le giovani realtà del settore. «Le startup candidate verranno selezionate da un comitato di esperti – ha aggiunto Mazzini – e alla fine ne verranno scelte massimo 15, che avranno accesso al percorso di bootcamp». Proprio perché ci si rivolge a una platea nazionale e internazionale, StartUp Breeding 2021 (SUB2021) ha scelto l’opzione degli incontri di mentoring in modalità virtuale.

«Sono previsti alcuni appuntamenti online tra luglio e metà settembre, durante i quali ciascuna startup potrà parlare e confrontarsi con i nostri coach. Da questo punto di vista la formula è leggera e, al tempo stesso, punta a soddisfare le esigenze dei partecipanti». Nelle precedenti edizioni hanno vinto lo StartUp Breeding 2021MIT4LS SUB2021 sia aziende italiane sia europee. Ma quali sono i criteri per essere selezionati, considerando che il settore Life Science è particolarmente esigente per quel che riguarda investimenti, prodotti e tecnologie?

«Il criterio minimo che abbiamo fissato è il TRL (Technology Readiness Level) 3, preferibilmente 4. Significa che una startup, per essere selezionata, deve essere già prossima alla validazione del prodotto, una delle fasi più delicate». SUB2021 è rivolto a realtà che operano in diversi ambiti del Life Science, dai dispositivi medici alle applicazioni ICT per la salute, fino al farmaceutico. «L’attenzione sulla salute in quest’ultimo anno ci fa ben sperare in una crescita marcata del settore – ha commentato il coordinatore Mazzini – Sanità, biotech, diagnostica, terapia, vaccini. In tutto questo la componente digital e di intelligenza artificiale sarà fortissima. Ad oggi il nodo da sciogliere sta nel supporto alle fasi seed e early stage, che nel Life Science sono capital intensive, ad alto rischio e con tempi lunghi».

StartUp Breeding 2021: i vincitori 2020

I vincitori del 2020 sono stati D-Heart che ha lanciato sul mercato un ECG di classe ospedaliera portatile, DeepMammo che sta sviluppando un sistema di intelligenza artificiale per un supporto decisionale per mammografia, e Teseo che ha realizzato Kibi, soluzione per monitorare e supportare persone anziane nelle loro attività quotidiane. Per tutte le startup che parteciperanno al Bootcamp il valore aggiunto di questo programma sta infine nella possibilità di accedere a un network composto da investitori, coach, esperti, atenei e centri di ricerca diffusi sul territorio, grazie ai numerosi partner dell’iniziativa, a partire dal Cluster Nazionale delle Scienze della Vita ALISEI.