desc

SIOS21, Durante (Invitalia): «Vogliamo rendere Resto al Sud sempre più attrattiva anche per le startup innovative» [Video intervista]

STARTUP
Edit article
Set prefered

SIOS21, Durante (Invitalia): «Vogliamo rendere Resto al Sud sempre più attrattiva anche per le startup innovative» [Video intervista]

L’intervento del responsabile area Occupazione Incentivi e Innovazione

L’intervento del responsabile area Occupazione Incentivi e Innovazione

«Invitalia sta facilitando i progetti di sviluppo e di innovazione con più strumenti, sia sul versante delle startup sia su quello del consolidamento delle imprese. Per le startup innovative l’incentivo principe è sicuramente Smart&Start, ma negli ultimi mesi abbiamo cominciato a lavorare di più con acceleratori, innovation hub e incubatori, che possono accompagnare percorsi di startup d’impresa anche su misure agevolative, come Resto al Sud, che non sostengono in maniera specifica progetti ad altissimo contenuto tecnologico». Così Vincenzo Durante, responsabile area Occupazione Incentivi e Innovazione di Invitalia, ai microfoni di StartupItalia durante l’ultimo SIOS21 Sardinia Edition, l’evento realizzato in collaborazione con Innois e con le partnership di Fondazione di Sardegna e Nana Bianca, i main sponsor Cisco, Infratel e Invitalia, lo smart sponsor Regus e la radio partner Radio 105. Otto le ore complessive di diretta streaming, che dalla sede di Fondazione di Sardegna hanno visto susseguirsi sul palco alcuni dei protagonisti dell’ecosistema startup sardo.

Vincenzo Durante, responsabile area Occupazione Incentivi e Innovazione di Invitalia

Durante: la video intervista

«La misura Resto al Sud – ha aggiunto Durante nella video intervista a StartupItalia – ha una missione che va oltre il tema dell’innovazione in senso stretto. È nata infatti per facilitare i giovani, e i meno giovani, del Mezzogiorno a darsi una prospettiva di lavoro nella forma dell’autoimpiego, evitando il processo di decrescita demografica registrato negli ultimi 20 anni, periodo in cui le regioni meridionali hanno perso circa 2 milioni di residenti. L’obiettivo, comunque, è quello di rendere questa misura sempre più attrattiva anche per le startup marcatamente innovative».