desc

Zanzare, quali sono le zone più a rischio? Te lo dicono mappa e bollettino tech

TECH
Edit article
Set prefered

Zanzare, quali sono le zone più a rischio? Te lo dicono mappa e bollettino tech

Due strumenti utili per rimanere sempre aggiornati (e protetti)

Due strumenti utili per rimanere sempre aggiornati (e protetti)

L’estate significa zanzare. Sì, anche vacanze e mare. Ma soprattutto zanzare. Per proteggersi valgono i soliti consigli: nel migliore dei casi bastano spray e insetticidi, nel peggiore ci si deve armare con cuscini e ciabatte nel cuore della notte. Se state ancora programmando dove fare le ferie e avete paura di scontrarvi con un contesto locale infestato sappiate che la tecnologia ha fatto passi da giganti in questo settore: online, infatti, esistono mappe dettagliate e bollettini bisettimanale che fotografano una sorta di meteo zanzare in tutta Italia, segnalando le zone più a rischio e quelle dove invece ci si può dimenticare la zanzariera sollevata senza piombare nel terrore.

Leggi anche: Vacanze d’estate, meglio prenotare tutto in anticipo? I nostri consigli tech

Zanzare: sempre sul pezzo

Sul sito di VAPE è aggiornato il bollettino e la mappa nazionale con tutte le province suddivise in cinque categorie di rischio (bianco-azzurro-giallo-arancione-rosso). «In Abruzzo – si legge nell’ultima analisi focalizzata sulla seconda metà del mese di giugno 2021 – si assiste a un graduale aumento della popolazione di zanzara tigre, ma senza importanti differenze rispetto alle due settimane precedenti, con un livello di infestazione che rimane medio-basso. Anche la Campania, già entrata nel vivo della stagione favorevole alla presenza di zanzare, si mantiene nei valori medio-bassi con un incremento inferiore a quello abruzzese».

Leggi anche: Biovecblok, la startup che combatte le zanzare in modo bio

Anche in Lombardia è in crescita la presenza di zanzare e, come si legge nel documento, «in Piemonte la situazione meteo-climatica rimane molto favorevole alle zanzare che si stanno affermando sul territorio con un incremento più elevato rispetto ad alcune regioni del Sud». E come se non bastasse ci si mettono anche le zecche: nel bollettino del viaggiatore 2021 appena pubblicato sul sito di VAPE si scopre che «l’inizio della bella stagione segna anche il periodo durante il quale le zecche abbandonano lo stato di quiescenza invernale e si avviano alla ricerca di un ospite». In questo caso il consiglio contro le zecche è indossare abiti chiari – così da poterle notare in tempo -, evitare di camminare nell’erba alta (ad esempio quando si fa un’escursione in montagna) e controllarsi sempre i vestiti prima di rientrare in casa.

prenotare in anticipo

Oltre al sito di VAPE esiste anche Mosquitos Alert, un sito con tanto di mappa che segnala la presenza di zanzare in un territorio ben specifico. Lanciato in Spagna e utilizzato anche in Italia, questo portale è ideale soprattutto per chi ha in programma di viaggiare all’estero, soprattutto nei paesi affacciati sul Mediterraneo, dal momento che rileva la presenza di zanzare dalla penisola iberica fino alla Grecia.