desc

Che combinano assieme Politecnico di Torino e Huawei?

EDUCATION
Edit article
Set prefered

Che combinano assieme Politecnico di Torino e Huawei?

L’accordo decennale consentirà lo sviluppo di progetti di ricerca in settori come l’Intelligenza Artificiale, l’analisi dei dati e l’Automotive

L’accordo decennale consentirà lo sviluppo di progetti di ricerca in settori come l’Intelligenza Artificiale, l’analisi dei dati e l’Automotive

Il Politecnico di Torino annuncia un accordo di Partnership con il colosso cinese Huawei. L’accordo, della durata di 10 anni, nasce dalla volontà – spiegano dal capoluogo piemontese – di sviluppare iniziative e programmi congiunti di ricerca e sviluppo e per far crescere nuove figure professionali di altissima qualificazione.

“Huawei ed il Politecnico di Torino offrono un respiro internazionale alle loro attività di ricerca e formazione in settori di interesse comune che includono tra l’altro lo studio di applicazioni di intelligenza artificiale nel campo delle reti di telecomunicazione, lo sviluppo di nuovi apparati e componenti per trasmissioni ottiche, lo sviluppo di sistemi elettronici nel settore automotive”, raccontano le parti in causa. Il progetto vede il coinvolgimento del Centro Interdipartimentale [email protected] e del Laboratorio di Eccellenza [email protected] che già collaborano con i laboratori Huawei Datacom FRC lab con sede a Parigi.

Il professor Marco Mellia, che ha seguito in prima persona per l’Ateneo le complesse fasi della formalizzazione dell’Accordo, ha spiegato: “È una opportunità per far crescere e sviluppare competenze e figure di altissima qualificazione. Huawei è una multinazionale che investe moltissimo in ricerca. Ha cercato e trovato nei laboratori del Politecnico competenze e capacità che speriamo di far crescere insieme, sviluppando tecnologie e progetti sempre più grandi”. Quindi Mellia ha aggiunto: “I nostri investimenti in laboratori avanzati quali il centro [email protected] e [email protected] ci permettono oggi di essere all’avanguardia in settori chiave. L’accordo con Huawei ci permetterà di crescere ulteriormente e far crescere i nostri giovani talenti in un ambiente sempre più internazionale”.