desc

Julia, Ceo di Sorare: “Vi spiego come si gioca a calcio online con la blockchain”

LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

Julia, Ceo di Sorare: “Vi spiego come si gioca a calcio online con la blockchain”

Intervista con il cofondatore della startup francese che piace a Griezmann e Piqué e che ha appena raccolto 40 milioni di euro: card collezionabili certificate con lo stesso meccanismo della criptovaluta Ethereum per giocare schierando il proprio cinque titolare

Intervista con il cofondatore della startup francese che piace a Griezmann e Piqué e che ha appena raccolto 40 milioni di euro: card collezionabili certificate con lo stesso meccanismo della criptovaluta Ethereum per giocare schierando il proprio cinque titolare

Giocare al fantasy football su scala internazionale trasformando i giocatori in carte digitali collezionabili certificate dalla blockchain. Dunque con un loro considerevole valore. Carte che servono non solo a giocare nei diversi campionati disponibili ma anche come forma di collezione e investimento. Tutto questo su Sorare, la startup francese che ha ideato questa nuova formula di gioco e che ha appena chiuso un nuovo round di finanziamento da 40 milioni di euro. Il round, guidato da Benchmark, ha raccolto ulteriori finanziamenti da Accel e altri business angel. Fra questi il co-fondatore di Reddit, Alexis Ohanian, il Ceo Gary Vaynerchuck e l’attaccante del Barcellona Antoine Griezmann. Il 29enne francese si aggiunge ad André Schürrle dello Spartak Mosca a Gerard Piqué, campione sempre del Barcellona, che hanno già investito nella società.

Come funziona Sorare?

Il finanziamento porta Sorare a un totale di 50 milioni di euro di raccolta complessiva. Il capitale verrà utilizzato per favorire la crescita della community, accelerare l’assunzione di un team di livello mondiale e lanciare l’applicazione mobile del sito. Ma cosa fa esattamente Sorare? Da una parte consente di acquistare e vendere card sportive virtuali collezionabili, dall’altra di giocarci, con quelle card, visto che ciascuna rappresenta un giocatore di cui Sorare ha avuto la licenza singolarmente o tramite la squadra. E può essere schierato nel quintetto titolare delle diverse giornate: come nel più noto fantacalcio – che in Italia è un altro gioco, un marchio registrato da anni – le prestazioni reali dei giocatori influenzeranno il proprio punteggio. Per chi scala le classifiche, oltre al passaggio di campionato, sono in palio ulteriori card che vanno ad aumentare il proprio patrimonio di collezionabili.

Il gruppo è nato nel 2018 ed è oggi presente in 120 paesi nel mondo. A quanto pare, questo approccio piace: la piattaforma ha registrato una crescita esponenziale del 52% mese su mese solo nell’ultimo anno, passando da 50mila euro di carte scambiate a gennaio 2020 ai 3,5 milioni di un anno dopo. Partire e impostare il proprio team è molto semplice: al completamento di alcuni passaggi Sorare assegna un certo numero di carte bianche, quelle illimitate e senza valore, utili a giocare nella Rookie League. Dopodiché inizia un percorso fatto di acquisti di carte – sempre garantiti dalla blockchain alla base della criptovaluta Ethereum – e di scalata dei campionati anche a seconda dei giocatori (pardon, delle carte) in proprio possesso.

Oltre 130 partnership attive, dalla Roma al Real Madrid

Le più grandi squadre del mondo hanno stabilito rapporti di licenza con Sorare lanciando le carte digitali dei loro campioni sulla piattaforma e contribuendo alla crescita del gioco. Sono oltre 130 le partnership attivate, fra le squadre che aderiscono al campionato virtuale di Sorare tra cui Liverpool, Paris Saint-Germain, Bayern Monaco, Real Madrid, a cui si aggiungono Juventus, Lazio, Roma, Napoli e Inter per l’Italia. Oggi Sorare è la prima piattaforma digitale per giocare e collezionare carte digitali dei primi cinque campionati europei ma l’ambizione della società è quella di entrare a far parte dei primi 20 campionati di calcio a livello globale. In tempi di pandemia, stadi vuoti e infinite soluzioni per rimanere in contatto con i propri fan, questa esperienza di gioco di nuova generazione consente inoltre alle leghe e ai club di espandere il proprio marchio internazionale, raggiungendo un pubblico magari più complesso da raggiungere, di aumentare la propria fanbase ma anche di consolidare quella tradizionale.

StartupItalia ha intervistato in esclusiva Nicolas Julia, cofondatore e Ceo di Sorare (nella foto in basso).

Che significa giocare al fantasy football con la blockchain: come funziona, concretamente?

Sorare sta guidando la nuova era del fandom del calcio online, dove i fan possono vivere momenti di calcio e connessioni reali come mai prima d’ora. Lo stiamo facendo creando la prima esperienza collezionabile di calcio digitale in cui i fan possono acquistare, vendere e scambiare liberamente calciatori collezionabili in edizione limitata. Sorare emetterà soltanto una carta “unica”, dieci carte “super rare” e cento carte “rare” per ogni giocatore con licenza per stagione. Se guardi Bruno Fernandes su Sorare, vedrai quante carte sono state emesse fino ad ora. La blockchain protegge la passione dei fan e crea un nuovo livello di fiducia e libertà per i giocatori che possono scambiare liberamente le loro risorse su internet. Ancora più importante, queste carte hanno valore non solo come oggetti da collezione ma anche come oggetti di gioco. Il gioco di Sorare è unico per tre ragioni: è un’esperienza globale (puoi giocare con Vlasic, Ronaldo e Neymar nonostante siano in campionati diversi); è un gioco a cinque e puoi guadagnare premi. Ancora più importante, le carte Sorare sono ciò che rendono il gioco unico. Poiché queste carte sono risorse blockchain, hanno dei superpoteri. Uno di questi è la capacità di essere interoperabili con altre piattaforme che supportano NFT come OpenSea, Rarible e anche altri giochi.

In che modo le carte collezionabili rappresentano token non fungibili? Cos’ha concretamente in mano l’utente e in che modo vengono garantiti gli acquisti?

Usiamo la blockchain di Ethereum. Su Ethereum puoi scrivere un codice che controlla il valore digitale, funziona esattamente come programmato ed è accessibile in qualsiasi parte del mondo. Fornisce nuove funzionalità nel fantasy football: proprietà digitale, rarità, provenienza e portabilità dei gettoni non fungibili. Ci sono diversi tipi di carte in Sorare. Come detto, per ogni calciatore disponibile per la vendita nel gioco fantasy di Sorare creiamo carte comuni gratuite illimitate, cento carte “rare”, dieci carte “super rare” e una carta “unica” finale. In base alla rarità della carta, la carta diventa più preziosa come oggetto da collezione e nel gioco.

Per iniziare a giocare è necessario effettuare un acquisto per una card, come mai?

Puoi giocare senza acquistare una carta, in quella che abbiamo chiamato la Rookie League. Tuttavia, Sorare non è ancora un puro gioco free to play, la costruzione dell’aspetto free-to-play verrà in seguito. In questo momento, ci stiamo concentrando sull’esperienza collezionabile in cui le persone possono davvero possedere il gioco e i giocatori che amano. Quando acquisti una carta su Sorare, acquisti un oggetto da collezione. Non si tratta di una forma di sacrificio finanziario basato su un evento casuale. Gli utenti possono acquisire carte in tre modi: acquistando nuove carte o acquistando carte da gestori esistenti o vincendo tornei e ottenendo nuove carte come premi.

Vi siete posti il problema della sostenibilità ambientale del meccanismo blockchain?

Sorare usa la blockchain di Ethereum. Ethereum entrerà presto in un meccanismo di convalida chiamato proof-of-stake, che non consuma molta energia. Ci sono infatti domande sulla sostenibilità ambientale riguardo alla proof-of-work, e i ricercatori stanno lavorando su questo importante argomento.

A cosa serviranno i nuovi finanziamenti?

Da un punto di vista geografico, raddoppieremo in Europa e negli Stati Uniti, dove vogliamo concentrare la maggior parte della crescita dei nostri utenti. Per raggiungere questo obiettivo, assumeremo ingegneri di software e sviluppatori mobile e un responsabile del prodotto con esperienza nei giochi. Abbiamo in programma di triplicare il team entro la fine dell’anno, arrivando a circa 30 dipendenti dalla nostra sede di Parigi. Per il momento avremo un solo ufficio a Parigi, ma potremmo aprire nuovi uffici nel 2022 a seconda delle necessità e del pool di talenti che possiamo trovare altrove.