desc

Generali si butta nel bike sharing: investimento in Ridemovi

Investimenti
STARTUP
Edit article
Set prefered

Generali si butta nel bike sharing: investimento in Ridemovi

L’operazione per aumentare la flotta e allargarsi a nuovi mercati

L’operazione per aumentare la flotta e allargarsi a nuovi mercati

Investimenti

La cifra dell’investimento non è nota, ma come si legge su Milano Finanza l’ingresso di Generali nel capitale di Ridemovi, startup attiva nel bike sharing in Italia e in Spagna, consentirà all’azienda di aumentare il numero di mezzi della flotta fino a 70 mila unità e di aprirsi a nuovi mercati. Generali, dice il Gruppo in una nota, «ha voluto investire nella green mobility con l’ingresso nel capitale di Ridemovi, un’azienda high-tech che si occupa di mobilità condivisa prestando particolare attenzione al settore della tecnologia digitale e della sostenibilità, alcuni tra i fattori più importanti che plasmano il futuro del pianeta e delle imprese».

Leggi anche: Il bonus mobilità ha messo il turbo alle biciclette

Generali e il trend della mobilità dolce

«Grazie all’investimento di Generali saremo in grado di accelerare l’espansione internazionale di Ridemovi e investire in ricerca per continuare ad innovare mezzi e servizi rendendoli sempre più funzionali ed efficienti», ha dichiarato Alessandro Felici, Ceo di Ridemovi. Da un anno a questa parte Impact sta raccontando dei nuovi trend legati alla mobilità sostenibile, spinti soprattutto dal bonus mobilità che, nel 2020, ha portato alla vendita complessiva di oltre 2 milioni di biciclette in Italia. Per quanto riguarda la sharing mobility molto è cambiato rispetto a 12 mesi fa, quando la paura del coronavirus lasciava presagire scenari cupi per le società coinvolte in questi servizi. Chi mai si sarebbe più fidato di condividere un mezzo, ci chiedevamo tutti?

Leggi anche: Bonus bici, boom di monopattini. E di incidenti. Verso la stretta?

E invece gli investimenti sono tornati anche in questo settore. Oltre a Ridemovi, anche la startup olandese Dott – attiva in Italia, qui l’intervista al General Manager – ha appena chiuso un investimento da 85 milioni di euro. Dell’investimento di Generali non è stata resa nota neppure la quota di equity, ma da tempo anche il settore assicurativo si sta muovendo in ambito startup, per proporre soluzioni insuretech che vadano incontro alle esigenze dei clienti.

Leggi anche: Modulare, ecosostenibile, intelligente: è mOOve, la ciclabile di REVO