desc

Bolzano, i bus a idrogeno verde. Giovannini: «Tre miliardi per mezzi green»

IMPACT
Edit article
Set prefered

Bolzano, i bus a idrogeno verde. Giovannini: «Tre miliardi per mezzi green»

Flotte sempre più sostenibili per il trasporto pubblico locale

Flotte sempre più sostenibili per il trasporto pubblico locale

Nella transizione ecologica non più procrastinabile, la riconversione dei mezzi pubblici in ottica green è fondamentale. Per questo, a Bolzano, sono stati da poco introdotti nella flotta urbana 12 autobus a idrogeno verde. Dopo alcuni anni di test, la città continua sulla strada della sostenibilità in ambito trasporti, in una Provincia già attrezzata dal punto di vista del cicloturismo e degli spostamenti green. Con oltre 350 chilometri di autonomia, gli autobus in questione targati SASA – società in-house della Provincia Autonoma di Bolzano e gestore per il trasporto pubblico su strada – camminano grazie al cosiddetto idrogeno verde, ossia prodotto esclusivamente da fonti rinnovabili.

Leggi anche: Se c’è il treno scordati l’aereo. In Francia scompariranno i voli interni?

Idrogeno verde e PNRR

In occasione del lancio è intervenuto anche il ministro dei Trasporti e delle Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini: «La transizione ecologica – ha detto – è una delle missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, sul quale puntiamo per un nuovo rilancio del Paese che ponga al centro il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente. In questo ambito è previsto un investimento di oltre 3 miliardi di euro per il rinnovo del parco autobus impiegato nel trasporto pubblico locale con l’acquisto di mezzi elettrici e a idrogeno per le aree urbane. La mobilità sostenibile nelle città, grandi e piccole, è un elemento importante per migliorare la vivibilità dei quartieri e la qualità della vita delle persone».

Leggi anche: Toyota, in Giappone i test della prima ambulanza a idrogeno al mondo

Il veicolo elettrico “Solaris Urbino 12 hydrogen” di Bolzano è un autobus a zero emissioni che combina, per la sua trazione, una cella a combustibile ad alte prestazioni e una batteria performante al titanato di litio da 29,2 kW/h. La potenza della cella a combustibile è di 70 kW, la capacità del serbatoio dell’idrogeno è di 37,5 chilogrammi per una percorrenza giornaliera superiore a 350 chilometri. L’unico prodotto di “scarto” generato durante le corse dell’autobus a idrogeno verde è vapore acqueo a 55° circa.

Leggi anche: Una doccia “elettrica”. Ecco come si ricaricheranno i bus green a Milano

L’utilizzo dell’idrogeno come risorsa per il trasporto pubblico è diffuso in diverse città. A Milano, per esempio, ATM – l’azienda che gestisce il trasporto pubblico locale – ha un impianto di produzione di idrogeno al deposito di San Donato, che usa energia elettrica certificata green.

Leggi anche: Woven City, la città di Toyota avrà robot in casa e auto a guida autonoma