desc

Da Kickstarter a Menlo Park: Facebook acquista la startup Oculus VR

Successi
SMART MONEY
Edit article
Set prefered

Da Kickstarter a Menlo Park: Facebook acquista la startup Oculus VR

Al Mobile World Congress di Barcellona Mark Zuckerberg aveva scherzosamente promesso di tenere il portafoglio a bada almeno per qualche tempo dopo l’acquisizione da record di Whatsapp. Non è andata così: a un mese esatto dalla conclusione della fiera iberica è stato ufficializzato l’acquisto di Oculus VR, startup sviluppatasi sulle ali di una campagna di… Read more »

Al Mobile World Congress di Barcellona Mark Zuckerberg aveva scherzosamente promesso di tenere il portafoglio a bada almeno per qualche tempo dopo l’acquisizione da record di Whatsapp. Non è andata così: a un mese esatto dalla conclusione della fiera iberica è stato ufficializzato l’acquisto di Oculus VR, startup sviluppatasi sulle ali di una campagna di… Read more »

Successi
lowLatencyHeadTracking

Al Mobile World Congress di Barcellona Mark Zuckerberg aveva scherzosamente promesso di tenere il portafoglio a bada almeno per qualche tempo dopo l’acquisizione da record di Whatsapp. Non è andata così: a un mese esatto dalla conclusione della fiera iberica è stato ufficializzato l’acquisto di Oculus VR, startup sviluppatasi sulle ali di una campagna di crowdfunding.

Nel gennaio del 2012 la società fondata da da Palmer Luckey ha rastrellato la bellezza di 2,4 milioni di dollari su Kickstarter con i suoi Oculus Rift, occhiali per per la realtà aumentata. L’acquisizione da parte di Facebook, che si concluderà a giugno, ha un valore complessivo di 2 miliardi di dollari. Di questa cifra fanno parte 400 milioni in contanti e 23,1 milioni di azioni del social network.

palmer_john_brendanIl team di Oculus

In un post sul suo profilo Zuckerberg ha precisato che Oculus continuerà ad agire in maniera autonoma e si è detto convinto che la realtà aumentata diventerà “parte del quotidiano di miliardi di persone”. “Abbiamo molto da fare sulle piattaforme mobili, ma a questo punto siamo nella posizione in cui possiamo cominciare a guardare quello che verrà dopo per garantire esperienze ancora più utili, piacevoli e personali”, ha scritto.

//

Di occhiali trattandosi è quasi scontato chiedersi se la mossa metterà Facebook in competizione con i Glass di Google, che proprio nelle ultime ore sono stati protagonisti di una partnership con l’italiana Luxottica.

Dalle parole, scritte, di Zuck si evince che il campo dei videogiochi continuerà a essere in cima alle priorità. Proprio lunedì scorso, fra l’altro, il social network ha dichiarato che 375 milioni di persone accedono a videogiochi collegati a Facebook da desktop e da mobile: un bacino d’utenza che questa sera assume un valore particolare. Guardando, appunto, al futuro i limiti sono davvero pochi. Zuckerberg descrive un contesto in cui potremo seguire lezioni, dialogare con  il medico di famiglia o con un amico semplicemente indossando dispositivi di questo tipo. Oculus sarà il (suo) mezzo per farlo.