desc

L’economia spiegata ai bambini tra tasse e romanzi

STARTUP
Edit article
Set prefered

L’economia spiegata ai bambini tra tasse e romanzi

La Fondazione per l’educazione finanziaria ha creato un sito per le scuole e per le famiglie

La Fondazione per l’educazione finanziaria ha creato un sito per le scuole e per le famiglie

Educare all’economia è ormai una priorità. A dare una mano alle scuole ora ci pensa una Fondazione nata per creare contenuti originali e strumenti innovativi grazie anche alla Rete. La Fondazione per l’educazione finanziaria e il risparmio ha creato un sito utile a chi siede in cattedra ma anche alle famiglie. “Per conoscere l’economia non s’intende soltanto apprendere la storia, le teorie e i meccanismi. Significa capire – scrivono gli ideatori della Fondazione – meglio la nostra vita quotidiana, il nostro paese, la nostra famiglia.

L’economia, a dispetto del luogo comune che la classifica come una scienza difficile, non lo è perché non prevede solo l’uso della matematica e di formule complesse decifrabili esclusivamente da esperti”. A rendere più semplici le cose ci pensa la sezione del sito dedicata alle scuole dove senza passare attraverso i libri e gli esercizi teorici, è possibile scoprire i concetti chiave e i contributi di grandi studiosi che l’hanno resa una disciplina ancora più rilevante. Un dizionario virtuale aiuta a capire come si muovono i soldi, cosa significa finanziare un’impresa, cos’è il business plan e il tasso d’interesse.

Si insegna ai ragazzi perché esiste l’imposizione fiscale e a cosa serve un bilancio. Nella sezione “maestri” si trova invece una galleria dei principali protagonisti della storia economica mondiale: da Adam Smith a David Riccardo a Franco Modigliani a Joseph Shumpeter. A disposizione degli insegnanti vi sono anche una serie di strumenti altrettanto utili: dalle video lezioni che fanno un viaggio alla scoperta dell’importanza dell’educazione finanziaria con tredici pillole multimediali, alle ricerche realizzate con enti ed università per approfondire il tema dell’educazione finanziaria attraverso validi supporti di studio e analisi.

Curiosa anche la parte intitolata “Economia in lettere” che aiuta ad avvicinarsi all’educazione finanziaria attraverso i romanzi. Non manca infine una sezione dedicata alle famiglie: a loro è data la possibilità di capire e redigere un bilancio famigliare. Mamme e papà digitali possono invece raccontarsi e mettere in comune la propria esperienza sulle difficoltà che si hanno a parlare di economia ai propri figli.

Ora la Fondazione con la Guardia di Finanza ha promosso a Roma il concorso “Se tutti pagano anche il mio quartiere sorride”: gli studenti della capitale potranno cimentarsi nella realizzazione di un elaborato per mettere in risalto il rapporto tra beni pubblici e imposte ed indicare uno o più comportamenti “fisco compatibili” dai quali derivano benefici per l’intera collettività. L’iniziativa si inserisce in un progetto più amplio che prevede anche la partecipazione degli alunni alla Settimana dell’Educazione Finanziaria, promossa dalla Fondazione che si svolgerà dal 9 al 13 marzo 2015 presso palazzo Altieri a Roma.